Viaggiare piace un po’ a tutti. C’è chi parte periodicamente per delle semplici vacanze antistress, chi occasionalmente si sposta per curiosità o bisogno d’esplorazione, chi viaggia per lavoro, chi per necessità, addirittura c’è chi vive viaggiando. Ormai i mezzi di trasporto e gli strumenti che internet mette a disposizione permettono a chiunque di viaggiare più o meno lontano senza troppe difficoltà. Questa semplificazione induce spesso a trascurare un aspetto importante, che, per qualche ragione, è ritenuto secondario: la burocrazia.

 

DOCUMENTI

I documenti sono indispensabili. Ne è richiesto uno anche per le operazioni di prenotazione di biglietti aerei. Il tipo di documento richiesto cambia in base alla destinazione che scegliete. La carta d’identità potrebbe non essere sufficiente specialmente se vi recate fuori dall’Unione Europea: in questo caso sarà necessario il passaporto. Controllate sempre la scadenza, perché naturalmente un documento scaduto non è più utilizzabile. Se viaggiate all’interno della UE è buona idea portare con sé anche la tessera sanitaria e la patente di guida (se ne possedete una).

ASSICURAZIONE SANITARIA

Quando si viaggia all’estero, la sicurezza è la priorità assoluta: è fortemente consigliabile stipulare un’assicurazione sanitaria che vi garantisca assistenza completa senza dover sborsare cifre altissime. Specialmente quando si vola in altri continenti, è un aspetto molto importare da considerare prima di tutto.

ASSICURAZIONE DI VIAGGIO

Per garantirvi tranquillità mentale, tenete in considerazione anche i piccoli problemi comuni alla maggior parte dei viaggiatori. Furti o smarrimento dei bagagli e dei documenti sono imprevisti purtroppo frequenti, ma converrebbe anche rendersi preparati a evenienze quali ritardo o cancellazione del mezzo di trasporto, o addirittura interruzione o annullamenti, munendosi di un’assicurazione di viaggio.

VISTI

Oltre al passaporto, per recarsi in molti Paesi è necessario richiedere e ottenere un visto. Sotto forma di documento a sé stante o di timbro sul passaporto, esso vi permette di accedere al territorio di un determinato Paese per un periodo di tempo variabile. Prima di programmare il vostro viaggio, verificate se la destinazione da voi prescelta richieda un visto. Soprattutto, fatelo con largo anticipo, considerato che in diversi casi l’emissione di un visto richiede tempi molto lunghi. Importante ricordare che per entrare nel Stati Uniti serve l’Esta (visto turistico per gli Stati Uniti) anche se si è in transito.

CARTE DI CREDITO E BANCOMAT

Quando viaggiate in paesi con valute diverse dall’Euro, è sempre consigliabile partire con una piccola quantità di contante nella nuova valuta per far fronte alle situazioni di necessità subito dopo l’arrivo in aeroporto (prendere un carrello bagagli, pagare un taxi o un biglietto di un treno e della metro nel caso in cui non si possa pagare con una carta). Inoltre prima di partire verificate sempre se il vostro bancomat o la vostra carta di credito siano abilitati al prelievo di contanti e al pagamento nel Paese in cui intendete recarvi. Ricordate che il prelievo all’estero prevede sempre una commissione e che il bancomat ha spesso un limite di utilizzo che all’estero potrebbe cambiare rispetto a quello previsto in Italia.

BIGLIETTI AEREI E NORME SUI BAGAGLI

Potete prenotare autonomamente i vostri biglietti aerei o decidere di rivolgervi a un’agenzia. Utilizzate sempre i siti ufficiali (tutte le principali compagnie ne hanno uno) per la ricerca di date, tariffe e per la prenotazione vera e propria. Affidarsi a siti d’intermediazione potrebbe regalarvi spiacevoli sorprese. Prima di preparare i bagagli, controllate le norme specifiche della vostra compagnia aerea a proposito del peso e del contenuto, poiché cambiano di anno in anno e di compagnia in compagnia. Eviterete di incorrere in spiacevoli inconvenienti o di essere costretti a pagare penali al momento dell’imbarco.

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, fondatori di questo blog e di Thinkinnomads.com - In viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 110 nazioni visitate nei 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure. Al momento in viaggio in Asia con Maya e Isabella, le nostre due bambine.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: