Terza tappa di un percorso iniziato nel 2009 e proseguito nel 2012, 7MML Around The World 2014-2015 completa un’esperienza di viaggio che intende essere anche un modo originale di vedere il mondo. Un viaggio unico, suddiviso in sette diverse esperienze. Diverse per itinerario, partecipanti, tempi e luoghi, ma tutte riunite in un unico intento, un unico scopo.

7MML coinvolge professionisti dell’immagine e della comunicazione in un viaggio ispirato dal cuore e guidato dal desiderio di conoscere altre realtà, finalizzato all’aiuto umanitario, alla valorizzazione etica ed estetica del viaggiare consapevole, alla sensibilizzazione ecologica nei confronti dell’ambiente.

La prima fase del viaggio ha visto i partecipanti arrivare dall’Italia al Kazakistan. Il 15 luglio inizierà il percorso che li porterà fino in Cina, e poi ci saranno le tratte Canada-Panama, Colombia-Bolivia, Bolivia-Argentina, Sudafrica-Etiopia, Etiopia-Italia, per giungere finalmente a Milano il Primo Maggio 2015 in concomitanza con l’apertura dell’EXPO 2015.

7MML Around The World 2014-2015

Dal diario di Eleonora Miserendino

12 giugno

Partenza da brescia verso le undici del mattino. Dopo qualche ora oltrepassando il confine italiano siamo assaliti da un temporale che accompagna gran parte del tragitto della prima giornata. Verso sera passiamo la dogana serba senza difficoltà e sostiamo per la prima notte a Zemun (Belgrado). Una donna russa con le sue due figlie ci aiuta a trovare una sistemazione per la notte: una piccola camera da quattro letti e qualche scarafaggio è una reggia per noi sei dopo la lunga giornata di viaggio. Siamo stanchissimi ma felici ed emozionati. Finalmente il viaggio che progettiamo da mesi sulle mappe è cominciato! Sono le 4,le nostre auto sostano vista Danubio, splendido a sera.

14 giugno

La sveglia suona dopo tre ore, l’obiettivo oggi è arrivare a Istanbul. Durante il tragitto decidiamo di affrontare un cammino alternativo per immergerci nelle piccole realtà rurali della Bulgaria e per testare finalmente le potenzialità delle nostre auto. Lungo il cammino a pochi chilometri dalla frontiera turca sostiamo brevemente per assaggiare un tipico formaggio (kashkabal). Una signora con il viso scavato dal sole ci accoglie sorridendo nel suo piccolo chiosco,parla tedesco e bulgaro. Dopo il pranzo a base di pane e formaggio riprendiamo la strada verso la frontiera. La dogana turca ci crea inaspettatamente qualche difficoltà obbligandoci a una sosta di quasi cinque ore: abbiamo bisogno della Green Card, un’ assicurazione obbligatoria che ci permetterà di transitare sul territorio turco ma, oltre alle difficoltà di comunicazione (la giovane allo sportello parla esclusivamente turco) la casa emergente delle nostre auto non viene riconosciuta dai data base di frontiera. Questa è la prima vera frontiera e il clima tra noi è un po’ teso anche se infondo sentiamo che tutto andrà bene. Dopo gli scrupolosi controlli dell’intero equipaggiamento riusciamo finalmente a ripartire. Arriviamo a Istanbul verso le otto di sera. Il traffico è caotico, le strade piene di pedoni che invadono disordinatamente le corsie ai semafori creando precedenze forzate, capiremo presto che per condurre a Istanbul bisogna essere prepotenti e decisi.

Istanbul - 7MML Around The World 2014-2015

16 giugno

Dedichiamo la giornata ad una visita autonoma nella città di Istanbul. La prima tappa è naturalmente il Gran Bazar. L’intenzione è quella di perderci e di lasciarci guidare dall’i stinto e dalla curiosità. All’interno del bazar si susseguono piccoli chioschi dai colori accesi, colmi di mercanzie. Lampade di vetro sfaccettato, ceramiche colorate, scarpe, foulard e tappeti sono i prodotti più diffusi. Nel tentativo di trovare un attimo di respiro fuori dalla folla ci dirigiamo verso quella che apparentemente sembra una piccola corte con un grande albero nel mezzo. Oltrepassato l’arco di entrata, ai piedi dell’albero, sulle pareti del piccolo spiazzo si aprono tante piccole porte anch’esse arcate. Ci accorgiamo presto che non si tratta di una semplice piazza. Siamo, infatti, in un Caravan Serraglio, luogo in cui anticamente i mercanti sulla via della seta sostavano per scaricare le merci e per far riposare i loro cavalli. Che suggestione!

17 giugno

È giunta l’ora di lasciare a malincuore la vecchia Costantinopoli, porto finale della Via della Seta sia per le navi provenienti dal Mar Nero sia per le carovane provenienti dalla Persia. Percorrendo il ponte Fatih Sultan Mehmet lasciamo finalmente l’Europa per entrare in Asia! Lungo la strada per la Cappadocia sostiamo al lago di Tuz Golu e dopo aver acquistato frutta secca e disidratata di tutti i tipi su una bancarella costruita su casse vuote di legno, riprendiamo la strada. Arriviamo a notte fonda a Goreme. Dopo undici ore di auto, vogliamo solo dormire.

Istanbul-Goreme - 7MML Around The World 2014-2015

18 giugno

Al mattino ci svegliamo avvolti da un panorama meraviglioso: siamo a Goreme nel mezzo della Valle delle Fate. Secondo la leggenda la pietra sulla cima delle formazioni di origine vulcanica sarebbe stata depositata da divinità celesti e per questo denominata fatata. Durante la mattinata visitiamo Maçan e Zelve. Fa caldissimo, sul sentiero panoramico sostiamo all’ombra di un arco creato dal vento per riposare. Sembra impossibile ma anche da qui è possibile ascoltare il muezzin.

Valle delle Fate, Turchia - 7MML Around The World 2014-2015

Valle delle Fate, Turchia - 7MML Around The World 2014-2015

19 giugno

Percorriamo circa 400 chilometri in direzione Malatya tra paesaggi di montagna e strade tortuose. Arriviamo a destinazione nel pomeriggio. Dopo un’ infruttuosa ricerca per un posto dove passare la notte, pensiamo di ponderare sul da farsi quantomeno a stomaco pieno. Veniamo quindi indirizzati dall’impiegato dell’ufficio del turismo al portone accanto dove siamo ricevuti in un giardino interno all’ombra di un gelso. Tra una prelibatezza e l’altra dimentichiamo per qualche ora di non avere ancora trovato una soluzione per la notte, ed è già sera. L’incontro con due ragazze del posto sarà provvidenziale. La città ospita raramente turisti e diventiamo per loro un’attrazione irripetibile. Decidono di ospitarci a casa loro, mobilitando la famiglia per preparare la casa a ricevere sei viaggiatori, mentre le due Marve (questo il nome di entrambe le ragazze) ci trascinano per un tour a piedi della città.

Malatja, Turchia - 7MML Around The World 2014-2015

Leggi la puntata successiva: in macchina attraverso l’Iran

A proposito dell'autore

7 Mila Miglia Lontano

L’associazione culturale 7MML è diretta da Giuliano Radici (presidente) e Marco Bariselli (tesoriere).

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: