Sono ormai parecchi anni che prediligo i viaggi avventura, ovvero quei viaggi che ti portano a scoprire una destinazione in modo più profondo, intimo, diverso dai viaggi pacchetto che ti può offrire un tour operator o una agenzia di viaggi.

Con l’arrivo dei bambini questo tipo di filosofia di viaggio non è cambiata, anzi, è una sfida in più per dimostrare che anche con bambini piccoli si può viaggiare in totale sicurezza senza rinunciare all’avventura.

Land Rover Discovery Sport Family

Detto questo, sia io che Felicity non amiamo particolarmente i viaggi low cost, ma preferiamo viaggiare in modo comodo, intelligente, senza disdegnare il lusso e allo stesso tempo senza rinunciare all’adrenalina del viaggio avventura. Ed è questa la nostra filosofia praticata anche nei viaggi on the road, dove prediligiamo mezzi di trasporto pratici, senza rinunciare al comfort e alla comodità.

Per il nostro ultimo viaggio on the road ci siamo affidati a Land Rover Discovery Sport un’auto che combina confort a prestazioni su strada (e fuori strada) imbattibili. 3000 chilometri percorsi da est a ovest del nord Italia, attraversando l’intero arco alpino su strade asfaltate ma anche mulattiere e sentieri di montagna.Dalla Val Chisone (in Piemonte) al Friuli Venezia Giulia, passando per Trentino e Lombardia, in un emozionante viaggio di tre settimane nel quale anche le nostre bambine hanno potuto godere dei paesaggi da cartolina delle nostre montagne e hanno imparato ad apprezzare il viaggio on the road.

Ma torniamo alla Discovery Sport, un’auto così versatile che presenta una configurazione dei sedili 5+2 opzionale pur mantenendo un aspetto più compatto e aggressivo di un tradizionale SUV 5 posti. Comoda per la famiglia grazie alla possibilità, come dicevamo, di aggiungere due posti a sedere in terza fila e avere ancora 194 litri di spazio per il bagaglio a disposizione.

Interni rifiniti con classe senza togliere nulla al comfort: linee orizzontali e verticali su superfici lisce, sedili in pelle premium regolabili elettronicamente, computer di bordo di ultima generazione. I bambini si innamoreranno del tetto panoramico e del comfort dei sedili posteriori anche durante tragitti su mulattiere e sentieri montani. Comodo il pannello di controllo dotato di ogni funzione con un touchscreen da otto pollici e un head-up display per un interazione intuitiva durante i viaggi.

Si diceva di strade sterrate e mulattiere: una funzione che ho apprezzato particolarmente è l’All Terrain Progress Control (ATPC), una sorta di controllo della velocità utile in situazioni difficili nelle quali il guidatore si deve concentrare su ostacoli o anomalie del terreno, permettendo così di mantenere la velocità costante. Ma anche l’Hill Descent Control, che consente di guidare in sicurezza su strade in forte pendenza.

Land Rover Discovery Sport Family Fuori Strada

Utilissimo il sistema di apertura dell’auto senza telecomando né chiave: in pratica con le chiavi dell’auto in tasca si possono aprire tutte le portiere dell’auto semplicemente tirando a sé la maniglia, come se la macchina non fosse chiusa a chiave. Stessa cosa per il baule: basta passare il piede sotto la parte posteriore dell’auto e il portellone si apre automaticamente. Comodo no?! Utile quando si hanno entrambe le mai impegnate e si ha la necessità di aprire il baule. Uso poco la funzione parcheggio assistito, comodo si, ma me la cavo egregiamente anche solo con i sensori di parcheggio e la telecamera posteriore.

Land Rover Discovery Sport Family è un’ottima auto che consiglio a chiunque è alla ricerca di un auto dalle linee sportive, versatile, dalle ottime prestazioni, senza rinunciare al comfort e allo spazio.

Land Rover Discovery Sport Family 6

Infine vi propongono un breve video amatoriale che abbiamo girato durante questo viaggio, nel quale si può vedere come l’auto può davvero percorrere ogni tipo di strada e anche su quelle più impervie i bambini sembrano non venire disturbati.

Per maggiori informazioni: Land Rover Discovery Sport Italia

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: