Il rischio che si corre nel viaggiare spesso e nell’aver visitato molte nazioni (nel mio caso oltre 100 paesi negli ultimi 15 anni) e aver fatto centinaia di esperienze in giro per il mondo, è quello di non emozionarsi più di fronte a nuove avventure e situazioni. Per esempio: mangiare ostriche in Bretagna è sì un’esperienza nuova ma non la posso definire magica. Fare kayak sul lago di Garda è sì piacevole ma niente di più. Salire sull’Empire State Building a New York o sulla torre Eiffel a Parigi è un’esperienza unica ma non adrenalinica. Insomma, ci siamo capiti.

Altri luoghi, invece, riescono ancora a trasmettere forte emozioni come il salire sui 6500 metri del monte Illimani in Bolivia o percorrere in mountain bike la strada più pericolosa al mondo sempre in Bolivia. Vedere Angkor Wat in Cambogia o il Taj Mahal all’alba, o le balene in California.

illimani, Bolivia

Oppure nuotare con i delfini a Mauritius ed è questa l’esperienza che vi voglio raccontare in questo post. Nel mio viaggio di giugno (2016) a Mauritius avevo in programma un’escursione in mare per vedere i delfini: sulla carta si presentava come il solito tour in compagnia di decine di impazienti turisti su un’imbarcazione con musica, bibite, snack, personale poco attento ai delfini ma più preoccupato a terminare il tour nel più breve tempo possibile (e nel portare a casa il più alto numero di mance). 

Invece, guardando bene il programma, ho scoperto che la mia imbarcazione sarebbe stata composta di sole quattro persone con partenza da Tamarin (costa ovest dell’isola) alle 6 di mattino, di buon ora per anticipare gli altri tour organizzati. 

Mauritius

Mezz’ora di barca e siamo nel punto dove generalmente si possono vedere i delfini, che immancabilmente arrivano poco dopo il nostro arrivo. Scatto qualche foto, niente di ché, difficile dalla barca. Decido di entrare in acqua con la GoPro. Avevo in passato avuto già un’esperienza di nuoto con i delfini ma mai mi ero trovato circondato da decine di delfini pronti a giocare e interagire.

Una sorpresa che al momento si era trasformata in stupore, incredulità di fronte a questo spettacolo della natura. Un’emozione forte che difficilmente riuscivo a contenere.

Mauritius

Faccio qualche ripresa anche se al momento avrei preferito starmene lì da solo, senza fare foto o video, solo io e i delfini. In realtà qualche minuto lo passo così, distaccato dal resto del mondo, in solitudine. Un’esperienza che ancora oggi a raccontarla mi fa venire la pelle d’oca. Una cosa è poi vedere i delfini negli acquari o nuotare con loro in vasche con la supervisione di istruttori, un’altra e l’essere in mare aperto, sentirne i suoni e i richiami, toccarli e sapere che si trovano in quel posto perché sono loro a volerlo e non perchè costretti dall’uomo.

Rimango in acqua per circa mezz’ora, un’altra imbarcazione ci raggiunge e altre persone entrano in mare. Alcuni delfini se ne vanno, altri rimangono, comunque incuriositi, quasi rispettosi nei confronti di questi turisti venuti appositamente per vederli. 

È come se il delfino trasmettesse un’energia positiva, di pace, tranquillità

A Mauritius con i delfini

Di seguito il breve video che ho girato con la GoPro mentre ero in mare con i delfini.

Per maggiori informazioni su questo tour > Nuota con i delfini a Mauritius 

In certi periodi dell’anno si possono vedere anche le balene ma meglio controllare sul sito di Tourism Mauritius Italia 

Dove dormire a Mauritius

Outrigger Mauritius Beach Resort > Un resort 5 stelle dall’atmosfera rilassata e informale ma con i servizi e l’attenzione di alto livello. Ideale anche per famiglie.

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: