Non hai ancora deciso dove trascorrere le tue vacanze estive e non hai tempo di metterti a cercare su Internet? Allora non perdere altro tempo, devi conoscere Joinbed per vivere un’esperienza unica e diversa di viaggio.

In questo periodo Joinbed sta letteralmente spopolando: una nuova piattaforma online, che è in realtà una bellissima community, formata da tutte le persone che credono in un turismo diverso fatto nel rispetto dei luoghi e vissuto in modo consapevole, ma soprattutto condiviso!

Infatti non esiste esperienza più bella del condividere con altri momenti unici e autentici di un viaggio, di trascorrere del tempo con gli abitanti del posto visitato, per conoscere da vicino e toccare con mano tradizioni e sapori locali.

Ogni soggiorno si trasforma in questo modo in una vera esperienza di vita. Questo tipo di turismo si sta sempre più diffondendo: viene definito turismo esperienziale, in quanto è vissuto insieme alle persone che abitano nei luoghi scelti dai visitatori per le loro vacanze. Questa estate concediti una vacanza che, oltre ad essere rigenerante e divertente, ti faccia scoprire nuovi luoghi e attività vivendo esperienze uniche in compagnia delle persone del luogo.

Il turismo è diventato sempre più consapevole: si è diffuso un nuovo modo di vivere le vacanze e il tempo libero. Cosa aspetti a conoscere meglio anche tu Joinbed e scoprire tutte le fantastiche possibilità offerte dai membri di questa comunità per rendere indimenticabili i tuoi momenti di relax e riposo?

joinbed

Come è nato Joinbed: un sogno che diventa realtà!

Nel maggio del 2016 Marco Messina insieme al suo socio Riccardo Carisi ha ideato Joinbed partendo da un’idea a prima vista semplice, ma davvero efficace e innovativa per il mondo del turismo e dei viaggi: quanti italiani possiedono case troppo grandi e vorrebbero per alcuni periodi condividerne gli spazi con persone in passaggio nella loro città? Oppure alcuni italiani hanno delle seconde case che non utilizzano sempre nel corso dell’anno. Da qui è nata l’idea di unire queste necessità alla possibilità che le persone possano trascorrere dei momenti insieme (e perché no anche guadagnando qualcosa).

In effetti, esistono già diverse piattaforme online che offrono questo tipo di servizi, ovvero una stanza oppure un posto letto dove dormire, insieme ad un bagno e all’uso della cucina quando serve. Ma la vera novità di Joinbed risiede nel donare ai propri ospiti delle esperienze sensoriali e di vita da condividere insieme.

Il sogno di Marco e Riccardo è diventato così realtà, contagiando in questo anno tantissime altre persone che hanno visto in Joinbed l’opportunità di trasformare il proprio soggiorno in un vero e proprio viaggio dei sensi. Ma la cosa fantastica è che puoi scegliere autonomamente il tipo di esperienza a seconda dei tuoi desideri, delle tue curiosità e passioni personali per vivere un viaggio indimenticabile.

joinbed

Ma come funziona Joinbed?

Puoi scegliere di essere un host oppure un ospite.

L’host è una persona del luogo che mette a disposizione una casa, un appartamento, a volte anche una masseria: esistono diverse formule per il soggiorno che si possono scegliere a seconda delle proprie necessità. Accanto all’accoglienza e all’alloggio ogni host propone anche una serie di attività da condividere insieme ai suoi ospiti per conoscere meglio i luoghi, le tradizioni tipiche e vivere esperienze uniche.

Vuoi qualche esempio? Una cena a base di piatti tipici regionali, un corso di pasta fatta in casa, un mini-tour con una persona del posto, una giornata nei campi insieme a una famiglia di veri contadini, un corso di yoga, una lezione di chitarra o un addetto al make-up.

Se sei invece un ospite, devi eseguire su Joinbed una semplice ricerca: inserisci il nome della località che vuoi visitare per un soggiorno e ti appariranno tutti gli host disponibili. Potrai visionare quale tipo di abitazione è disponibile e valutare se corrisponde ai tuoi desideri, mettendoti subito in contatto con le persone del luogo.

Ogni host ha scelto per sé un nome particolare e legato al tipo di esperienza che offre. Ad esempio nel Lazio, e più precisamente ad Aprilia, presso “La casa del Pastore” è possibile vivere una giornata in compagnia del pastore: pascolare con le pecore, mungere le vacche o semplicemente dare da mangiare agli animali da cortile. E non solo. È possibile degustare anche delle ottime cene tipiche preparate con i prodotti della terra.

joinbed

Quali sono i prezzi?

Certamente i costi di una vacanza non sono mai da sottovalutare e il budget va tenuto sempre sotto controllo. Con Joinbed però i prezzi sono bassi e fissi per tutti. L’idea è quella di spendere meno, ma senza privarsi di nulla e offrendo un servizio professionale e di qualità!

Per il futuro il desiderio è di far conoscere e provare dal vero ad un numero sempre maggiore di persone questo tipo di vacanza e di turismo esperienziale. L’obiettivo è di portare nei prossimi 5 anni questo progetto in tutta Italia e in Europa. 

Joinbed: casa che vai, esperienza che fai!

Dopo tante parole, ti trasportiamo – con un video – nell’esperienza vissuta da Marco Messina presso “La casa del Pastore”.

 

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

4 Risposte

  1. Isabella

    Mi si è aperto un mondo! Per me che amo il turismo esperienziale, è una scoperta magnifica!!!! Ovviamente prossima vacanza, l’alloggio si cerca su Joinbed!

    Rispondi
  2. Sandra

    Molto interessante davvero, ora me lo vado a guardare con calma, perchè potrebbe interessarmi sia come host che come cliente..
    grazie per questo post!

    Rispondi
  3. Zineb

    Ma è una figata p a z z e s c a!!!! è la prima volta che sento parlare di questa cosa e la trovo superinteressante ed assolutamente da provare. Ma fatemi capire, per ora è una cosa solo italiana? Ha intenzione di diffondersi?

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: