5 cose che non sapevate sulla vita notturna di Sydney

1)  Lo sapevi che a Sydney la maggior parte dei locali notturni chiude alle 3 di notte?

A questa incantevole città nel sud dell’ Australia non piace vivere di notte: tutto si accende all’alba, le palestre aprono alle 6 del mattino, ogni persona che vive qui non si sveglia mai dopo le 8, i pasti sono anticipati (nessuno cena dopo le 7.30 per favorire la digeribilità!) e tutto si spegne molto presto per ricominciare il ciclo di vita avendo riposato abbastanza!

Durante la settimana i locali notturni chiudono non dopo l’1.30 di notte e soltanto nel weekend ci si può concedere una botta di vita in più (ma il knock out rimane all’1.30) e devi rispettare REGOLE MOLTO FERREE riguardo l’assunzione di alcolici.

2)  Lo sapevi che dopo mezzanotte non puoi più bere uno shot?

Se vuoi lavorare in un locale che vende alcolici devi obbligatoriamente fare un corso (l’RSA) che certifica di essere al corrente di alcune NORME DI SICUREZZA. In Australia l’alcol rappresenta una PIAGA SOCIALE in costante avanzamento, una realtà molto diversa da quella a cui noi europei siamo abituati. Esistono per questo leggi molto severe per il consumo di alcolici. Dopo le 10 di sera ad esempio, non puoi più acquistare alcol nelle bottle shop e dopo mezzanotte la vendita di cicchetti (che generalmente contengono distillati o liquori) è vietata in tutti i bar e club della città.

La vita notturna a Sydney

3)  Lo sapevi che a Sydney non si può bere alcol per strada?

Ti sembrerà strano! Tu che alle grigliate nei parchi accompagni fiumi di birra a kili di carne e che non ti fai mancare un fresco cocktail in riva al mare nelle calde serate estive… MA QUI E’ ASSOLUTAMENTE VIETATO. Le multe sono salatissime per chiunque decida di bere alcol fuori dai locali adibiti per tale attività

.La vita notturna a Sydney

4)  Lo sapevi che se non hai l’ID con te non entri da nessuna parte?

Durante il corso RSA ti insegnano che un minore di 18 anni non può bere alcolici e non può entrare nei locali che ne vendono se non è accompagnato da un genitore. All’entrata di ogni locale (anche semplici bar), c’è sempre un buttafuori che controlla il passaporto o la carta d’identità a tutti, NESSUNA ECCEZIONE. E addirittura qualche locale è a prova di documento falso perché ci sono delle macchine all’entrata che scannerizzano i lineamenti del tuo viso e la foto del documento…se non combaciano SEI FUORI!!

Ma tutte queste regole che esasperatamente cercano di risolvere questo grande problema sono realmente efficaci?

Tutti i weekend vediamo tante persone di tutte le età barcollare per strada e vomitare negli autobus… quindi sorge spontaneo chiedersi come mai, in una città così tanto attenta alla vendita e all’assunzione di alcol, questo fenomeno rappresenti una piaga sociale tanto estesa e in continuo ampliamento?

5)  Lo sapevi che le ragazze a Sydney si vestono tutte le sere da Red Carpet?

Se vedete arrivare gambe lunghissime su tacchi vertiginosi in una nuvola di profumo e paillettes, state attraversando le strade di Sydeny e quelle sono le gambe di ragazze sempre pronte al Red Carpet.

Ebbene si, qui ci si sente piccole e brutte perché le ragazze di Sydney sono sempre ALTE, PERFETTE e ABBRONZATE! I vestiti paillettosi tutti colorati, i tacchi alti e i capelli sempre lucidi sono il tratto distintivo delle ragazze Australiane!

La moda Europea attuale ha abolito il tacco e l’ha felicemente sostituito con un bello stivaletto nero sportivo, e le paillettes da noi si usano a Capodanno…MA QUI SI PUO’!

Questa è Sydney, che nonostante i suoi tabù rimane la Città dai mille colori e dalle innumerevoli  possibilità..

La vita notturna a Sydney

A proposito dell'autore

alla prossima fermata

Viviamo di cambiamenti, emozioni forti e smothies alla banana.

Facciamo tutto ciò che ci rende felici e scartiamo tutto ciò che è facile da raggiungere!

Legati in modo speciale e insolito, superiamo insieme ogni difficoltà. Ci piace coltivare tutte le passioni che abbiamo scoperto negli anni e siamo convinti che viaggiare non ci stancherà mai.

Abbiamo vissuto in varie città europee, dell’Asia e dell’Australia perché vogliamo assaporare a fondo costumi e tradizioni di un luogo prima di lasciarlo.

Post correlati

Lascia un commento