Mauritius

Meraviglia al naturale: a Mauritius non occorrono effetti speciali

Leggere.

Fà volare con l’immaginazione. Fà chiudere gli occhi, fà partire.

Leggere fà in modo che le distanze si accorcino. Leggere cambia l’umore di una persona, crea nuove fantasie e nuove immagini.

E allora eccoci. Eccoci a Mauritius.

Isola spesso accostata ai viaggi di nozze, alle spiagge e al paradiso. E diciamo che se non è proprio così, poco ci manca. Non c’è spiaggia in tutta l’isola che non faccia rilassare, sospirare, sorridere.

I colori degli alberi che spaziano dal verde più profondo al rosso più acceso di un flamboyan. I profumi del mercato che passano dalle spezie più orientali ai frutti più esotici. Mango e ananas in ogni dove, anche nell’insalata. Per non parlare poi della prelibatezza locale: il cuore di cocco, estratto proprio dal tronco della palma.

Sapori intensi, sapori che a volte si contrastanocome la cultura locale che è un mix di tradizioni sparse tra tre continenti. Canzoni indiane fanno da sfondo a sguardi orientali che si mischiano con gli inconfondibili occhi di natura creola.

Con il suo rum agricolo – che non è solo estasi dei sensi, ma anche dello spirito – Mauritius diventa esattamente come ognuno di noi la sogna, forse anche qualcosa di più…