A partire da sabato 18 luglio le Dolomiti non solo si tingeranno di rosa dall’alba al tramonto ma saranno lo scenario naturalistico del Festival della Musica ad alta quota.

L’evento, chiamato I Suoni delle Dolomiti, si svolgerà lungo il passo di San Pellegrino e inizierà alle prime lui del mattino, sullo sfondo delle note di musicisti di fama mondiale.

Dolomiti

Per la precisione, sulle cime del Col Margherita escursionisti e amanti della buona musica avranno modo di ascoltare Dave Douglas, trombettista americano, Mario Brunello che giungerà da Castefranco Veneto e il quartetto di violoncellisti Marco Radaelli, Andrea Cavuoto, Livia Rotondi e Andrea Scacchi, i Cello 4Ever.

Alle sei del mattino la valle che si stende al di sotto del Col Margherita verrà inondata di musica e, per l’occasione, la funivia verrà aperta al pubblico fin dalle quattro di mattina e il costo per il passaggio verrà ridotto. La località è raggiungibile anche a piedi, in tutto non si superano i 20 minuti di camminata. Qualunque sia il percorso o il mezzo scelto, la vista panoramica ai piedi delle Dolomiti è stupefacente.

Dolomiti

Nel corso del concerto, infatti, l’uditorio potrà anche vedere, da sud verso est, le cime delle Pale di San Martino che ricordano le guglie delle cattedrali gotiche, la muraglia del Civetta e il solitario Monte Pelmo. Volgendo lo sguardo da nord, invece, l’occhio ammirerà la catena di Costabella e i Monzoni. Dietro di essi non sarà difficile scorgere anche i pilastri della regina delle Dolomiti, la Marmolada. Infine, a ovest, il panorama mozzafiato si conclude con la vista del Latemar e del Catinaccio.

I Suoni delle Dolomiti

Il Festival della Musica ad alta quota, da anni riscuote un notevole successo. Dave Douglas aveva già dato fiato alla sua tromba nel 2003 quando, sempre in occasione del Festival della Musica ad alta quota, aveva composto Mountain Passages. L’ispirazione di questo motivo venne proprio grazie alla cornice descritta e tornerà a farsi sentire anche nell’edizione 2015.

Per la grazia con la quale i virtuosismi sonori degli artisti ospitati si intrecciano con armonia ai suoni e all’atmosfera rilassante delle Dolomiti. Un connubio carico di emozioni intense che permette di vivere la montagna e l’arte in tutti i suoi aspetti per acquisire un’esperienza di viaggio unica e irripetibile.

Tuttavia, dato che l’evento si svolge all’aperto, è possibile che il tempo giochi brutti scherzi e, in caso di pioggia il Festival si svolgerà al riparo del Cinema Marmolada di Canazei alle 17.30 dello stesso giorno, sabato 18 luglio.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: