E’ innegabile come oggi il turismo tematico sia diventato sempre più popolare e praticato dagli amanti dei viaggi, dove la destinazione vincolata assume connotati marcatamente legati a un determinato evento e argomento, dove l’itinerario è legato in modo evidente con un tema di interesse.

Il senso di questa nuova concezione del viaggiare pone quindi il turista in una posizione molto diversa, al centro della meta, da assoluto protagonista, assecondando le nuove tendenze in termini di visione corale del vivere odierno.

Gioco e turismo

Prendiamo ad esempio come argomento il tema del gioco, ovvero del gambling, che durante gli ultimi 15 anni ha assunto un ruolo sempre più centrale nella vita di molti appassionati, grazie anche al coinvolgimento dei casinò digitali online, sempre più presenti, per numero di giocatori e di utenti attivi in rete.

Così, se forse in Italia il turismo tematico sta iniziando a diventare più conosciuto, pur viaggiando con un colpevole ritardo, in altri Paesi sta diventando uno dei metodi più apprezzati da chi ama viaggiare e farlo con uno scopo e una meta ben precisa. Non c’è bisogno nemmeno di andare a vedere il lavoro svolto da Paesi come Stati Uniti d’America, Cina o Giappone, basti pensare a come si sono organizzati la Spagna e Malta, che hanno unito il turismo di massa alla concezione della passione per il gioco, ottenendo risultati lusinghieri in uno stretto lasso di tempo.

Bisogna ammettere come, in termini di new economy, il gioco d’azzardo abbia svolto un ruolo da protagonista, su scala mondiale e internazionale, nel corso di questi ultimi anni. Un ruolo che non è certo passato inosservato negli ambiti del turismo tematico, che sfrutta e ottimizza al meglio ogni possibile argomento, tendenza e preferenza da parte del pubblico.

Chi viaggia spesso avrà in effetti notato come oggi la scelta di una meta coincida sempre di più con un argomento specifico, segno che c’è stato a monte un discorso ben preciso di targetizzazione, votata verso un’ideale di marketing e di proposta turistica, svolta con criterio e una precisa organizzazione. Anche in questo caso appare chiaro come gli organizzatori europei abbiano saputo sfruttare al meglio gli schemi e i modelli che si sono imposti in quest’ultimo decennio sul Sud Est Asiatico, con Macao e Singapore che hanno probabilmente gettato le basi per il turismo tematico a tema gambling.

Vince quindi oggi questa nuova idea e concezione del Resort, che forse in epoche passate poteva apparire come una scelta ovvia e scontata, forse anche banale, ma che oggi invece viene accolta dal pubblico con grande favore, visto che spesso un viaggio e una vacanza sono un’occasione speciale per cogliere al meglio una nuova idea di relax, di divertimento assoluto, che solo una struttura ben organizzata è capace di offrire.

Il gambling dicevamo è uno dei grandi temi di questi ultimi 10 anni, quindi la capacità di coniugare un viaggio e una vacanza a tema, sono certamente due componenti importanti, se non fondamentali per chi desidera spostarsi e cogliere l’occasione giusta per scoprire una nuova sala da gioco con tutti i comfort del caso.

A proposito dell'autore

Marco

Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com (versione inglese). 110 nazioni visitate in 5 continenti. In questo momento sono in viaggio con Felicity e le nostre due bambine nel sud est asiatico per 6 mesi, per dimostrare che è possibile continuare a viaggiare anche con l'arrivo dei bambini.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: