Il Carnevale di Colonia è una faccenda tremendamente seria: è molto antico ed è forse il più “sentito” di tutta la Germania. I cittadini di Colonia si preparano per questo evento tutto l’anno, tanto che viene definito come la “quinta stagione dell’anno” e viene coniato sempre un motto diverso nel dialetto locale, il Koelsch, da cui prende nome anche la birra del posto, che nella settimana del Carnevale scorre a fiumi (letteralmente e non come un modo di dire!).

Nel 1823 venne fondato il “Festordnendes Komitee”, l’organizzazione che si occupa del Carnevale. Bisogna infatti sapere che il Carnevale inizia ufficialmente l’11 novembre alle 11.11, quando i cittadini si ritrovano tutti vestiti in maschera nel cuore della Altstadt (città vecchia) ad Heumarkt dove, da un palco, una ormai tradizionale festa molto rumorosa ne sancisce l’inizio: musiche tipiche carnevalesche e il tipico saluto “Kölle Alaaf” sono le primissime “mosse”, fino ad arrivare ad un vero e proprio conto alla rovescia, come fosse Capodanno.

Da questo momento fino a febbraio, quando inizia il Carnevale di strada, si tengono feste private in costume; perciò, non è strano vedere gente in maschera in metropolitana o in giro a piedi per la città, da novembre in poi, soprattutto nel fine settimana.

Il clou della festa si ha però dal Giovedì Grasso, quando i cittadini di Colonia letteralmente impazziscono con la Weiberfastnacht, la festa delle donne. Le donne, armate di forbici, vanno in giro alla ricerca di uomini con la cravatta, ai quali la taglieranno e riceveranno così un bacio (non serve spiegare nei dettagli cosa simboleggi questo taglio!). Nelle giornate successive di venerdì, sabato e domenica regnano sovrani festa, birra, musica e rumore; la città si riempie, poiché questo evento richiama moltissimi turisti, non solo dal resto della Germania ma anche da tutta Europa.

In questi ultimi giorni di Carnevale le aziende in città chiudono per festa (tanto nessuno andrebbe a lavorare!) e si può quindi festeggiare ed alzare anche un po’ il gomito. Il lunedì è, invece, il Rosenmontag, giorno in cui viene svolta la parata di carri più grande e più lunga: siamo nell’ordine di 5 ore circa di parata, è davvero spettacolare e si snoda per le vie del centro, vi basterà seguire la massa e la musica e chiedere in albergo indicazioni sulla zona migliore da cui seguirla.

Anche nei giorni precedenti ci sono le parate dei carri, ma sono più brevi  e meno spettacolari. Quelli che sfilano sono i carri delle associazioni cittadine all’interno di ogni singolo quartiere della città (la stessa cosa avviene nei paesi vicini a Colonia) e ogni carro lancia sulla folla dolciumi e oggetti vari che devono essere raccolti e portati a casa; la gente incita questo lancio gridando “Kammelle! Kammelle!” che appunto significa “dolciumi, caramelle”. Sappiate quindi che vi serve una borsa molto capiente!

Altra curiosità è che, per tutto il periodo del Carnevale di strada, fuori dai locali vengono appesi dei pupazzi di pezza, le “Nubbel”, che incarnano i peccati che il Carnevale ha fatto commettere. Il Martedì Grasso le Nubbel vengono bruciate in grandi roghi fuori dai pub, la festa si conclude e la città torna alla vita normale, riprendendo e riaprendo le varie attività perché, appunto, nell’ultima settimana che chiude il periodo di festa Colonia è come paralizzata.

Ecco un paio di consigli pratici per chi volesse andarci l’anno prossimo.

Sappiate che è necessario prenotare voli e hotel mesi prima, come già detto è, infatti, tutto pienissimo. Evitate accuratamente hotel troppo in centro, c’è veramente tantissimo rumore e confusione, ubriachi che gridano tutta la notte, botti che esplodono a tutte le ore: molto meglio un hotel vicino al centro ma leggermene fuori dal caos. Un buon punto per dormire è, ad esempio, il quartiere di Holzmarkt: c’è un hotel davanti al Museo del Cioccolato ed è a soli 10 minuti a piedi dalla Altstadt, che permette un comodo soggiorno fuori dal folle caos carnevalesco.

Alcune regole fondamentali

Alcune cose però sono molto importanti: dovrete travestirvi per forza, o sarete del tutto fuori luogo; dovete essere amanti del caos, deve piacervi la birra e dovete tollerare chi beve troppo, in questi giorni sono veramente tutti ubriachi, non vi molesteranno, anzi, vi faranno divertire perché l’atmosfera è allegra, ma sappiate che sarà veramente pieno di gente che beve a tutte le ore.

Tenetevi pronti a fare file lunghissime per entrare nei locali del centro e della Altstadt, questo per via dei molti turisti e in generale della gente che va in giro; una alternativa è semplicemente mangiare qualcosa in uno dei vari stand che vengono appositamente montati in giro e ovviamente compratevi una birra in uno dei tanti chioschi della città e passeggiate senza meta, vi divertirete comunque.

Durante il giorno le varie parate dei carri sono perfette per le famiglie con i bambini, dopo le sette di sera, invece, meglio cercare un ristorante fuori dal centro e lasciare che siano i ragazzi ad andare in giro, chi ha bambini è meglio che rientri in albergo o comunque che vada fuori dal centro, non perché sia pericoloso ma perché è davvero molto molto caotico. Ad ogni modo, una visita a Colonia durante il Carnevale è consigliata, tornerete carichi di dolciumi e avrete visto davvero un qualcosa di particolare, ma partite preparati, soprattutto pronti a gridare in continuazione Kölle Alaaf.

Maggiori informazioni: carnevale di Colonia, Germania

A proposito dell'autore

Mi chiamo Beatrice e, come è facile immaginare, amo viaggiare, scoprire nuovi luoghi, perdermi nei sapori, negli odori e nelle nuove culture. Sono convinta che con la conoscenza si possano abbattere molte barriere e risolvere tanti problemi. Amo portarmi a casa tutti i ricordi e tutto ciò che un viaggio regala, perché l’esperienza del viaggio resta dentro di noi per sempre.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: