Parigi è come una grande giostra dalla quale non si vorrebbe mai scendere, dove ogni giro é una nuova emozione. Le belle piazze, i favolosi giardini, gli eleganti edifici, i meravigliosi ponti, il sinuoso percorso della Senna e le sue romantiche rive, e i caffé con le loro belle terrazze ad ogni angolo della strada, i negozi di fiori, le vetrine della moda e … quelle dei dolci!
La ricetta è semplice e si scrive in 11 lettere: GOURMANDISE ed ha gli stessi ingredienti dell’amore, anche quelli più amari, che si trasformano in piacere. Come resistere all’opulenza charmeuse delle pasticcerie parigine? Questi dolci con le loro forme generose ed appariscenti, seducono la vista, poi tocca alle mani e alle labbra scoprirne la consistenza e infine al palato gustare la morbidezza delle farciture interne e la croccantezza esterna.
Le tendenze della moda del momento sono rappresentate da piccoli dolci dalle fragranze variegate (cloche, creme, confetture, granola) e ovviamente colorati, primi fra tutti i macarons, profumati e dai gusti sempre nuovi (ai classici gusti cioccolato, caffé, fragola, pistacchio, limone, si aggiungono quelli al bergamotto, olio d’oliva, wasabi, coca-cola), seguiti dai cupcakes, piccole fantasie alle creme con cappellino decorato (cuoricino, orsetti, farfalline).
L’onda della moda riporta alla ribalta i piccoli bignè, chiamati choux, farciti alla crema pasticcera o chantilly e guarniti in tante golose diverse maniere (mandorle e pistacchi, colate di cioccolato fondente).
Intramontabile l’éclair, bignè dalla forma allungata, ripieno di crema e glassato sopra in tante possibili versioni originali, che come dice il termine – “lampo” nella lingua francese – si mangia proprio in “un lampo”. La pasta chou si ripropone per le Religieuses (due bignè sovrapposti, uno più grande ed uno più piccolo, che figurano una monaca) farcite dentro e glassate fuori in tanti possibili gusti: cioccolato, caffè, ma anche alla rosa, alla violetta.

Dove farsi tentare:

  • Ladurée: pasticceria francese di lusso specializzata nella produzione dei macarons. Indirizzo principale: 75 Av. des Champs-Élysées, Parigi VIII, Ladurée Le Macaron: 14, rue Castiglione, Parigi I
  • Popelini: Choux a tutti i gusti (vaniglia, caffè, limone, pralinati, pistacchio, cioccolato nero, cioccolato al latte e « chou du jour » a sorpresa. Indirizzo: 29, rue Debelleyme, Parigi III
  • Pierre Hermé: Tarte infiniment Vanille (anche al Café), Macarons, Choux. Indirizzo: 72, rue Bonaparte, Parigi VI
  • Jean Paul Hévin: Macarons assortiti a tutti i gusti della frutta e, naturalmente al cioccolato, Gateaux al cioccolato della serie Voyage, Eclair al cioccolato, Mille foglie alla vaniglia o al cioccolato, Longchamp pralinato o al cioccolato nero. Indirizzo: 231, rue Saint-Honoré, Parigi I
  • L’éclair de genie: una vera éclair-mania: i buoni bigné in tutte le nuance e colori. Indirizzo: 14 rue Pavée, Parigi IV
  • L’Atelier de Gâteaux: boutique supercolorata che propone: cupcakes, ateliers di pasticceria e sala da tè. Indirizzo: 23 Rue del’Abbé Grégoire, Parigi VI
  • Les Merveilleux de Fred: per gli amanti delle meringhe, queste fantastiche pasticcerie, mostrano tutte le fasi di preparazione del dolce nelle sue varietà: Incroyable, Impensable, le Magnifique, Sans-Culotte. Indirizzo: 7 rue Tocqueville, Parigi XVII

A proposito dell'autore

Vera Mascaretti

Nata a San Benedetto del Tronto nel 1969 Residente a Parigi dal 2014 • Attualmente lavoro per A spasso per Parigi • Tipo di impiego: collaborazione free-lance nell’attività di studio e analisi dei flussi turistici verso la francia e dalla francia verso l’italia; gestisce il blog aspassoperparigi.it . Redattrice di articoli e studi per conto di alcune testate giornalistiche turistiche on line.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata