Art Deco – Gli anni ruggenti in Italia, non è una mostra di prodotti preconfezionati, ma un viaggio nel racconto dello sviluppo culturale del nostro territorio – fino alla nascita del gusto made in Italy.

440 opere, in esposizione fino al 18 giugno 2017 nei Musei in San Domenico di Forlì, che rievocano il clima dell’Italia durante gli anni Venti quando architetti, pittori, scultori ma anche orafi e stilisti si sono cimentati in progetti che riflettevano il nuovo stile artistico e artigianale.

Uno stile di ritrovata armonia tra tradizione e modernità.

GIO-PONTI_La-conversazione-classicam

Camminando tra le stanze dei musei in San Domenico – un’articolata unità architettonica ripristinata con la massima attenzione alla sua storia e al suo carattere originario – si viaggia attraverso quindici sezioni caratterizzate da linearità, tagli netti, volumi sintetici e ritmi bidimensionali.

I racconti di quegli anni sfrenati sono affidati alle opere del pittore e ceramista, Galileo Chini affiancato da grandi maestri come Vittorio Zecchin e Guido Andlovitz, che guardano a Klimt e alla secessione viennese. Ancora ai maestri faentini Domenico Rambelli, Francesco Nonni e Pietro Melandri. Alle invenzioni del secondo Futurismo di Fortunato Depero, il tutto accompagnato dalla straordinaria produzione della Richard-Ginori ideata dall’architetto Gio Ponti.

 

Ponti_Mano-con-decoro-florealem
Ammirando le opere si respira uno stile di vita eclettico e internazionale, alla continua ricerca della piacevolezza del vivere negli anni successivi alla Grande Guerra.

ALBERTO-MARTINI_Ritratto-di-Wally-Toscaninim

La mostra – curata da Valerio Terraroli e diretta da Gianfranco Brunelli – è strutturata, gradevole, capace di interessare, incuriosire e sedurre il pubblico di più generazioni.

Ma è anche attenta al sociale. Infatti, grazie alla collaborazione con la Fabbrica del Sorriso, si è abbinata la bellezza dell’arte alla cura della vita sostenendo la ricerca contro il cancro nei bambini.

Informazioni utili

Dove: Musei in San Domenico, piazza Guido da Montefeltro – Forlì
Quando: Fino al 18 giugno 2017. Dal martedì al venerdì con orario continuato dalle 9.30 alle 19.00. Mentre il sabato, domenica e giorni festivi, l’apertura è dalle 9.30 alle 20.00
Quanto: Il costo del biglietto è di € 12. I bambini fino a 6 anni entrano gratuitamente.

A proposito dell'autore

Siamo Tonia e Valeria ma nella blogosfera siamo Forchetta&Valigia. Una strana coppia la nostra: una precaria con esperienza, l'altra indecisa cornica. E come suggerisce il titolo del blog c'è una, anzi due grandi passioni che ci accomunano: i viaggi e il cibo!

Post correlati

Lascia un commento