Regione piccola, stretta e costiera ma dalle mille sfaccettature, la Liguria affascina soprattutto grazie all’anima antica che traspare in maniera nitida e quasi tangibile fra i carruggi e le casette variopinte che si affacciano sugli speroni rocciosi che si protendono sulla cristallina distesa marina. Spaccati di vita e immagini che a molti appaiono scontate, tanto da non poter offrire ulteriori suggestioni al turista, spesso avido di aspetti desueti che restituiscano il fascino di una ammaliante riscoperta.

A tal proposito, una vacanza nei 60 mila ettari di Parchi e aree  marine protette è certamente una piacevole opzione tra le tante: il Parco nazionale delle Cinque Terre, i Parchi Naturali Regionali di Montemarcello-Magra, Porto Venere, dell’Aveto, di Portofino, dell’Antola, del Beigua, di Bric Tana, di Piana Crixia e delle Alpi Liguri. Sembra quasi impossibile che in una regione effettivamente abbastanza piccola (è letteralmente un lembo di terra) si possa perdersi in cotanta natura e bellezza.

Nel Parco di Portofino, sul Golfo del Tigullio, oltre alla natura, si può godere di arte e storia: dalla graziosa abbazia della Cervara, ch si trova nella splendida baia di San Fruttuoso di Capodimonte, si arriva fino ai giorni nostri, invece, con il Centro Internazionale di Sculture all’Aperto nel Castello del Barone von Mumm.

Nel Parco dell’Antola affascina il Castello della Pietra di Vobbia, con la sua millenaria cultura leggendaria. Un vero paradiso per alpinisti e amanti del birdwatching che possono avventurarsi sul Monte Antola e lungo la ferrata delle Rocche del Reopasso, che permette quindi di raggiungere il lago del Brugneto.

Mucche al pascolo, foreste secolari e la cornice dei monti più elevati dell’Appennino Ligure: questo è ciò che offre il Parco dell’Aveto, dove vivono in libertà i cavalli mustang della Valle Sturla, presso il lago Giacopiane. In queste aree si trovano luoghi unici come il lago delle Lame, da cui partono numerosi sentieri di svariate lunghezza e difficoltà che conducono ai laghetti nei dintorni e al Monte Aiona.

All’interno del Parco del Beigua, il Geopark appartiene ad una lista prestigiosa di 87 Geoparchi patrimoni Unesco. Bellissimi paesaggi dell’Appennino genovese per tutti gli appassionati di trekking o fruibili tramite splendide escursioni a cavallo.

Le stesse attività vengono praticate nel Parco di Montemarcello Magra, dove si può anche andare in canoa sul torrente Vara e in battello sul fiume Magra, passeggiare fra le meravigliose piante dell’orto botanico o pedalare per le lunghe piste ciclabili. Un nuovo servizio navetta collega l’Alta via del Golfo, con partenza da Calice al Cornoviglio, all’Alta Via dei Monti liguri.

Per altre meravigliose visite di orti botanici si suggeriscono quelli di Villa Hanbury di Ventimiglia e Villa Marigola di Lerici, senza dimenticare gli splendidi “gioielli verdi” di Villa Faraggiana ad Albissola, Villa Durazzo di Santa Margherita Ligure, Villa Serra di Comago in Val Polcevera, o i parchi di Nervi nel levante di Genova, Villa Durazzo Pallavicini e il suo percorso scenografico. Quest’ultime sono delle bellissime dimore con dei veri e propri tesori di giardini conservati grazie alla cura degli antichi proprietari, che trasmettono così il desiderio di interazione con un territorio variegato ed unico come quello della Liguria.

A proposito dell'autore

Giuseppina Serafino

Oltre alla passione per la scrittura, un modo per “viaggiare” con le parole nelle molteplici sfaccettature della realtà, mi piace dedicarmi al trekking e al cicloturismo. Ho iniziato a viaggiare a quattro mesi, quando i miei genitori si sono trasferiti dal sud a Milano per motivi di lavoro, ripetendo lo stesso percorso, ogni anno, fino alla maggiore età. Ho visitato molti stati europei organizzando meticolosamente il viaggio e documentandolo grazie alla mia inseparabile macchina fotografica.

Post correlati

Lascia un commento