Ogni anno a San Vito lo Capo in provincia di Trapani si celebra un evento gastronomico che attira moltissimi turisti: il Cous Cous Fest. Si tratta di una vera e propria gara a colpi di semola di grano duro e tantissimi altri ingredienti. La fase della preselezione ha luogo a giugno: gli chef che superano questa fase si sfideranno nella gara vera e propria che ha luogo a fine settembre.

coucsouc

Ma quali sono le origini di questo gustoso piatto? Le sue origini sono molto antiche: secondo alcuni sarebbe nato in Cina milioni di anni fa, mentre per altri sarebbe originario dell’Africa orientale. Più numerosi, invece, quelli che ritengono che il cous cous sia originario del nord Africa e che sia stato diffuso dalle tribù berbere. Ritrovamenti di particolari utensili da cucina risalenti asl IX secolo, sembrano sostenere quest’ultima tesi. Il cous cous non è semplicemente un piatto povero, ma rappresenta un elemento culturale importante che racchiude in sé un significato profondo che ha saputo conquistare i palati di tutto il mondo.

Alla base del cous cous c’è la semola di grano duro arrivata dal Medio Oriente circa 10.000 anni fa. Questa semola viene cotta al vapore utilizzando uno strumento apposito formato da un grande calderone che normalmente contiene l’acqua, le verdure e la carne. Sopra al calderone viene posta un’altra pentola dal fondo traforato (come una specie di passino) che permette il passaggio del vapore per la cottura della semola.

couscoussiere

La ricetta tradizionale vuole che il cous cous sia condito con carne d’agnello e verdure. Ne esistono anche versioni vegetariane con verdure, datteri e mandorle e altre a base di pesce. Oggi il cous cous viene preparato in tantissimi altri modi sia come piatto caldo che come fresca pietanza condita ad esempio con pomodorini, gamberetti e rucola, perfetta per le giornate estive.

Il Cous Cous Fest di quest’anno vedrà in gara Italia, Egitto, Israele, Costa d’Avorio, Marocco, Palestina, Senegal, Stati Uniti e Tunisia. I cuochi saranno giudicati da una giuria tecnica formata da giornalisti ed esperti del settore e anche da una giuria popolare aperta a tutti (i posti sono 100 e vale la legge del “chi primo arriva…”).

cous_cous_fest

Il Cous Cous Fest si celebra in Sicilia da ormai da 16 anni e rappresenta un momento di integrazione culturale molto importante dal momento che vi partecipano moltissimi chef internazionali in particolare dell’area euro-mediterranea e non solo. Oltre a celebrare un ottimo piatto tipico della tradizione nordafricana, questo festival rappresenta davvero un’occasione di apertura e contaminazione di diverse culture, un evento colorato e vivo al quale vale davvero la pena partecipare.

Raggiungere San Vito, per i non siciliani è molto semplice. Diversi traghetti da e per la Sicilia collegano la vicina città di Trapani con molte altre località italiane come Cagliari, Civitavecchia, le Egadi e anche con la Tunisia.

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: