Il viaggio negli Stati Uniti è il sogno nel cassetto che, prima o dopo, deve realizzarsi. La trasvolata atlantica verso gli USA rappresenta per molti di noi una tappa fondamentale nell’immaginario personale che poi si trasformerà in un ricordo incancellabile, in mille storie da raccontare e in altrettante esperienze da rivivere anche in altri contesti geografici.

Se finalmente è arrivato il fatidico momento di preparare le valigie, è il caso di non farsi prendere troppo dall’euforia della partenza e curare ogni minimo dettaglio con la dovuta attenzione.

Per non incappare in sgradevoli inconvenienti e contrattempi che potrebbero pregiudicare la buona riuscita della partenza, la prima cosa da fare è munirsi di tutta la documentazione necessaria per l’entrata negli Usa.

Le normative vigenti in materia sono molto rigide e scrupolose, ed i controlli, come logica conseguenza, non ammettono nessun tipo di mancanza o difetto.

L’autorizzazione elettronica al viaggio è il primo aspetto da prendere in considerazione.

 

L’Autorizzazione elettronica al viaggio negli Stati Uniti

In inglese è Electronic System for Travel Authorization, sintetizzato nell’acronimo Esta.

Letteralmente significa sistema elettronico per l’autorizzazione al viaggio ed è un requisito indispensabile richiesto dal governo statunitense per tutti i viaggiatori che vogliono accedere al territorio nazionale nel programma Visa Waiver Program, il Programma senza visto

Per ottenere l’autorizzazione elettronica al viaggio è obbligatorio compilare online il modulo I-94W. L’accettazione della richiesta permettere di sbarcare negli Stati Uniti ma non necessariamente di rientrare nel Programma senza visto.

Al momento dell’ingresso, presso il Customs and Border Protection, l’ufficio delle dogane e della protezione delle frontiere, il viaggiatore verrà dichiarato idoneo o meno al programma senza visto in base ad un’intervista effettuata dal funzionario di competenza. Un’eventuale non idoneità non preclude affatto l’opportunità di inoltrare una domanda per un visto diverso.

È da tenere ben presente che un’autorizzazione elettronica al viaggio, in qualsiasi momento e per qualsiasi motivo, può essere revocata. Inoltre, il richiedente è passibile di sanzioni penali o amministrative in caso di dichiarazioni false o fraudolente rilasciate al momento della domanda.

 

ESTA: come, dove e quando

Per ottenere via internet l’Autorizzazione elettronica al viaggio occorre essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • avere cittadinanza in un paese beneficiario del Visa Waiver Program (tra i quali c’è l’Italia),
  • essere in possesso di un passaporto in corso di validità, permanere negli Stati Uniti per un periodo inferiore ai 90 giorni,
  • essere in possesso di un titolo di viaggio di andata e ritorno, aereo o marittimo, emesso da una compagnia riconosciuta dal Governo Federale.

Lo stesso Governo suggerisce di inoltrare la richiesta online almeno 72 ore prima della partenza verso gli Usa, anche se la maggior parte delle richieste vengono evase in alcune decine di minuti. In caso di non accettazione, è necessario richiedere un visto ad un’ambasciata o ad un consolato degli Stati Uniti.

Tale procedura risulta avere delle tempistiche solitamente più lunghe anche perché può prevedere un’intervista di un funzionario consolare.

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, in viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 100 nazioni visitate in 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: