Giorno numero uno, settimana numero uno. È arrivato il momento di dire ciao alla mia confortevole vita berlinese e di prendere il primo volo per tornare in Sicilia, Italia.

Sto per andare nel mio piccolo paesino, il luogo dove sono nato. Si chiama Torre Faro. È arrivato il momento di salutare la mia famiglia prima della grande avventura.

Genitori e parenti sono molto contenti di vedermi perchè sanno che fino alla prossima volta che potranno abbracciarmi passeranno almeno sei mesi. Sono abituati a vedermi andar via perché la prima volta che partii avevo 19 anni, quando lasciai il paese per inseguire il mio sogno a Londra.

Da quel giorno ho viaggiato e lavorato all’estero per quasi 12 anni. Ma dirsi addio è sempre difficile, specialmente quando hai di fronte un viaggio di migliaia di chilometri in uno dei continenti più grandi del mondo. Un viaggio attraverso alcune delle nazioni meno sicure al mondo, nazioni famose per i loro problemi di criminalità e le loro bande organizzate.

Dico addio non solo alla mia famiglia e amici, ma al mio appartamento, al mio lavoro di direttore artistico e co-fondatore di una delle agenzie di design più note nella scena berlinese. E dico addio alle mie abitudini e alla mia routine giornaliera per affrontare un mondo sconosciuto.

Non mi aspetto niente perchè non conosco niente di questa avventura e devo abituarmi a questa idea. Il progetto che sto lanciando con questo viaggio si chiama Interactive Travel Adventure ed è unico nel suo genere. Non conosco nessuno che abbia fatto una cosa simile prima di me.

In breve, viaggerò da Cuba all’Argentina utilizzando qualsiasi mezzo a disposizione e con un budget limitato. Fin qui niente di nuovo, tuttavia la differenza principale è che documenterò questo viaggio con dei vlogs settimanali, proprio come questo che vedrete tra poco.

Le persone che seguiranno questa avventura sceglieranno tutte le tappe e le attività di questo percorso. In altre parole, il mio destino è nelle mani di altre persone, queste persone sceglieranno per me cosa fare e dove andare.

Tanti pensieri scorrono nella mia mente, non ho mai fatto una cosa del genere prima d’ora, però non c’è tempo per pensare.

È arrivato il momento di partire.

Per prendere parte al progetto e decidere del destino del protagonista registratevi sul sito di Superjab.

A proposito dell'autore

Angelo "Superjab" Lo Presti

Mi chiamo Angelo Lo Presti e sono nato in un piccolo villaggio Siciliano. Sognava di lavorare a Hollywood. Trent'anni dopo, ha visitato gran parte di Europa, Australia, Sud-Est asiatico, Cina, Russia, Stati Uniti e Canada. Attualmente sono a spasso per il Centro e il Sud America in un viaggio... controllato da voi! Hollywood può aspettare.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: