Quando si decide di andare in vacanza e con voi vive un piccolo amico a quattro zampe, dovete pensare anche alle sue esigenze, quindi pianificate con anticipo il viaggio (circa due mesi, soprattutto se vi spostate all’estero), questo vi darà il tempo per informarvi, ed effettuare eventuali vaccini e pratiche burocratiche, molto lunghe soprattutto per l’ingresso in Gran Bretagna, Irlanda, Svezia e Malta.

Ecco alcuni consigli utili per viaggiare in compagnia del vostro amico, e non dimenticate di portare sempre con voi il certificato di iscrizione all’anagrafe canina e il libretto sanitario. Il passaporto individuale per l’animale è richiesto se viaggiate oltre il confine Italiano, deve essere rilasciato da un veterinario abilitato dall’autorità competente.

Viaggiare con gli animali

Pernottamento

Se avete deciso di affittare un appartamento per le vacanze, preferite quelli con giardino, soprattutto se avete cani di media o grande taglia, e informate l’agenzia o il proprietario che siete in compagnia di un “cucciolo”. In genere richiedono un supplemento per la pulizia dell’appartamento.

Se alloggiate in hotel assicuratevi che il vostro “amico” venga accettato, non tutti gli hotel permettono l’ingresso agli animali anche se di piccola taglia. Alcuni hotel non richiedono supplementi per animali di piccola taglia. Spesso é richiesto un supplemento per la pulizia e gli animali non possono entrare nel ristorante e sala colazioni. In genere non è permesso all’animale di restare solo in stanza, quindi prima di partire telefonate in hotel e chiedete tutte le informazioni.

Poche le limitazioni se decidete di soggiornare in un campeggio. Ovviamente restano valide per le zone comuni quali bar, ristorante, bagni, docce, sale relax. Informatevi se ci sono spiagge dedicate ai cani e comunque il regolamento da seguire

Essendo voi i soli responsabili degli animali, ricordate che chi rompe… paga!

Viaggiare con gli animali

Viaggio

Se viaggiate in auto è buona regola non far mangiare il vostro cane o gatto prima e durante il viaggio, portate una ciotola per l’acqua ed effettuate varie soste lungo il tragitto per permettere al vostro amico di bere e “sgranchirsi un pò le zampe”.

Viaggiate con il finestrino leggermente abbassato per permettere la circolazione dell’aria, ma non in modo eccessivo per non provocare colpi d’aria pericolosiper loro, che possono causare otiti.

Estratto della Legge del 2003 per il trasporto di animali da compagnia:

Art. 169, 6° comma – È vietato il trasporto di animali domestici in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida. E’ consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore a uno, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio provinciale della Direzione generale della M.C.T.C. Non è quindi necessaria la rete se si trasporta un solo animale domestico. Violazioni: pagamento di una somma da euro 68,25 a euro 275,10.

Se viaggiate in treno trovate il regolamento su www.trenitalia.com, in genere gli animali di piccola taglia viaggiano gratis se non occupano il posto, ma devono essere custoditi in apposito trasportino delle dimensioni massime di 70x30x50. Per i cani di tutte le taglie, escluso il cane guida per non vedenti che viaggia gratis, si può acquistare il biglietto a prezzo ridotto del 50 per cento, ma il cane deve essere tenuto a guinzaglio e con la museruola.

Se viaggiate in aereo o con la nave contattate direttamente le compagnie, hanno regolamenti interni diversi.

Viaggiare con gli animali

Spiaggia

Prima di organizzare il viaggio informatevi se nella località di villeggiatura in cui intendete andare si possono portare gli animali in spiaggia e dove è situata, spesso è lontana dalle zone centrali. Contattando gli uffici turistici del luogo potete avere tutte le informazioni.

Ricordate in ogni caso di portare con voi il necessario per la cura dell’animale: tappetini assorbenti, salviettine ed eventuali palette e sacchetti raccoglitori saranno sicuramente d’aiuto e vi eviteranno multe onerose. Effettuate una visita dal veterinario prima della partenza e affidatevi ai suoi consigli, soprattutto se è la vostra prima volta o affrontate viaggi lunghi o siete diretti oltre confine.

A proposito dell'autore

Armanda Celebrano

Appassionata di viaggi da sempre, ancora adolescente avevo già scelto il mio destino: lavorare nel turismo. Amo viaggiare libera da orari e itinerari per immergermi nella cultura e nelle abitudini dei Paesi che mi ospitano. Dopo aver vissuto a Napoli, Londra e in varie città friulane, ora abito a Torino.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: