Dice la teoria dei sei gradi di separazione che ogni cosa o persona è collegata a qualunque altra cosa o persona attraverso una catena di conoscenze e interazioni che includa non più di cinque intermediari. Sarà vero?

A mettere alla prova la teoria ci ha pensato la catena alberghiera Mercure Hotels con il suo concorso The six friends theory. Risultato: la giovane Ludovica è stata spedita per un viaggio intorno al mondo che è cominciato a Roma e si concluderà in Australia con l’incontro con una comunità aborigena.

Non è ancora chiaro se a loro – gli aborigeni – questa teoria sia mai stata spiegata e come prenderanno l’incursione di Ludovica nel caso non la condividano con altrettanto entusiasmo. Ma poco importa, quel che conta è il viaggio, non la destinazione. E a giudicare dal resoconto della nostra giovane avventuriera fin qui non se l’è passata male. Andiamo allora a vedere quali sono state le tappe principali del suo viaggio, e visto che non siamo qui a pettinare le bambole ci mettiamo anche qualcosa di nostro per rendere la lettura più interessante.

Parigi

La stupefacente capitale Francese – bella quanto antipatici i suoi abitanti – continua ad ammaliare migliaia e migliaia di turisti ogni anno. Perdersi tra le sue meraviglie, però, è molto più facile che imparare a pronunciare “s’il vous plait” senza scatenare la repulsione di camerieri e baristi locali. Per facilitare il vostro incontro con la Ville Lumière acquistate i biglietti di mostre e musei online oppure presso le biglietterie degli uffici del turismo dislocati in varie zone della città: risparmierete tempo ed energie preziose altrimenti perse in fila.

Parigi_Roberto Ventre

Londra

La vibrante capitale del rock, del punk e del piatto nazionale più ridicolo al mondo è anche la città europea ad avere il più alto numero di musei e attrazioni gratuiti in offerta per i visitatori. In tanta magnanimità rientrano, tra le altre cose, anche le seguenti immancabili esperienze: il cambio della guardia a Buckingham Palace (ore 11.30), all’Horse Guards Arch (ore 11, tranne la domenica che invece è alle 10) o al Castello di Windsor (ore 11); il British Museum; la galleria di arte moderna Tate Modern; l’Imperial War Museum; e naturalmente tutti i bellissimi e verdissimi parchi cittadini.

The 6 Friends Theory

Berlino

La capitale tedesca non è soltanto una delle città più amate del momento tra i giovani in virtù della sua vivace atmosfera artistica e culturale. È anche una destinazione che può rivelarsi sorprendentemente economica, grazie a una straordinaria varietà di proposte adatte ad ogni gusto e ad ogni tasca. Per un pasto gustoso e a buon prezzo provate il Berlin Burger International sulla Panierstrasse (tra Hasen Heide e Görlitzer Park).

Berlino, Germania

Rio de Janeiro

La conturbante metropoli brasiliana non necessita presentazioni: dal Carnevale alle spiagge incantate, dai Mondiali alle Olimpiadi, pare che da questa località ultimamente sgorga il meglio e il peggio che l’umanità abbia prodotto negli ultimi anni. Attenzione alla sicurezza personale: non spostatevi mai da soli in aree poco illuminate; meglio la metropolitana degli autobus (soprattutto tra Centro e Copacabana); se proprio volete visitare una favela rivolgetevi ad un tour operator, ma ricordate anche che per garantire la vostra incolumità questi ultimi versano una parte dei profitti alle organizzazioni criminali.

Ipanema_Rio de Janeiro_Mike Vondran

Johannesburg

La mastodontica metropoli sudafricana è una città per molti versi affascinante (la storia dell’Apartheid, i locali alla moda, gli innumerevoli ristoranti etnici…) ma molto poco ospitale: criminalità urbana, poche aree pedonali, pochi spazi verdi, molto traffico. La città sembra costruita solo per le macchine e anche i mezzi pubblici sono carenti e inefficaci. Ciononostante un buon modo per spostarsi tra l’aeroporto, Malboro, Midrand, Rosebank, Pretoria e Centurion è costituito dal Gautrain, un treno veloce, pulito e relativamente sicuro.

The 6 Friends Theory

Bali

Se è la prima volta che arrivate in questo paradiso indonesiano prendete qualche appunto: da ottobre ad aprile c’è la stagione delle piogge, troverete meno folla, prezzi abbordabili e ovviamente più acqua; protezione solare e repellente antizanzare non devono mai essere fuori dalla vostra portata; per spostarvi sull’isola noleggiate un motociclo, possibilmente con cilindrata 150 (se non siete pratici con le marce troverete anche degli scooter); visitate qualche tempio, ma ricordatevi che il Pura Tanah Lot e il Pura Ulun Danu Bratan sono sempre affollati da turisti chiassosi.

Brisbane

Benvenuti in Australia, patria dei koala, dei canguri e della barriera corallina. Se siete giunti a Brisbane probabilmente siete diretti verso la Gold Coast o la Sunshine Coast, ma ecco il nostro consiglio: prendetevi un paio di giorni per visitare anche questa città, scoprirete una località cosmopolita, una vivace vita notturna e ottima cucina. Fata un po’ di acquisti nell’animata Queen Street, passeggiate tra le piante del giardino botanico, oppure prendete un traghetto lungo il fiume per pochi dollari e godetevi una prospettiva differente su questa magnifica città.

 

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: