Il loro nome richiama il turchese di un mare che sfuma nella luminescenza di verdi venati d’azzurro. Luoghi dove consumare attimi di relax sottratti a un’esistenza frenetica, una pace celestiale che solo le Bahamas sanno regalare ai loro visitatori. Ma quali sono i punti d’interesse da non perdere in una vacanza del genere?

Se siete in cerca della natura incontaminata, la meta adatta a voi sono le Family Islands, isole tra le più note dell’arcipelago: Eleuthera, Exuma, San Salvador, Abaco, Andros e Bimini. Lembi di terra dispersi in un mare paradisiaco, a sudovest della Florida, impreziosito dai colori delicati dei Bahamas Banks. Il clima è ventilato, si tratta infatti di uno degli arcipelaghi posti più a nord. Qui potrete sperimentare svariate forme d’intrattenimento, comunque legate a una natura così affascinante da assomigliare all’illustrazione di una cartolina. È un ambiente perfetto per la pesca d’altura, ma anche un luogo da scoprire per il suo passato coloniale.

Dunmore Town, la capitale, è un villaggio la cui fondazione risale al settecento composto da incantevoli casette colorate che assiepano la via che corre lungo il porto, Bay Street. Da visitare anche la Pink Beach di Harbour Island, una delle spiagge più apprezzate dai turisti di tutto il mondo. Spostandovi a 100 miglia da Harbour Island potrete visitare l’arcipelago delle Abaco, isolotti corallini disseminati in un mare dalle più sfumate tonalità del verde. I litorali più gettonati e incontaminati sono Green Turtle, Treasure ed Elbow, mentre le vedute più affascinanti si godono dal faro di Hope Town.

Dopo una parentesi dedicata interamente alla riservatezza e al riposo, il turista esigente richiede dalla sua meta anche un pizzico di divertimento. La vostra destinazione successiva sarà allora New Providence, l’isola principale delle Bahamas, vicina al confine con gli Stati Uniti, Miami dista appena mezzora. Il mondo coloniale è solo un ricordo, al suo posto sorge uno skyline che ricorda il profilo delle vicine città statunitensi.

Il richiamo seduttivo del gioco trova spazio nelle numerose sale dei casinò dell’isola. Ogni amante del tavolo verde non può assolutamente perdersi la PokerStars Caribbean Adventure (PCA), festival di poker dal vivo che nell’ultima edizione si è tenuto all’Atlantis Resort e Casinò, nel mese di gennaio. La PCA ha raggiunto la decima edizione assegnando, in questi anni, oltre 100milioni di dollari conquistati da migliaia di giocatori. Nella versione 2013 il bulgaro Dimitar Danchev ha incassato $1.859.000 per il suo primo posto nell’evento principale.


Nassau, la capitale delle Bahamas, è la principale città dell’isola di New Providence e deve il suo nome da quello di Guglielmo III di Orange-Nassau. La sua fama è legata a quella di celebri pirati, come Barbanera, sulla cui tradizione sono stati allestiti diversi musei. Nel centro storico è possibile visitare le piccole strutture settecentesche riservate ai palazzi governativi.

Le Bahamas sono un’offerta adatta a esigenze diverse, perfetta per gli amanti della natura e del relax, ma anche meta del turista smanioso di divertimento e consumo. Vi consigliamo di scegliere con attenzione il periodo giusto per partire, i mesi migliori sono quelli che vanno da dicembre ad aprile.

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: