Grazie al social media tour #AlTrasimeno mi sono ritrovata in uno splendido territorio incorniciato da dolci colline, animato da tradizioni secolari e raccolto intorno al magnifico spettacolo della natura offerto dal Lago Trasimeno. Abbiamo già parlato degli otto meravigliosi borghi ricchi di stora e tradizioni che sorgono intorno al lago, perciò oggi vi racconterò quali incredibili sapori ho potuto gustare durante il tour, circondata da una cornice naturale indimenticabile.

Nel territorio intorno al Trasimeno potrete assaggiare numerose eccellenze enogastronomiche e una cucina che trae molto spesso origine dalla cultura etrusca e che rappresenta il perfetto connubio fra tre tradizioni culinarie di punta in Italia: umbra. toscana e laziale. Prodotti base come olio extravergine d’oliva e vino sono di qualità molto elevata qui, grazie al microclima del lago e alle conoscenze millenarie delle civiltà che hanno abitato il territorio.

Da amante dei piaceri della tavola, vi segnalo qualche prodotto tipico e piatto, assolutamente da assaggiare e portare a casa come “souvenir”. Iniziamo con la fagiolina del Trasimeno, legume molto simile a un fagiolo di piccolissime dimensioni e di colorazioni differenti, presidio Slow Food perché è un prodotto di nicchia, già apprezzato ai tempi degli Etruschi, e la cui raccolta avviene ancora manualmente.

Fagiolina del Trasimeno

Altro prodotto interessante è lo Zafferano di Città della Pieve, spezia che noi tutti conosciamo, che nasce dai pistilli di un fiore viola di una bellezza unica: il croco. E dal 2002 esiste anche il consorzio “Il croco di Pietro Perugino – Zafferano Città della Pieve”, grazie al quale ho potuto assaggiare alcune specialità a base di questa spezia, come per esempio la birra allo zafferano: incredibilmente fragrante!

Zafferano - Città della Pieve, Italia

Anche gli amanti della natura, non rimarranno delusi da una destinazione come il Lago Trasimeno. Qui si trova infatti il maggiore dei sei parchi regionali dell’Umbria, con una delle zone umide più importanti d’Europa, particolarmente ricca dal punto di vista botanico, faunistico e ittico.

Il Parco del Lago Trasimeno si compone di più realtà, tra le quali l’Oasi Naturalistica La Valle (località San Savino, Magione), nelle cui acque basse e tra i canneti, nidificano numerose specie di uccelli come le folaghe, i cormorani, gli svassi, le cannaiole, gli aironi. L’Oasi è sempre aperta con orari che variano a seconda della stagione, ed è possibile anche fare visite guidate per praticare birdwatching e visitare il centro di inanellamento uccelli. Qui c’è anche la possibilità di pernottare in gruppo grazie a una foresteria con dodici posti letto e cucina attrezzata.

Oasi La Valle, Italia

E poi c’è l’Isola Polvese, la più estesa tra le isole del Lago Trasimeno che potrete raggiungere il battello ed esplorare lasciandovi conquistare dalla sua bellezza paesaggistica e dall’atmosfera di pace e relax che si respira. Consigliatissimo un picnic sull’erba e una visita alla Piscina dei Porcinai, un giardino ricco di piante acquatiche.

Lago Trasimeno, Italia

Questa è la vita al Trasimeno che non vi dovete assolutamente perdere!

A proposito dell'autore

Valentina Macciotta

Sono orgogliosamente sarda e milanese di adozione. Lavoro come SEO Copywriter e Community Manager Freelance, coltivando le mie più grandi passioni: i viaggi, la scrittura e la fotografia. Ho un diploma da sommelier e un blog personale in cui parlo dell’Italia da vedere e da gustare: www.enogastronovie.it.
Amo l’Italia, ma ho la valigia sempre pronta per viaggiare e scoprire nuovi luoghi di cui innamorarmi!
Collaboro da tempo come blogger e PR per Non Solo Turisti.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: