Un percorso incredibile in bicicletta, che inizia ai piedi delle montagne più alte del mondo, a Kathmandu capitale del Nepal, si snoda nell’India dei luoghi sacri del Buddha, nel Rajasthan e nelle regioni confinanti col Pakistan. E che poi prosegue giù, lungo la costa occidentale fino al Kerala.

Un viaggio che costringe alla necessità di amministrare bene le proprie risorse e le proprie energie, ma che al contempo regala una possibilità unica: quella di misurarsi con itinerari straordinari, di mettere alla prova se stessi e di poter raccontare e condividere il proprio viaggio con moltissimi altri appassionati. Tutto dalla sella di una bicicletta, pedalando al ritmo del proprio cuore, faticando su due ruote che smetteranno di girare solo dopo aver raggiunto la meta comune a tutti i tragitti di 7MML “Ritorno al centro”: Kannur, 17 luglio 2017.

7MML Ritorno al centro, Mountain Bike - Kathmandu

Kathmandu 12  aprile, confusa come le idee che ho in testa, capitale del disordine ci accoglie come in fondo sapevamo, come se stesse arrivando un marziano, da stupire con ardore da catturare con pudore, 24 ore di viaggio alle spalle amplificano l’impatto con questo girone infernale.

7MML Ritorno al centro, Mountain Bike - Kathmandu

Kathmandu 13 aprile, impensabile visitare la città in bicicletta  per il folle modo di guidare, la polvere e l’aria irrespirabile. A Pashupatinath le sequenze della cremazione fanno fatica ad essere immortalate nel mio obbiettivo, anche se la religiosità del momento potrebbe, o dovrebbe, essere tramandata attraverso le immagini come insegnamento di un momento cosi importante della vita.

Dopo  l’imperdibile visita a Boudhanath, in cerca di una cena ci ritroviamo sulla terrazza di un bazar, travolti dalla festa del capodanno nepalese. Unici stranieri siamo oggetto di attenzione. Il puro divertimento della serata, non organizzata e inattesa, ci rende ancora più contenti di avere intrapreso questo viaggio.

Damauli 16 aprile. Tappa mangia e bevi si definirebbe in gergo ciclistico, non per i festeggiamenti della Pasqua e nemmeno di Pasquetta, ma per lo svolgersi del percorso, che ci regala continui saliscendi, che mettono a dura prova gambe e mente. Dando un’occhio al grafico altimetrico pare una lama seghettata, con parecchi denti, pronta come si dice a segarci le gambe.

Così è. A differenza dei giorni precedenti, sole cocente sopra la testa, temperature che arrivano a 41 gradi, ambiente circostante che cambia improvvisamente, palme, terrazzamenti, risaie…

7MML Ritorno al centro, Mountain Bike - Damauli

Le pedalate vengono scandite dai bambini ai lati della strada che saltano di gioia al nostro passaggio regalandoci la forza mentale per proseguire.

Concludiamo la tappa con 75 km non facili, arriviamo a Damauli qualcuno stremato altri meno, ma tutti col sorriso stampato; fa parte del gioco lo sappiamo, lo accettiamo!

Pokhara è vicina!

Siddarthanaga 21 aprile. Oggi dopo le fatiche di ieri tratto tutto in discesa rigenerante che ci permette di apprezzare il paesaggio anche se bisogna prestare attenzione alle strada dissestata che mette alla prova le bici e negli ultimi chilometri, dato il traffico intenso, anche i nervi. Arriviamo a Siddarthanagar e ci concediamo il lusso di un vero hotel visto che riusciamo a spuntare un buon prezzo dopo qualche trattativa. Ultimo vero giorno di Nepal, domani si sconfina…

24-25 aprile. Ripartendo da Gorakhpur il sole già arroventa la strada e al passare delle ore tocca punte intorno ai 42 gradi che ci costringono a numerose soste per far scorta di acqua fresca e immancabilmente ad ogni fermata si crea una folla sempre più numerosa di curiosi intorno a noi.

Arrivati a Deoria grazie all’aiuto di un ragazzo indiano che lavora anche a Dubai e che parla un buon inglese troviamo velocemente un hotel decoroso e dopo un breve consulto sul percorso dell’indomani optiamo per un treno che permetta di avvicinarci a Patna, città cui vorremmo dedicare un po’ di tempo in più.

7MML Ritorno al centro, Mountain Bike - Deoria

Tra la ressa della coda riusciamo a conquistare, a caro prezzo, un biglietto solo grazie all’aiuto degli impiegati delle ferrovie per scoprire poi che dobbiamo viaggiare comunque nel vano bagagli: impossibile entrare con le bici nelle carrozze passeggeri e di lasciar soli i nostri mezzi non se ne parla! L’esperienza è pittoresca ma il caldo è asfissiante e sorpresa finale… nel caos abbiamo preso il treno sbagliato. Riusciamo a rimediare ma dobbiamo imbucarci da portoghesi sul treno giusto.

7MML Ritorno al centro, Mountain Bike - Deoria

Arriviamo a Chapra sfiniti. L’incontro di un ragazzo al quale chiediamo informazioni da’ una svolta a quella che sembrava un serata “cena e poi a letto”. Accettiamo l’invito a casa sua. Ospiti di una famiglia numerosa in una casa dai mille colori, ci troviamo coinvolti in un clima amichevole e solare come se fosse amicizia da sempre. Super cena come da giorni non mangiavamo e poi intervista in diretta (che nel frattempo il nostro ospite ha organizzato) con due giornalisti di una TV locale, Chapra Today. La serata termina con un’ulteriore sorpresa: la mamma ci benedice con un rituale indù offrendo dei doni a ciascuno di noi. Magica India anche questo sei…

7MML Ritorno al centro, Mountain Bike - Deoria

1-2 maggio, Varanasi. Trent’anni dopo (per me). Cambiato? No. Rituali uguali. Orari uguali. Gange uguale.

Il tempo è immutato nella città sacra indiana e immutato è l’interesse per la sua spiritualità, il credo, la magia di un impalpabile “qualcosa” che tocca il cuore.

7MML Ritorno al centro, Mountain Bike - Varanasi

Arrivati attraverso un imponente ponte, a Varanasi, Anna Maurizio Alberto ed io, abbiamo depositato le bici e i bagagli nell’ospitale Hotel Ganesha e via subito per i Gat, le scalinate che portano direttamente nell’acqua putrida, ma sacra, del fiume più noto al mondo, capace di un impagabile e inspiegabile purificazione umana.

7MML Ritorno al centro, Mountain Bike - Varanasi

Incantati dalla cerimonia che si ripete ogni sera da secoli, trascorriamo, cullati dall’acqua, una serata senza pensieri, rapiti soltanto dalla musica, dai colori, dagli odori, dalla spiritualità che noi occidentali percepiamo solo in parte.

7MML Ritorno al centro, Mountain Bike - Varanasi

A proposito dell'autore

7 Mila Miglia Lontano

L'associazione culturale 7MML è diretta da Giuliano Radici (presidente) e Marco Bariselli (tesoriere).

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: