Una delle località sciistiche più rinomate delle Alpi, ma ancora poco conosciuta in Italia è indubbiamente Tux, in Austria, una destinazione ideale per coloro che sono alla ricerca di una vacanza autentica, fuori dal comune, lontano dalle abitudini e usanze tipiche delle mete invernali italiane.

Tux, Tirolo - Austria

Ma sono molti i motivi per visitare questa zona: il comprensorio Hintertux (di cui fa parte anche Tux) è stato eletto miglior comprensorio sciistico su ghiaccio del mondo. Non solo: è anche l’unica località sciistica in Austria in cui è possibile sciare tutto l’anno. 86 chilometri di piste in perfette condizioni nella stagione invernale e 70 chilometri in primavera. Non male per gli appassionati dello sci.

Tux, Austria

Che si tratti di uno dei luoghi più panoramici delle Alpi non ci sono dubbi, basta guardare le foto fatte tre settimane fa (marzo 2013) nel comprensorio durante il nostro viaggio. Alcune di queste le abbiamo scattate ad un’altezza di 3250 metri, il punto più alto del ghiacciaio Hintertux, raggiungibile con la funivia Gletscherbus 3, la bifune più elevata del mondo (un altro primato). La sola risalita in funivia è di per sé un’esperienza unica ed entusiasmante, anche per i non sciatori: rimanere sospesi ad una fune a tremila metri di altezza trasmette forti emozioni, garantito.

Da qualsiasi punto ci si trovi all’interno del comprensorio, la vista che si gode è impareggiabile: paesaggi mozzafiato sull’intera catena delle Alpi, comprese le vicine Dolomiti.

Da non perdere il palazzo di ghiaccio naturale, il “Natur Eis Palast”: si tratta di un crepaccio naturale sul ghiacciaio Hintertux a 3250 metri di cui parlavamo prima, percorribile a piedi e raggiungibile con la funivia Gletscherbus 3. Il solo fatto di entrare nelle viscere di un ghiacciaio e ammirarne la conformazione, in un silenzio quasi surreale, fa venire la pelle d’oca.

Tra una discesa e l’altra sugli sci, concedetevi una pausa in uno dei gasthof o in una della baite dislocate nel comprensorio: cucina di qualità con prodotti tipici della zona a prezzi decisamente per tutte le tasche. Da assaggiare la gulaschsuppe (un’ottima zuppa di carne) e il wiener schnitzel (una sottile fetta di vitello impanata e fritta nello strutto o nel burro), servito solitamente con un’insalata di patate.

Per gli amanti del freestyle con snowboard o free-sci, oltre a consigliare un abbigliamento consono alla situazione, c’è lo snowpark, mentre per gli appassionati di sci di fondo non mancano piste dedicate che si estendono nei boschi della zona. Una location particolarmente suggestiva per bambini e famiglie è il Gletscherflohpark, il parco giochi più alto d’Europa.

E per finire l’après-ski: dopo una giornata sulla neve, si arriva – sci ai piedi – ai bar del paese che dalle 4 del pomeriggio in poi (alcuni fino a notte fonda) sono affollati di sciatori con ancora molte energie da spendere. Tra una birra e l’altra, a ritmo di musica e danze, si trascorre qualche ora di allegria e divertimento.

Il video

Consigli pratici:

Dove dormire: A Tux presso l’Hotel Forelle. La gentilezza e cordialità del personale vi garantirà una soggiorno piacevole. Ottima la cucina. Non manca nemmeno il centro benessere, ideale dopo una giornata passata sugli sci.

Come arrivarci: Tux dista circa un’ora e mezza in macchina dal passo del Brennero. Si arriva anche in treno, mentre da Innsbruck, servita dall’aeroporto Innsbruck-Kranebitten, sono solo 80 chilometri.

Maggiori informazioni: Hintertux, Austria

Dove si trova Tux?


Visualizzazione ingrandita della mappa

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: