Scoprire nuove mete, percorrere chilometri di strade, incontrare nuove culture, sono gli aspetti che ci spingono ad intraprendere nuove avventure. Il viaggio però ha altri due aspetti che lo rendono affascinante: il prima e il dopo.

Il “prima” è la fase dell’organizzazione in cui si stabilisce l’itinerario, si decidono le tappe e si inizia a fantasticare su ciò che si vedrà e che si vivrà. È un momento affascinante, quello in cui si immagina, si sogna, si studia e si pianifica, ed è anche quella in cui lentamente sale l’entusiasmo. Il “dopo” è il momento del ritorno nel quale si sistemano le foto, si rivivono emozioni e sensazioni, forse con un pizzico di nostalgia ma consapevoli dell’arricchimento che ogni viaggio comporta.

Deejoys

Io adoro sia il prima che il dopo di ogni viaggio e l’anno scorso ho fatto una bella scoperta che oggi voglio condividere perché chissà che non possa tornare utile a qualcun altro. È un sito che si chiama Deejoys, una sorta di social network pensato per celebrare gli “eventi della vita” nello spirito della condivisione di ogni loro momento con la nostra rete di amici. E fra questi eventi, i viaggi, non hanno forse una posizione di primo piano per tutti noi?

Ed è proprio in occasione del mio viaggio in Africa che ho avuto modo di sperimentare questa piattaforma per la prima volta. In pratica Deejoys è un grande contenitore di informazioni. Una volta creato l’evento e dopo averlo condiviso con tutte le persone ad esso legate, lo si può personalizzare con immagini, documenti, messaggi e racconti. Ed è così che io e i miei compagni di viaggio abbiamo creato l’evento “Africa Australe”, personalizzandolo con tutte le tappe previste dal nostro itinerario attraverso l’Africa del Sud.

Safari Australe Ovest

Inevitabili gli scambi di pareri, di sensazioni e di aspettative pre-partenza che grazie a questo spazio tutto nostro siamo riusciti a condividere. Qualcuno addirittura ha iniziato a caricare immagini relative a ciascuna tappa per stimolare la curiosità e facendosi l’inevitabile domanda “Ma saranno davvero luoghi così magnifici?”. Beh, posso solo dirvi che, una volta tornati, le immagini che abbiamo caricato superavano in bellezza di gran lunga quelle sulle quali avevamo iniziato a sognare.

È stato bello al ritorno avere uno spazio sul quale ritrovarci, uno spazio che ha anche agito in modo molto positivo sulla già forte unione nata tra di noi durante il viaggio. E tutto questo è stato possibile caricando su Deejoys le foto che ciascuno di noi aveva scattato dando la possibilità agli altri componenti del gruppo di vederle e, soprattutto, di commentarle!

In un certo senso ho rivissuto, in chiave moderna, la “serata diapositive” che i miei genitori organizzavano a casa con gli amici al ritorno dalle vacanze: anche in quell’occasione ricordo che ci si soffermava sulle foto scherzando e commentando gli scatti più emblematici e rappresentativi.

Deejoys

Insomma Deejoys per me è stato un modo divertente per far vedere agli amici il filmino del viaggio senza ritrovarli addormentati sul divano alla ottocentocinquanduesima  foto di un panorama per me imperdibile. Potrete poi immaginare che io, in quanto blogger, non mi sia fatta mancare l’occasione di inserire una sorta di diario di viaggio per ciascuna delle tappe in cui avevamo inizialmente suddiviso il viaggio in modo che fosse possibile per tutti avere il resoconto dettagliato e i ricordi più speciali di questa grande avventura da noi condivisa, perché se è vero che le immagini raccontano più di mille parole, è anche vero che non è sempre possibile immortalare tutto con uno scatto. A volte solo le parole riescono a toccare certe corde o a svelare il lato più profondo delle esperienze che si fanno viaggiando. Quell’evento creato su Deejoys è diventato per tutti noi una sorta di scatola dei ricordi da poter arricchire, disponibile sempre e per sempre.

Ed è così che ho poi pensato di riutilizzarlo partendo da un articolo in cui raccontavo dei miei giorni a Pescara e delle 11 scoperte che ho fatto su questa città. Creando la famosa “scatola” su Deejoys ho dato la possibilità anche ad altre persone di arricchire i miei contenuti con altre immagini e pensieri e di confrontarci su quelle che erano state le mie esperienze.

Deejoys

Ho, inoltre, fatto una riflessione su quanto questo  strumento potrebbe rivelarsi comodo non solo per noi viaggiatori, ma anche per l’agenzia di viaggi che vuole promuovere la partecipazione ad un viaggio di gruppo o all’Ente del Turismo o agenzia che vuole organizzare manifestazioni o press tour per far conoscere il proprio territorio.

Io adesso sono pronta ad aprire una nuova “scatola” su Deejoys, quella del viaggio nelle Filippine che farò a dicembre. E scatola dopo scatola, mi auguro di ritrovarmi con una vita di viaggi tutta raccontata lì!

A proposito dell'autore

Eletrotter

Vivo a Torino, città che amo profondamente, ma nonostante questo mio amore, spesso, sento l'esigenza di scappare lontano da lei per scoprire altri nuovi splendidi luoghi. Credo profondamente che anche viaggiare sia una forma d'arte e che più il viaggiatore sviluppa curiosità, fantasia e originalità, più saprà creare itinerari di viaggio meravigliosi.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: