Come ogni  anno in questi periodi si sente parlare di mercatini di natale, dal Trentino alla Germania impazza la corsa al mercatino più bello. In realtà i mercatini di natale, secondo me, sono un po’ tutti uguali: splendide le decorazioni di natale, i dolci, gli odori… ma più che una corsa all’acquisto rappresentano un’occasione unica per scoprire città nuove che per Natale si vestono di magia e calore. Spinta da questo sentimento sono andata alla scoperta di Lilla (Lille), una deliziosa cittadina francese al confine con il Belgio.

Lilla, Francia

Giunta in aereo all’aeroporto Charleroi di Bruxelles, prendo posto su un autobus che in un’ora e venti minuti mi conduce senza soste intermedie fino alla stazione di Lille-Flandres, la principale della città. Il costo del bus è decisamente vantaggioso: le tariffe partono dai 10 euro per un biglietto andata e ritorno, se acquistato con molto anticipo.

Lilla è il capoluogo della regione Nord-Pas-de-Calais, nelle Fiandre Francesi, ed è ben collegata sia con Parigi che con Londra, quest’ultima raggiungibile con un ora e mezza di treno.

Arrivo a destinazione verso le otto di sera e trovo il mio hotel situato sul piazzale della stazione in una zona molto ricca di negozi e centri commerciali. Il mattino seguente, dopo una gustosissima colazione a base di croissant e baguette imbottite di formaggio, vado alla scoperta  di questa città.

Grande Place - Lilla, Francia

Dalla stazione centrale al centro cittadino la strada è breve e ben presto mi ritrovo nel mezzo della Grand Place, il cui nome ufficiale è Place Charles de Gaulle, una bellissima piazza che ricorda un po’ l’omonima Grand Place di Bruxelles. Il gusto decisamente fiammingo di questa città lo si ritrova su tutti i palazzi che si affacciano sulla piazza, un esempio ne è il palazzo dell’antica borsa della citta – Ancienne Bourse – perfetta testimonianza di un passato che ha visto Lille come un importante nodo nevralgico di commerci con le terre fiamminghe.

Questo antico centro finanziario è uno dei simboli più importanti di tutta la città, e il suo cortile interno ospita un importante mercato delle pulci dove poter acquistare vecchi libri o qualche pezzo di antiquariato. Durante il periodo di Natale questa piazza si adorna e si illumina, imponente al centro della piazza svetta una ruota panoramica alta 50 metri che lentamente gira regalando un panorama mozzafiato su tutta la città.

Grand Place - Lilla, Francia

Il grande albero di Natale e le sue luci attrae molti bambini entusiasti di questa splendida magia che solo il Natale può regalare. Poco distante, in Place Rihour è possibile fare un bel giretto tra le circa 80 casette di legno che vendono i soliti ornamenti natalizi e che, a dire il vero, non mi colpiscono particolarmente. Immancabile però è una bella tazza di sidro di mele, un vero toccasana per riscaldarsi dal freddo pungente. Questo è il primo mercatino francese ad aprire la stagione natalizia e anche l’ultimo a chiudere, a ridosso di Capodanno.

Tornando sulla Grand Place non si può fare a meno di guradare l’ora sulla grande torre che sovrasta la Camera di commercio di Lilla,  alta 25 metri,  sulla cui sommità sono collocate 25 campane di circa 100 chili l’una.

Camera di commercio - Lilla, Francia

Per l’ora di pranzo l’offerta culinaria è molto variegata: la cucina di Lilla mescola sapori francesi a quelli belgi e uno dei piatti più popolari sono le cozze con le patatite fritte (moules et frites). I molluschi provengono dal Mare del Nord, sono cotti alla marinara e serviti con patate croccanti e ben dorate, una vera bontà che si sposa magnificamente con un buon bicchiere di Pinot Bianco d’Alsazia.

Lilla, Francia

Informazioni utili

Quest’anno il mercato di Natale di Lilla è aperto ogni giorno dalle 11 alle 20, fino al 30 dicembre.

Il mercato ha luogo a Place Rihour, nel cuore della città, a 700 metri dalla stazione ferroviaria di Lille-Flandres, ed è raggiungibile anche in metro con la linea 1.

A proposito dell'autore

Ada Laera

Lavoro nel settore turistico, viaggiare è la grande passione della mia vita, uno strumento di crescita spirituale che permette di apprezzare le piccole cose della vita. Amo le mete meno battute e ho un debole per i paesi orientali e le città europee.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: