Lago d’Endine, provincia di Bergamo. Un piccolo ma pittoresco lago incastonato tra i monti della Val Cavallina, nelle Prealpi Orobiche. Durante tutto l’arco dell’anno regna un’atmosfera di pace e tranquillità nei paesi che si trovano sulle sue sponde, con eccezione fatta per qualche festa patronale o evento sportivo. In inverno difficilmente si trovano turisti, amenochè il lago non si ghiacci e allora la gente inizia ad arrivare a flotte, curiosa di assistere in prima persona a questo evento spettacolare della natura.

Ma quando e come ghiaccia il lago di Endine? Come quasi tutti i piccoli laghi di montagna, nei mesi più freddi dell’anno (dicembre e gennaio), quando la temperatura scende sotto gli zero gradi, la superficie del lago inizia a ghiacciare. Le giornate sono corte e anche in quelle di bel tempo il sole risplende sulle acque del lago solo per 3-4 ore al giorno. La temperatura non supera mai i 2-3 gradi centigradi durante le ore diurne e di notte scende anche sotto i dieci gradi. Queste sono condizioni climatiche ideali per far si che le acque del ghiaccio inizino a gelare, partendo da uno strato di pochi centimetri che man mano aumenta fino ad arrivare anche a 50 centimetri di spessore.

In una giornata limpida e soleggiata di gennaio, armati di drone e con molta cautela (è vietato camminare sul lago a piedi) abbiamo girato questo video che rende l’idea della bellezza e unicità di questo piccolo lago, reso ancora più affascinante dal riflesso e colore del ghiaccio che lo ricopre.

Durante i fine settimana il lago è letteralmente preso d’assalto da curiosi spinti a provare la sensazione di camminare sulla sua superficie ghiacciata, nonostante i divieti dei comuni limitrofi.

Curiosità: il lago di Endine si trova a circa 300 metri sul livello del mare ed è uno dei pochi laghi non alpini che ghiaccia. Negli anni ’70 alcuni temerari attraversavano il lago addirittura in automobile, come c’era anche gente che con delle seghe tagliava pezzi di ghiaccio da utilizzare per conservare il cibo in casa.

Come ci si arriva: dal casello autostradale di Bergamo si seguono indicazioni per Lovere. Dopo circa 40 minuti si arriva al lago di Endine.

Dove fermarsi per un caffè o una pizza: a Spinone presso il Ristorante Pizzeria Momì con vista panoramica sul lago (anche all’aperto) oppure al Borgo dei Cigni

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Lascia un commento