Quanti di voi sono cresciuti guardando i film della Disney e hanno desiderato visitare dal vivo uno di quei castelli che fanno da sfondo alle fiabe più belle?

Ma non sto parlando delle riproduzioni che si trovano nei parchi divertimento come Disneyland Paris… sto parlando di un castello “vero”, una dimora antichissima abitata da re e principi realmente esistiti.

Nel mondo ce ne sono tantissimi, ma il più bello, il castello delle favole per eccellenza, il castello che ha ispirato Walt Disney per i suoi più celebri film d’animazione è senza alcun dubbio il Castello di Neuschwanstein!

La storia del Castello di Neuschwanstein

Il nome tedesco Neuschwanstein può essere tradotto in italiano come Nuova pietra del Cigno, questo nome è collegato infatti al territorio dove sorge: Schwangau, Contea del Cigno. 

La ragione della sua costruzione fu principalmente di natura politica, infatti nel 1866 la Baviera, alleata con l’Austria, aveva perso una guerra contro la Prussia , per questo fu costretta ad accettare un’alleanza difensiva. Questa situazione tolse tutti i diritti del re sul proprio esercito in caso di guerra. Dal 1866, quindi, Ludovico II non era più un sovrano. A causa di questa disgrazia, come lui stesso la definì, nel 1867 iniziò a progettare il proprio regno, dove poteva sentirsi un re a tutti gli effetti.

Degno di nota è il fatto che Ludovico II era un grande appassionato del compositore Richard Wagner, per questo volle rendere omaggio alle sue opere, infatti il castello fu progettato principalmente da pittori e scenografi che si ispirarono alle composizioni di Wagner.

Ma Neuschwanstein non fu costruito rapidamente come il re si aspettava perchè il progetto era troppo complesso e il cantiere sulla montagna presentava molte difficoltà, per questo designer, architetti e artigiani si impegnarono giorno e notte per soddisfare le idee dettagliate del re!

Ludovico II pagò per la costruzione del palazzo con i propri soldi, di conseguenza si indebitò. Lo Stato quasi in bancarotta protestò molto, a causa di questo i suoi debiti personali aumentarono a vista d’occhio, tanto che a un certo punto fu costretto a interrompere i progetti di costruzione, non riuscendo quindi a vedere  il castello completato prima della sua morte, infatti delle 200 stanze presenti, solo 15 riuscì a vederle terminate.

Si racconta che Ludovico II fosse pazzo, il suo medico lo definì paranoico perchè amava rimanere isolato dal mondo, infatti il suo castello da favola diventò un rifugio personale. Sette settimane dopo la sua morte, rimasta un mistero, nel 1886, Neuschwanstein venne aperto al pubblico. Sicuramente non avrebbe mai immaginato che il suo regno privato si sarebbe trasformato in uno dei luoghi più visitati al mondo.

Il punto migliore per fotografare il Castello

Massimiliano II di Baviera, padre di Ludwig II, conosceva i percorsi e i punti panoramici più belli nell’area intorno a Hohenschwangau per ammirare il paesaggio, per questo nel 1840, come regalo di compleanno per la sua consorte alpinista Marie, fece costruire un ponte, chiamato appunto “Marienbrücke”, sopra la gola di Pöllat. Questo è il punto panoramico più bello per scattare le foto al castello.

Ma attenzione perchè durante la giornata ( indicativamente dalle 10 alle 16 ) potreste trovare una fila infinita di persone che vi impediranno di godevi il paesaggio. Quindi armatevi di pazienza se volete scattare qualche foto! Ma non scoraggiatevi perchè vi assicuro che l’impresa vale la spesa!

Ecco la coda di gente che abbiamo trovato noi all’ora di pranzo.

Per riuscire a godervi meglio il paesaggio vi consiglio di andare la mattina presto o verso il tramonto. Il ponte potrebbe essere chiuso durante il periodo invernale a causa delle condizioni meteorologiche. Sul sito ufficiale del castello trovate le informazioni aggiornate riguardo all’apertura del Marienbrücke.

Vi mostro due foto che ho scattato dal ponte in momenti differenti della giornata

 

Come Arrivare 

Il castello di Neuschwanstein si trova nelle vicinanze del paese di Schwangau e della città di Füssen, in Algovia.

In Auto

Prendete l’autostrada A7 (Ulm – Kempten – Füssen). Da Füssen prendete la strada statale B17 in direzione Schwangau; dopo aver attraversato il paese proseguite in direzione  Hohenschwangau. Qui troverete delle aree dove parcheggiare ( sono le uniche possibilità di parcheggio vicino al castello ). Potrete lasciare la macchina al costo di  6 euro per l’intera giornata e fare il biglietto se volete visitare il castello dall’interno.

Con i mezzi pubblici

Con le ferrovie tedesche fino a Füssen, poi con l’autobus fino alla fermata: “Hohenschwangau Neuschwanstein Castles, Schwangau”.

Sulla strada che conduce al Castello di  Neuschwanstein vale il divieto di transito per veicoli a motore e per biciclette.

A Piedi

Una volta arrivati a Hohenschwangau potete raggiungere il Castello a piedi in circa 30-40 minuti dalla biglietteria (1,5 km circa, con molta pendenza). Oppure…

Con carrozze trainate da cavalli

Partenza: Hotel Müller, Alpseestrasse, Hohenschwangau

A causa dello spazio limitato, le carrozze non possono raggiungere direttamente il Castello. Dal punto di arrivo delle carrozze, situato sotto il Castello, si devono percorrere ancora 450 metri, cioè 5-10 minuti a piedi in salita, per raggiungere l’ingresso.

Costi

Tariffe: salita 7 Euro / discesa 3,50 Euro (aggiornato al 1° agosto 2018)

I biglietti sono in vendita direttamente al punto di stazionamento delle carrozze.

Con il bus navetta

Gli autobus non possono arrivare direttamente fino al Castello, giungono fino al punto panoramico Jugend (Marienbrücke) al di sopra del Castello. Da lì si percorrono a piedi in discesa (12-19% di dislivello) altri 500 metri, cioè 10-15 minuti, per raggiungere l’ingresso del Castello.

Tariffe: salita 2,50 Euro / discesa 1,50 Euro / Salita e discesa 3 Euro (aggiornato al 1° giugno 2018)

Orari di apertura e tariffe di ingresso

I biglietti di ingresso per il castello di Neuschwanstein possono essere acquistati solo presso la biglietteria nella località di Hohenschwangau, situata al di sotto del castello. 

  • Il biglietto di ingresso è valido per un determinato orario. I tedeschi sono molto puntuali quindi le visite spaccano il secondo! Mettetevi in marcia verso il Castello calcolando il tempo necessario per raggiungerlo in tempo, poiché i visitatori che arriveranno in ritardo non saranno più ammessi alla visita prenotata.
  • Può succedere che i biglietti d’ingresso risultino esauriti per quel determinato giorno. Per questa ragione pensate per tempo alla prenotazione dei biglietti d’ingresso. Noi siamo arrivati alle 10 e ci hanno assegnato la visita alle 16.30.
  • Potete anche prenotarli online seguendo questo link: Prenotare biglietti di ingresso online 

Vendita biglietti alla biglietteria  (Ticketcenter)

Da aprile al 15 Ottobre : dalle 7.30 alle 17 ( Il castello è aperto dalle 9 alle 18 )
Dal 16 Ottobre a Marzo: dalle 8.30 alle 15  ( Il castello è aperto dalle 10 alle 16 )

Aperto tutti i giorni eccetto 1º gennaio24, 25 e 31 dicembre.

Prezzo intero: 13 euro · Prezzo ridotto: 12 euro
Ingresso libero per i bambini e i ragazzi al di sotto dei 18 anni.

I Film che ha ispirato

Biancaneve e i sette nani, Cenerentola, La bella Addormentata nel bosco, Rapunzel. Il castello di Pandora nelle serie I Cavalieri dello Zodiaco.  Il castello appare anche nel videogioco arcade Super Pang.

Questo è il panorama che potete ammirare dalla balconata del castello!

All’interno è proibito fare le foto. Vi verrà fornita un audio-guida ( disponibile in moltissime lingue) che vi spiegherà la storia di ogni stanza che visiterete. Non è grandissimo come ci si può aspettare ma comunque è una visita che consiglio perchè molto interessante.

Questo è il plastico del castello situato in una stanza che potrete ammirare alla fine del tour guidato.

Neuschwanstein è certamente fra i castelli e le fortezze più visitati in Europa, infatti ogni anno circa 1,4 milioni di persone visitano “il castello del re delle fiabe”.

In estate più di 6.000 visitatori al giorno ammirano le sue stanze. È aperto al pubblico dal 1886 e da allora è stato visitato da oltre 60 milioni di persone; è stato anche proposto per le sette meraviglie del mondo moderno.

A proposito dell'autore

Illustratrice e insegnante di professione, travel blogger per passione. Mi chiamo Damaride Marangelli, amo creare contenuti, dipingo, scrivo, invento. Sui social racconto le cose belle che ho visto durante i miei viaggi, da 8 anni lo faccio insieme al mio compagno di vita con il quale condivido l'account Instagram "Frekkkia" .

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: