Chi vive in una grande città, come me, ha tutti i giorni negli occhi la confusione del traffico, le folle, gli ingorghi, le vite di una moltitudine di persone che si intrecciano quotidianamente, seppur vivendo in universi paralleli. Non accontentandomi del caos di Roma, per motivi di lavoro mi è sembrato doveroso condividere anche quello parigino, e ora posso parlare non solo di traffico automobilistico, ma addirittura pedonale.

Non ci dobbiamo sorprendere se, vivendo così stressati, uno dei piaceri in cima alla lista dei desideri di tutti è riuscire a ritagliarsi, appena possibile, un momento di puro benessere nella propria quotidianità.
Ed è proprio per questo motivo che quello del wellness è uno dei pochi settori che ha sofferto della crisi in maniera piuttosto marginale: con questo si spiegano gli investimenti nei centri benessere o il proliferare di nuove spa negli alberghi, in un trend sempre crescente di nuove realizzazioni.

Benissimo, direi, visto che si tratta del mio settore professionale!

Genazzano (Roma), Italia

Eppure, nel mio lavoro, benessere non è solo la progettazione di nuove realtà, ma l’approfondimento culturale e lo sviluppo di nuovi concept che, in una delle mie ultime fasi di ricerca, mi hanno portato lungo la nostra penisola a vivere situazioni completamente differenti da quelle artefatte per gli ospiti di una spa, che mi hanno portato a queste riflessioni.

Mi sono reso conto che siamo ciechi di fronte alla possibilità di vivere intensamente alcuni posti bellissimi, che ci si sente già appagati anche solo sostandoci. Sono i pensieri che mi hanno intasato la mente, trovandomi, con l’occasione di alcuni sopralluoghi, in posti bellissimi dove benessere è semplicemente restare in silenzio di fronte all’immensità della natura, declinata in modi differenti.

Crotone, Italia

Il respiro dell’aria fresca affacciati sul lago, il sole che ci riscalda riflettendosi sulle pietre degli edifici di un piccolo centro storico, il mare che si rifrange sugli scogli che coronano una spiaggia deserta, il fresco silenzio di un sottobosco che ci riempie gli occhi di verde, il tramonto in lontananza a cui arriva il nostro sguardo dopo essersi perso verso un paesaggio sconfinato: possiamo continuare con l’immaginazione a creare scenari in cui, al solo pensiero, ci sentiamo completamente rilassati, in pace con noi stessi e grati della vita che ci accompagna ogni giorno.

Rallentare i ritmi è il rimedio per raggiungere il nostro vero benessere, che cosa andiamo cercando oltre? Non c’è centro wellness che ci possa far ricaricare le pile quanto, invece, possano fare le bellezze del nostro Paese, che ci permettono il recupero dell’armonia mentale e spirituale, conciliandoci con noi stessi, con gli altri e con il mondo intero. Non ci sono cure del corpo che ci portano allo stesso obiettivo!

Crotone, Italia

Esiste già un turismo del benessere, che però rappresenta i flussi di persone che viaggiano con l’obiettivo di provare le migliori spa di tutto il mondo. Questo ragionamento, invece, mi ha portato a sognarne un nuovo tipo: la ricerca del benessere attraverso l’organizzazione e la valorizzazione delle eccellenze italiane spesso dimenticate. Non solo città d’arte, tesori storici o bellezze naturalistiche da vivere in alta stagione ma la rivalutazione dei tesori italiani che abbiamo dietro l’angolo ma che la pigrizia non ci permette di scoprire. Com’è che preferiamo chiuderci dentro quattro mura con un po’ d’acqua e qualche lucina, piuttosto che fare qualche chilometro per respirare a pieni polmoni all’aria aperta e riempirci gli occhi di splendore?

Castiglione, Italia

Una ricetta che consentirebbe di valorizzare mete non convenzionali e svilupperebbe un nuovo segmento di turismo fuori stagione: intravedo nuove enormi potenzialità per lo sviluppo di questo turismo, diverso, che pur non escludendo il wellness come propriamente lo intendiamo, ne amplia a dismisura il concetto, puntando al vero benessere, quello che tutti desideriamo così intensamente come antidoto alla vita convulsa.

Castiglione

Affacciamoci fuori del nostro isolato e scopriremo una nuova dimensione rallentando semplicemente il nostro tran tran giornaliero e godendo dei tesori naturalistici, ambientali, storici, artistici e culinari che in Italia troviamo in ogni dove, soltanto guardandoci intorno.

A proposito dell'autore

Stefano Pediconi

Architetto, hotel designer, specializzato in progettazione di hotel, spa e centri benessere. Viaggio principalmente per lavoro, in Italia e all’estero, con base a Roma e a Parigi. Sono appassionato del mondo alberghiero, studioso delle tendenze del settore che recepisco nell’attività di ricerca e di progettazione orientate all’ideazione di concept innovativi.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: