Da espressione di anticonformismo ad opere d’arte a cielo aperto, oggi la street art è fonte di attrazione di moltissimi turisti Italiani che non vogliono rinunciare a scoprire gli angoli più colorati e caratteristici delle città che visitano.

Secondo l’International Travel Survey gli italiani dichiarano che in vacanza possono rinunciare allo shopping (40% degli intervistati), al noleggio auto (27%) e a hotel di lusso (23%) ma sicuramente non ad escursioni o tour alla scoperta del luogo che stanno visitando. Solo il 14% dichiara di poterne fare a meno.

Andare alla scoperta del luogo che si visita, apprezzarne gli angoli più nascosti e caratteristici è infatti ciò a cui gli Italiani non vogliono rinunciare quando sono in vacanza, specialmente se si tratta di esperienze originali, uniche e a costi ridotti (se non addirittura gratuite) spesso non presenti nelle tradizionali guide turistiche, come ad esempio i Festival di street art.

I 5 FESTIVAL STREET ART PIÙ COLORATI E DIVERTENTI D’EUROPA

 

1. M.I.A.U. Fanzara – Castellon, Spagna

Dal 6 al 9 luglio

Il Museo Inacabado de Arte Urbano (The Unfinished Museum of Urban Art) si caratterizza per il diverso approccio verso la street art: non solo dipinti sui muri ma anche sculture, land-art, performance e installazioni 3D. La cittadina spagnola di Fanzara (Valencia) ha beneficiato notevolmente in termini di flusso turistico grazie al M.I.A.U., che ne ha incrementato l’interesse artistico-culturale.

 

2. Meeting of Styles – Copenhagen, Danimarca

Dal 21 al 23 luglio

Meeting of Styles è uno dei più grandi festival di street art al mondo. Si tratta di una manifestazione itinerante, con eventi in più di 30 città in tutto il mondo durante l’intero anno, tutti accomunati da un tema comune, quello dell’era dell’abbondanza. Giunta alla terza edizione, la tappa di Copenaghen inizia a luglio e si terrà al Pumpehuset – un palazzetto per concerti nel centro della capitale danese. Un tripudio di artisti e di stili: dalle opere in 3d al wildstyle, dal realismo al classico lettering.

 

3. Graffiti Na Gradele – Isola di Brač, Croazia

Dal 27 al 29 luglio

L’Isola di Brač in Croazia, nei pressi di Spalato, ospita ogni estate uno dei più grandi festival di graffiti e street art della zona. Si tratta di una manifestazione non-profit che viene organizzata in occasione del Bol Summer Festival. L’obiettivo del Graffiti Na Gradele – è questo il nome dell’evento – è quello di mostrare giovani talenti che operano all’interno dello stesso spazio. Oltre alla manifestazione dedicata ai graffiti, durante il Bol Summer Festival, l’isola si anima di moltissimi altri appuntamenti e feste per celebrare l’estate e l’arte.

 

4. Upfest – Bristol, UK

Dal 29 al 31 luglio

Bristol è la mecca inglese per gli amanti della street art e Upfest ne è la più importante celebrazione inglese.  Si tratta infatti del più grande e gratuito festival di arte e graffiti in Europa, con più di 300 artisti provenienti da 30 paesi del mondo che dipingono su una superficie di 30.000 mq tra Bedminster & Southville. La vendita di opere d’arte a prezzi accessibili, performance musicali e laboratori d’arte completano un weekend visivamente spettacolare!

Il festival non solo promuove la street art ma sostiene anche un messaggio importante in quanto raccoglie offerte per l’associazione National Association for Children of Alcoholics che offre aiuto a genitori e giovani con problemi di alcolismo.

 

5. Bloop Festival – Ibiza, Spain

Dal 23 agosto al 9 settembre

Immerso nel paradisiaco paesaggio dell’isola più festaiola delle Baleari, il Bloop Festival di Ibiza è un evento annuale che mette in mostra alcune delle opere più interessanti degli artisti dell’isola. Ogni anno c’è un tema a fare da fil rouge, quello dell’anno scorso è stato il problema sociale noto come FOMO (fear of missing out, ovvero la paura di perdersi qualcosa) e il cambiamento della comunicazione di massa attraverso i social media, che gli artisti presenti hanno cercato di interpretare attraverso un personale utilizzo dei colori ed il proprio stile.

A proposito dell'autore

Valentina Carbone

Ho un nome lungo ma amo le presentazioni brevi. Sono sempre alla ricerca di nuove emozioni perché solo così so sentirmi viva.
Viaggiare mi scuote il pensiero, lo stomaco, l’anima. Viaggiare mi permette di toccare con mano la mia interiorità. Viaggiare mi insegna a sorridere. Viaggiare mi fa sentire una persona migliore. Viaggiare.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: