Il mio viaggio a Creta nasce per caso, osservando le immagini di sfondo dello schermo di una collega. Tra le varie foto che scorrevano ad un certo punto ne è comparsa una che ha attirato più di altre la mia attenzione. “Qui eri ai Caraibi?” Lei mi ha risposto: “No, ero molto più vicina di quanto tu possa pensare: ero a Balos, a Creta”.

Questo accadeva circa otto mesi fa. Oggi non vi racconterò quanto mi sia piaciuta né vi parlerò di tutti gli aspetti che me l’hanno fatta apprezzare tanto. Oggi vi racconterò di quello che mi ha portata qui, ovvero dei Caraibi a Creta. Vsitando la parte ovest dell’isola, infatti, ho trovati ben due luoghi i cui colori e la cui bellezza non hanno nulla da invidiare a mete caraibiche ben più note: Balos e Elefonisi.

Spiaggia di Balos - Creta, Grecia

 

Balos si trova all’estremità nord-ovest dell’isola e non è una meta adatta ai pigri. Se si arriva da Hania bisogna proseguire in direzione Kissamonos poi seguire l’indicazione (aguzzate la vista!) per Kalyviani, incantevole paesino nel quale vi suggerisco di fermarvi per fare colazione. Io credo di aver raggiunto sin da questo primo momento della giornata, in una piazzetta in cui spazio e tempo sembrano concetti completamente relativi, una sorta di pace interiore che mi ha accompagnata poi per il resto della giornata.

Creta, Grecia, Kalyviani

Da Kalyviani si procede circa dieci chilometri su una strada sterrata e abbastanza disconnessa per raggiungere un posteggio dove si può poi lasciare l’auto. L’entrata in questa penisola costa un euro a testa. Non è necessario avere un fuoristrada per affrontare questo tratto di strada anche se raccomando la massima attenzione perché pietre e buche non mancano certamente.

strada panoramica per Balos

Questi dieci chilometri di strada, che i più volenterosi possono percorrere a piedi, sono di una bellezza infinita. La via procede costeggiando il golfo compreso tra due penisole offrendo degli scorci magnetici. Io non riuscivo a togliere lo sguardo dal panorama, dal quel mare di un blu intenso e di una limpidezza rara.

Balos - Creta, Grecia - strada panoramica

 

A parte le poche auto che abbiamo incontrato, le uniche altre presenze erano capre intente a pascolare sui dirupi. Provare ad immortalarle non é impresa per nulla semplice perché il loro sgambettare rapido e agile gli permette di trovarsi sul ciglio della strada e, pochi secondi dopo, in fondo ad una rupe scoscesa per noi invalicabile.

pecore sulla strada panoramica per Balos

Una volta lasciata l’auto nel parcheggio si procede a piedi per circa un chilometro e mezzo. I primi duecento metri fanno pensare che non sarà poi così difficile raggiungere la meta, ma la successiva discesa molto ripida, fatta per lo più di scaloni, fa scomparire immediatamente l’illusione.

La salita al ritorno è ancor più impegnativa, ma ogni fatica viene ricompensata dalla bellezza di questo paesaggio che, da dietro una montagna, come un sipario che si apre lentamente, si manifesta in tutta la sua spettacolarità. La sensazione che si prova è quella di ritrovarsi di fronte ad un atollo polinesiano o maldiviano, con la spiaggia bianchissima  e l’acqua cristallina.

Vista panoramica Balos

Questa spiaggia e la vicina isola di Gramvousa, raggiungibile a piedi durante la bassa marea, formano una sorta di laguna dai colori irresistibili. Nelle piccole spiaggette è possibile affittare sdraio e ombrellone, che però si esauriscono molto rapidamente.

Balos - Creta, Grecia - mare cristallino

 

Passiamo da una cartolina all’altra e arriviamo a Elafonisi. Il viaggio per arrivarvi è più lungo poiché si trova all’estremità sud-ovest dell’isola.

Da Balos la si raggiunge in circa due ore e mezza. La spiaggia di Elafonisi, però, è più accessibile rispetto a quella di Balos dal momento che non ci sono salite o discese da fare. Si arriva, si prende magari un caffè nel bar per fare qualche foto panoramica, si posteggia l’auto nell’ampio parcheggio e da li si può camminare per ore passando da una piscina naturale all’altra.

Elafonisi - Creta, Grecia

Consiglio di spingersi fino all’isolotto più esterno, sempre raggiungibile camminando a piedi nudi nell’acqua, per godersi quella che, a mio parere, è la spiaggia più bella.

Spiaggia di Elafonisi

Tanto mi è piaciuto questo posto che ci sono tornata due volte, anche perché la prima il meteo non era stato molto generoso, mentre la seconda volta il sole, protagonista per l’intera giornata, ha conferito la giusta intensità a quei colori meravigliosi che di certo non mi dimenticherò per molto tempo.

Piscine naturali di Elafonisi - Creta, Grecia

 

Credo che Creta sia un’isola che meriti di essere girata e scoperta tutta, e non inserire questi due luoghi meravigliosi nel proprio itinerario sarebbe davvero un peccato gravissimo.

 

A proposito dell'autore

Eletrotter

Vivo a Torino, città che amo profondamente, ma nonostante questo mio amore, spesso, sento l'esigenza di scappare lontano da lei per scoprire altri nuovi splendidi luoghi. Credo profondamente che anche viaggiare sia una forma d'arte e che più il viaggiatore sviluppa curiosità, fantasia e originalità, più saprà creare itinerari di viaggio meravigliosi.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: