Nel bagaglio di esperienze di un viaggiatore non manca mai una buona dose di imprevisti e inconvenienti vari che, a distanza di tempo, diventano aneddoti divertenti. Sul momento però rovinano non poco il gusto della vacanza. Capita a tutti, nessuno escluso. Dal turista super organizzato che non rinuncia alle comodità ed è in grado di stilare una tabella dettagliata su orari e prezzi dei trasporti, degli alberghi e dei luoghi da visitare all’avventuriero che, romanticamente, sogna il giro d’Europa o d’America con zaino in spalla e bici a portata di mano. Dalla famiglia numerosa che decide di svagarsi in un parco divertimenti alla coppia di sposi pronti a godersi una romantica luna di miele. Nessuno si salva.

partenza

Nelle infrastrutture ferroviarie la voce gracchiante del megafono infonde non poca ansia quando annuncia al vacanziero che il treno proveniente da A e diretto a B, numero X, arriverà con 5, 30 e 45 minuti di ritardo. O ancora peggio, l’ansia diventa vero e proprio sconforto quando il treno XY viene soppresso. Neanche il tempo di dargli l’estrema unzione.

Aspettando il treno (Foto C_MC_FL )

Un aereo può partire senza aspettare il passeggero ritardatario o perché fermato al check-in per via di una valigia con 30 grammi in più del peso accettato o perché il volo è stato improvvisamente cancellato e, in quest’ultimo caso, le alternative sono poche. O si prosegue con un volo diverso da quello prenotato o si impiegano le ferie a consultare tutta la documentazione inerente per richiedere un risarcimento.

Se si riesce a partire poi, il passeggero potrebbe trovarsi a destinazione senza bagagli, persi chissà dove e motivo del giro turistico nell’ufficio oggetti smarriti più vicino. È regola comune quindi rispettare i regolamenti riguardanti il peso dei bagagli e la loro corretta identificazione tramite cartellini di riconoscimento, reperibili in una cartoleria qualsiasi.
Presentarsi in anticipo in maniera da svolgere tutte le incombenze richieste prima dell’imbarco e tenere con sé i beni personali in uno zainetto non ingombrante.

Viaggiatori in attesaL’imprevisto è comunque dietro l’angolo e quando capita si vorrebbe esprimere il proprio disappunto attingendo a un vocabolario di improperi particolarmente ricco. Anzi, in certe occasioni se ne creano di nuove.
Una volta calata la rabbia iniziale subentra il bisogno di salvare il salvabile ma, in queste situazioni, la cosa peggiore è che ci si trova impotenti.

Forse non si possono evitare ma è possibile tutelarsi da imprevisti e disagi, soprattutto da quelli concernenti i ritardi. Ad esempio, a titolo preventivo si potrebbe consultare il sito Flightright che non solo orienta il viaggiatore su come affrontare gli imprevisti ma che, all’occorrenza, si incarica di provvedere ad avviare le pratiche per un rimborso.

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: