Per celebrare l’essere sopravvissuti ad un altro semestre di “studio matto e disperatissimo” (per dirla con Leopardi  e fare un po’ i sofisticati), avevamo deciso di premiarci con un rilassante fine setttimana nella capitale d’Austria.

Avendo “poco” tempo e non essendo esattamente un’ammiratrice dell’imponente e maestosa architettura imperiale, ho optato per un percorso che ci permettesse di esplorare la Vienna “che piace a me”, quella della Belle Epoque, scintillante e dorata, che ha regalato al mondo artisti del calibro di Otto Wagner e Gustav Klimt.

Vienna, Austria

Per evitare di trasformare i due giorni di premiato relax in un tour de force, paragonabile all’impresa assurda di chi, per esempio, si obbliga a visitare tutto il Louvre in un solo giorno, dopo qualche ricerca su internet ho costruito un facile e piacevole percorso che ci avrebbe permesso di visitare le chiese, i musei e i palazzi più belli in stile Art Nouveau, semplicemente seguendo la stessa linea della metropolitana (U4).

Di seguito trovate la nostra classifica, con vari suggerimenti su come raggiungere le mete leggermente più sconosciute e fuori dal solito circuito turistico.

1. Karlsplatz

Vienna, Austria

È una delle piazze più grandi di Vienna e sotto Natale si riempie dei tipici mercatini. Di fronte alla grande Chiesa di San Carlo rimane la vecchia fermata della metro costruita da Otto Wagner. È stata convertita di recente in museo che espone i progetti più significativi dell’architetto, l’ingresso è libero e vale decisamente una visita.

2. Hietzing

Vienna, Austria

La fermata della metro di Hietzing è un altro capolavoro architettonico della Secessione. Costruita comodamente nelle vicinanze della residenza estiva degli imperatori di Schonbrunn, si dice che Francesco Giuseppe l’abbia usata soltanto una volta.

3. Chiesa di San Leopoldo (Am Steinhof)

Vienna, Austria

La chiesa Am Steinhof, anch’essa opera di Wagner, è una delle chiese più incredibili mai costruite in stile Art Nouveau. Bianca, oro e verde brillante, è uno spettacolo imperdibile che fa dimenticare il lungo e un po’ complicato viaggio per arrivare fino a destinazione (fermata U4 Unter St. Veit, autobus 47A/48A, camminata su per le colline). La chiesa svolge la funzione di cappella per l’enorme complesso ospedaliero della zona e si trova sulle colline fuori dal centro storico di Vienna. Il fascino di questo edificio è purtroppo oscurato dalla sua triste storia: durante la seconda guerra mondiale le varie strutture dell’ospedale, all’epoca manicomio, erano state usate per il programma nazista di eutanasia.

4. Kettenbrückengasse

Vienna, Austria

Se vi trovate nella zona di Naschmarkt vi consigliamo una tranquilla passeggiata per Linke Wienzeile. Vi si trovano una serie di interessanti palazzi in stile Art Nouveau che vanno dal maestoso bianco e oro alla maiolica verde acido e fragola.

5. Secession

Vienna, Austria

Il Palazzo della Secessione Viennese è un capolavoro geometrico in bianco e oro. All’interno potete visitare la sala del famoso affresco di Beethoven di Gustav Klimt, mentre il resto dell’edificio ospita periodiche esibizioni di arte contemporanea.

Come ciliegina sulla torta, potete concludere il vostro Tour con una visita al museo Belvedere, che vanta la più grande collezione di opere di Gustav Klimt tra cui “Il Bacio” e “Bisce d’Acqua I”… vi incanteranno con la loro scintillante perfezione, e faranno da perfetta conclusione alla vostra giornata a tema Secessione (perché intanto sono diventata pure poetessa…)!

A proposito dell'autore

Silvia

Sono nata a Vicenza, e con la maggiore età sono iniziate le mie migrazioni in Asia ed Europa. Dopo Trieste, Leeds, Venezia e Shuyang, quest’anno vivo a Pécs, in Ungheria, il prossimo chissà!

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: