Sono nato e cresciuto in Lombardia. In realtà ho anche studiato giurisprudenza in Lombardia e mi sono sposato con Felicity in Lombardia. Isabella e Maya sono nate in Lombardia per cui ho un forte legame con questa bellissima regione del nord Italia.

Da sempre amante del trekking non potevo non proporvi degli itinerari ed escursioni da fare in Lombardia di varia difficoltà (e lunghezza) pensati sia per escursionisti esperti in cerca di nuove sfide ma anche percorsi dedicati alla portata di tutti.

Da dove partire?

Iniziamo con La via dei Monti Lariani, un percorso escursionistico, progettato dal CAI di Como, che parte da Cernobbio e giunge fino a Sorico, disegnando un itinerario di ben 125 chilometri da affrontare in almeno sei tappe, pernottando nei rifugi che si trovano lungo la via.

Più breve e da poter completare in circa quattro ore di cammino è invece la Greenway del lago, che collega Colonno e Cadenabbia di Griante, passando per Sala Comacina, Ossuccio, Lenno. In zona si trova anche villa Balbianello e Tremezzo, dove spicca Villa Carlotta.

Appassionato/a di storia e di montagna? Ideale per escursioni di una giornata è il Percorso della Memoria, in Valcamonica. Ripercorre le mulattiere usate dai militari durante la Prima Guerra Mondiale: lungo il tragitto, non è raro incontrare postazioni destinate alle mitragliatrici antiaeree, grotte di ricovero e garitte e fortificazioni, come quelle che spiccano in cima al Doss de l’Ora.

Se preferisci un’escursione di due giorni ti puoi avventurare nel Periplo del Monte Aviolo, per farti incantare dai boschi di pini mughi, larici e dallo spettacolo offerto dal Lago Aviolo.

Sempre nella stessa zona, i più golosi potranno scegliere il trekking delle malghe: un’escursione enogastronomica che parte dal comune di Edolo e arriva fino a Monno. Durante la camminata si incontra così anche la località di Mola, con le sue malghe adibite alla produzione di formaggi, e l’Oasi faunistica di Toricla, una ricca riserva naturale abitata da caprioli, cervi e marmotte.

Natura, splendidi panorami e soste gustose si ritrovano in Valtellina, dove si possono organizzare piacevoli gite lungo il Sentiero del Cardinello (compreso nella famosa Via Spluga), una larga mulattiera scavata sul fianco della montagna che offre splendidi scorci naturalistici su cascate, sul torrente Liro e sui Prati dei Torni.

Altro percorso meritevole è la Via Bregaglia, che si estende da Chiavenna e arriva in territorio svizzero, fino al passo del Maloja, seguendo sentieri semplici, mulattiere e strade forestali. Quest’ultimo itinerario, da studiare su più giorni, è molto interessante perché consente di abbinare alle attrattive storico-culturali della zona – con visita ai monumenti storici come il Museo degli scavi di Piuro o il Palazzo Vertemate Franchi – panorami mozzafiato sui pizzi Sciora e Badile, soste presso le Cascate dell’Acquafraggia e presso il Parco delle Marmitte dei Giganti.

Per finire, se al divertimento offerto dall’attività all’aria aperta, si vogliono associare attività didattiche e educative, si può scegliere tra i tanti percorsi tematici, come il più famoso Sentiero ornitologico Walter Corti, offerti dal Parco delle Orobie Valtellinesi, e il Sentiero glaciologico Vittorio Sella, appartenente all’ Ecomuseo Valmalenco, che si snoda dal fondovalle al monte Ventina. Qui, lungo il tragitto, si trovano cartelli esplicativi e segnali glaciologici che offrono interessanti spunti di riflessione sui recenti cambiamenti climatici.

La Lombardia è facilmente raggiungibile in treno, aereo e auto da ogni parte d’Italia e d’Europa. Il modo migliore di raggiungere questi itinerari è sicuramente in auto: trovate tutte le indicazioni nei link di ogni escursione indicata.

E se avete domande su questa regione lasciate un commento e sarò felice di rispondervi.

A proposito dell'autore

Marco

Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com (versione inglese). 110 nazioni visitate in 5 continenti. In questo momento sono in viaggio con Felicity e le nostre due bambine nel sud est asiatico per 6 mesi, per dimostrare che è possibile continuare a viaggiare anche con l'arrivo dei bambini.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: