In molti ci chiedono come sia possibile viaggiare per il mondo con due bambine piccole e allo stesso tempo restare sereni e tranquilli. Innanzitutto bisogna partire preparati: è fondamentale fare ricerche online prima della partenza sui paesi che si intende visitare per verificare la presenza di eventuali zone a rischio (di qualsiasi genere), sopratutto se si viaggia con bambini piccoli. Per noi italiani uno strumento utile online è il sito della Farnesina: interattivo e ben strutturato, offre molte informazioni utili sui paesi stranieri.

I nostri consigli per chi viaggia con bambini piccoli

In questo momento ci troviamo in viaggio in Vietnam e sul sito della Farnesina, sotto la voce sicurezza, è riportato questo consiglio: “Il Vietnam è tra le destinazioni più sicure del Sud Est Asiatico e, pur non essendosi registrati episodi terroristici nel Paese, è comunque opportuno adottare una linea di condotta improntata a cautela…”. Se, come noi, viaggiate con figli piccoli, questo è già un buon punto di partenza.  

Sempre prima della partenza, è opportuno accertarsi di aver effettuato le vaccinazioni richieste per il paese (o i paesi) in cui intendete viaggiare, soprattutto per i bambini. In Vietnam per esempio non sono richiesti vaccini particolari per bambini piccoli, se non quelli somministrati dal servizio sanitario nazionale alla nascita e durante i primi 5 anni di vita del bambino.

Per qualsiasi altra zona, consultate sempre il sito della Farnesina: un buon punto di partenza per la salute in viaggio di bambini piccoli è questo post.

Attenzione: malaria e dengue sono molto pericolose per i bambini sotto i 5 anni, per cui sarebbe meglio scegliere una destinazione a basso rischio malaria e usare sempre un repellente spray per evitare le punture di insetti. Detto questo, io e Felicity viaggiamo sempre senza prendere pastiglie antimalaria perchè non tolleriamo questo tipo di farmaci. Da quando abbiamo bambini, evitiamo di viaggiare in zone ad alto rischio malaria. 

Durante il viaggio fate particolarmente attenzione alle condizioni igieniche dei ristoranti (o street food) in cui mangiate e abbiate cura di bere sempre acqua filtrata o in bottiglia. Noi mangiamo spesso street food anche con i nostri bambini e non abbiamo mai avuto problemi.

Come facciamo a capire se un posto è sicuro o meno?

Di solito se il ristorante è pieno con gente del posto, specialmente se si tratta di famiglie con bambini piccoli, è un buon segnale e induce una certa tranquillità. A onor del vero, non si può mai essere sicuri al cento per cento, nemmeno nei ristoranti a 5 stelle. Di fatto, le due occasioni in cui abbiamo avuto problemi di stomaco si sono verificate dopo aver mangiato in ristoranti per turisti.

Ultimo consiglio, ma non certo per ordine d’importanza, è stipulare un’assicurazione di viaggioUna valida assicurazione di viaggio e la cosa più importante che un viaggiatore deve avere.

Molti pensano che in viaggio tutto si possa risolvere anche senza bisogno di avere un’assicurazione, ma non è così e ve lo possiamo garantire. Anche se siete le persone più prudenti del mondo, possono verificarsi incidenti quando meno ce lo si aspetta, spesso causati da altre persone.

Esempio Pratico

State attraversando la strada a Saigon, avete guardato a destra, avanti, dietro, sotto e sopra eppure all’improvviso un motorino vi investe. Cosa fate senza assicurazione? Sapete che ospedali e cliniche non vi curano se non prima che abbiate saldato il conto? E il conto potrebbe essere di svariate miglia di euro? E se poi per qualsiasi motivo dovete essere rimpatriati, i costi possono arrivare a decine di migliaia di Euro. 

Non si rischia con la salute in viaggio, punto. E non si rischia quando in ballo c’è la salute e la sicurezza dei bambini. Anche per casi meno gravi come un’infezione intestinale è indispensabile avere un’assicurazione che vi garantisca copertura e assistenza, e possa indirizzarvi al medico più adatto e vicino al luogo in cui vi trovate. 

Va ricordato inoltre che un’eventuale assicurazione di viaggio associata alla vostra carta di credito non è paragonabile a una polizza viaggio specifica, che offre molti più vantaggi in termini di copertura, limiti d’età, assistenza all’estero, prezzo, durata, copertura bagagli, annullamento viaggio, consulenza legale.

Una polizza viaggio è personalizzabile e si adatta al tipo di viaggio che vi accingete a fare e alle vostre esigenze, una caratteristica che offre vantaggi significativi. Ad esempio, una vacanza in crociera richiederebbe una copertura differente da quella necessaria per un viaggio in cui si programma di praticare sport estremi, o per un soggiorno al mare, o per un tour fra i borghi di una determinata provincia di montagna.

Le polizze viaggio hanno un altro importante vantaggio: la copertura del bagaglio per eventuali danni di responsabilità della compagnia con cui viaggiate, furto, smarrimento ecc. Un bagaglio perso normalmente potrebbe rovinarvi l’intero viaggio, ma molte polizze prevedono, in caso di furto o smarrimento, l’acquisto di beni di prima necessità che consentano la normale prosecuzione del viaggio stesso.

E le assicurazioni non sono tutte uguali! 

Ricordatevelo. In rete si trova di tutto, ma non fatevi ingannare dai prezzi troppo bassi, perché con la salute (e i soldi) non si scherza. 

Da anni ci affidiamo a Europassistance: l’assistenza continua 24 ore su 24 e il pagamento diretto delle spese mediche sono peculiarità di quest’azienda, leader dell’assistenza in Italia dal 1968.

Con loro avevamo avuto esperienze molto positive anche durante altri viaggi fatti in passato: quando le nostre bambine erano state poco bene, abbiamo ricevuto un’assistenza professionale e completa, dalla prima chiamata fino alla visita ospedaliera.

Per questo nostro viaggio in Asia di circa 9 mesi, abbiamo optato per la soluzione Viaggi Nonstop TreSeiCinque, polizza per viaggi all’estero di oltre 3 mesi (per motivi di viaggio, studio o lavoro) e che copre tutta la famiglia.

La polizza garantisce:

  • assistenza sanitaria continua 24 ore su 24 in qualunque luogo nel mondo, supporto medico completo in caso di malattia o infortunio presso le strutture del posto
  • organizzazione dell’eventuale rientro sanitario
  • pagamento diretto delle spese mediche o eventuale rimborso nei casi in cui non sia possibile un pagamento diretto
  • Viaggi Nonstop TreSeiCinque prevede anche un’opzione di copertura di bagagli ed effetti personali, con la corresponsione di un indennizzo per eventuali danni derivanti da furto, incendio o danneggiamento.

Trovate tutte le informazioni su questo tipo di polizza qui.

Da quando siamo partiti per l’Asia abbiamo richiesto assistenza sanitaria in un paio di occasioni, prima per Maya (la nostra bambina di 2 anni) e poi per Felicity: la prima per un’infezione intestinale, mentre per Felicity il problema era un infiammazione delle vie respiratorie. In entrambi i casi abbiamo chiamato Europassistance in Italia, lasciando il nostro numero di telefono locale, al quale un operatore di Europassistance ci ha sempre ricontattato entro pochi minuti.

Il passaggio successivo è stato l’appuntamento per una visita specialistica all’ospedale più vicino al nostro hotel. In entrambi i casi il medico che ha visitato Maya e Felicity è sempre stato professionale, parlava bene l’inglese e ha spiegato in modo semplice e completo la cura da seguire ed i farmaci da ordinare. In entrambi i casi i farmaci sono stati forniti dall’ospedale stesso senza nessun costo da sostenere da parte nostra.

Sia Maya che Felicity hanno recuperato la perfetta forma fisica entro 2-3 giorni dalla visita in ospedale. Non abbiamo speso un centesimo e Europassistance non ha richiesto nessun documento da parte nostra a pratica conclusa. Semplice, veloce e, vale la pena dire, indolore.

Abbiamo a disposizione una decina di codici sconto del 20% per la stipulazione di una nuova polizza viaggio con Europassistance: lasciate un commento a questo post e saremo felici di condividere con voi questi codici.

#Movesafe

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, fondatori di questo blog e di Thinkinnomads.com - In viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 110 nazioni visitate nei 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure. Al momento in viaggio in Asia con Maya e Isabella, le nostre due bambine.

Post correlati

3 Risposte

  1. Daniele Germiniani

    Ciao ti ringrazio per gli utili consigli. Noi 5 partiremo a giugno per un anno di viaggio e la stipula di un’assicurazione di viaggio è nella to do list e ea è nella nostra top 3, ma le vostre esperienze dirette mi hanno quasi convinto del tutto

    Rispondi
  2. Marco
    Marco

    Siete in 5? Complimenti, sarà sicuramente una bella avventura. Che giro fate? Se vi servono i codici sconto fateci sapere. Ciao

    Rispondi
  3. Daniele Germiniani

    Ciao Marco scusa non avevo visto la risposta, in realtà siamo “solo” 4 chissà magari torneremo in 5… Volentieri qualche consiglio ed i codici mi vuoi contattare su [email protected]? Saluti

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.