Le Cinque Terre, meraviglioso territorio sulla Riviera di Levante della Liguria, sono divenute negli anni una meta turistica famosa in tutto il mondo, un incantevole teatro di luci e colori stretto tra il mare e la montagna.

Tutti abbiamo sviluppato nel nostro immaginario la cartolina del piccolo borgo lambito dalle onde, con piazzette caratteristiche dove turisti più o meno facoltosi sorseggiano vino bianco e mangiano aragoste. Meno frequentemente ce le dipingiamo come una terra selvaggia e rigogliosa, un immenso parco verde sui cui sentieri misurare la bellezza della natura, perdersi nei chilometri che separano ogni centro abitato e fondersi nel silenzio interrotto solo dal rumore del vento.

 Manarola, Cinque Terre - Italia

Eppure, per quanto i piccoli borghi marinari siano unici e bellissimi, la potenza visiva di questo territorio si esprime proprio tra i sentieri del Parco delle Cinque Terre, percorsi immersi nella macchia mediterranea che collegano le singole località e consentono agli amanti del trekking e dell’escursionismo di vivere un’esperienza intima e profonda con questa regione straordinaria.

Mentre girovagavo più o meno sperduto per Manarola, uno dei borghi storici delle Cinque Terre, ho avuto la fortuna di imbattermi in Nicola Bordoni che ha avuto la pazienza di spiegarmi un paio di cose sulla sua terra, da lui tanto amata. Nicola ha diretto per molti anni l’ostello di Manarola ed è un esperto escursionista. Conosce molto bene il parco e le sue meraviglie, ed è sempre stato un punto di riferimento per tutti i visitatori venuti da lontano. Ora continua ad esserlo con Cinque Terre Trekking e ha collaborato con la Regione Liguria per realizzare questo video straordinario con la regia di Alessandro Beltrame.

In vent’anni quest’area che ora tutti conosciamo almeno per averla sentita nominare è uscita da un isolamento che durava da secoli. In questo breve arco della loro lunga storia, le comunità che vi risiedono sono passate da una vita legata alla pesca all’agricoltura ad attività legate al turismo. Conferire organicità e direzione a una trasformazione così profonda non è stato facile e ancora oggi c’è il serio pericolo che gli impegni dei singoli attori si disperdano per mancanza di collaborazione, riducendo così la valorizzazione di questo territorio che, in un periodo di crisi come quello attuale, ha più che mai bisogno di veder consolidate le proprie risorse e realizzate le innumerevoli potenzialità.

Accade spesso che, inseguito a frane e forti precipitazioni, sentieri di importanza paesaggistica ed escursionistica fondamentale rimangano chiusi per lunghi periodi perché mancano i fondi o la determinazione a ripristinarli al più presto. È il caso in questo momento della stupenda Via dell’Amore, un sentiero che collega lungo la costa rocciosa Manarola con Riomaggiore, un percorso panoramico di rara bellezza che risulta inagibile ormai da mesi.

Corniglia, Cinque Terre - Italia

Proteggere il territorio, favorire la fruibilità del parco e dei suoi sentieri, potenziare le strutture a disposizione degli escursionisti significa dotarsi degli strumenti e delle risorse indispensabili per dare continuità al patrimonio naturale e culturale delle Cinque Terre. Perché ogni comunità nasce e prospera finché prospera il territorio in cui vive. Puntare sul trekking e sull’escursionismo come riferimento per l’offerta turistica significa valorizzare il territorio e impegnarsi nella sua conservazione.

 Vernazza, Cinque Terre - Italia

A proposito dell'autore

Flavio Alagia

Laureato in Giornalismo, il mio limbo professionale mi ha portato dagli uffici stampa alla carta stampata, per poi approdare al variopinto mondo della comunicazione digitale. Ho vissuto a Verona, Zurigo, Londra, Città del Capo, Mumbai e Casablanca. Odio volare, amo lo jodel e da grande voglio fare l'astronauta.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: