L’anno appena trascorso è stato il migliore per il turismo verso l’Irlanda poiché il numero stimato dei visitatori ha raggiunto il record di 11,2 milioni di persone in tutta l’isola, con un incremento complessivo del 6%, è stato detto nel corso di una conferenza stampa a Milano.

Gli ottimi risultati sono frutto delle oculate attività promozionali svolte da Tourism Ireland in tutto il mondo. Fra di esse le campagne per la Wild Atlantic Way, l’Ireland’s Ancient East, gli short break per le città di Dublino e Belfast, il Trono di Spade e le diverse produzioni di film e serie Tv, le iniziative verdi in onore del ST. Patrick’Day.

Anche le compagnie aeree hanno avuto un importante ruolo in questa fase di successi, infatti i vettori hanno confermato tutte le rotte e Ryanair prevede anche due nuovi voli, da Napoli su Cork e da Cagliari su Dublino. Un bilancio soddisfacente che si tradurrà fra il 2019 e il 2020 in un consistente aumento del numero di stanze di albergo, soprattutto a Belfast e Derry-Londonderry: da 8mila a 10mila in hotel 3 e 4 stelle, elevando la qualità dell’accoglienza.

Gastronomia

Oltre alla bellezza dei suoi paesaggi l’Irlanda si sta affermando anche come meta gastronomica di punta in Europa Lungo la Wild Atlantic Way con ostriche deliziose.

Nell’Ireland’s Ancient East, la cucina conserva la tradizione irlandese sia nei pub che in grandi dimore di campagna, a Dublino è invece possibile assaggiare proposte gastronomiche irlandesi contemporanee, visitando la mitica Guinness Storehouse o distillerie di whiskey.

In Irlanda sono molto diffusi i ristoranti premiati dalle stelle Michelin, 16 ristoranti, con tre nuove aggiunte rispetto al 2018, nella Contea di Cork.

Nel 2017 è stata assegnata La prima stella ad un pub, The Wild Honey Inn, nella Contea di Clare. In quest’ultima sono due i ristoranti entrati nella sezione dei World Restaurant Awaeds: il vegetariano Paradiso, nella città di Cork, e Ballymaloe House, a Midleton.

Irlanda del nord

Anche L’Irlanda del Nord si è aggiudicata il titolo di Best Food Destination ai prestigiosi Travel and Tourism Awards di Londra. I visitatori che viaggiano sulla costa hanno la possibilità di incontrare le Strangford Lough and Mourne Mountains; da segnalare la produzione di pane al cottage del 18secolo con il tetto di paglia di Tracey Jeffery, la visita con degustazioni alla Rademon Estate Distillery, a una trentina di minuti da Belfast, dove si produce il Shortcross Gin.

L’Irlanda ha tutti gli ingredienti per essere una destinazione che arriva dritta al cuore e l’auspicio è quello di poter raggiungere risultati ancora più sorprendenti.

A proposito dell'autore

Giuseppina Serafino

Oltre alla passione per la scrittura, un modo per "viaggiare" con le parole nelle molteplici sfaccettature della realtà, mi piace dedicarmi al trekking e al cicloturismo. Ho iniziato a viaggiare a quattro mesi, quando i miei genitori si sono trasferiti dal sud a Milano per motivi di lavoro, ripetendo lo stesso percorso, ogni anno, fino alla maggiore età. Ho visitato molti stati europei organizzando meticolosamente il viaggio e documentandolo grazie alla mia inseparabile macchina fotografica.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: