Finalmente vi siete decisi a visitare una meta tanto famosa quanto affascinante come Formentera, la più piccola del gruppo di isole spagnole nel Mar Mediterraneo, le Baleari.

Formentera offre al viaggiatore diverse attività e regala momenti magici e indimenticabili. Si può scegliere di passare una vacanza all’insegna del relax, tra le acque cristalline e le lunghe distese di spiaggia delimitate da dune di sabbia e pini, oppure si può optare per una vacanza più attiva, alla scoperta di questa perla delle Baleari.

Insomma, a Formentera cosa vedere non è mai un problema, visto che l’isola, nonostante le piccole dimensioni, offre un insieme di paesaggi, percorsi e attività per tutti i gusti e per ogni “tipo” di viaggiatore.

Partiamo alla scoperta del suo territorio. Esistono svariati percorsi, adatti anche ai bambini: questo rende Formentera una meta ideale per trascorrere una piacevole vacanza con la propria famiglia.

Le spiagge e i percorsi più belli dell’isola

Una delle spiagge più famose dell’isola è quella di Illetes, spesso annoverata tra le più belle di tutto il Mediterraneo. Vale la pena camminare fino all’estremità settentrionale della spiaggia. A quel punto vi troverete su una lingua di sabbia larga pochi metri, di fronte a voi l’isola di Espalmador e tutto intorno il mare turchese che ha reso tanto celebre questa zona.

A Nord della spiaggia di Illetes, troverete la piccola isola di Espalmador. Anch’essa merita una visita poiché si tratta di un vero e proprio paradiso terrestre, privo di costruzioni, con una spiaggia che vi farà credere di essere ai Caraibi. Seppur molto vicina dalla riva, è consigliabile raggiungerla con un’imbarcazione e non a nuoto.

Le barche dirette a Espalmador partono dal porto de La Savina e dal molo di Ses Illetes, di fronte al ristorante Es Ministre.

Un breve e facile trekking della durata dei due ore unisce il villaggio di Es Calò con quello de La Mola, un percorso non difficile lungo la scogliera che porta al punto più alto dell’isola, con scorci panoramici stupendi su quasi tutta Formentera.

Spiaggia di Illetes

La Formentera “di una volta”

Formentera, scarsamente popolata, conta quasi 12 mila abitanti sparsi in diversi paesini, molti dei quali sono diventati completamente o parzialmente isole pedonali, creando così un’atmosfera tranquilla ed armoniosa, particolarmente accogliente per le famiglie. Piazze tradizionali con la chiesa al centro dell’abitato, caffè all’aperto e una classica architettura mediterranea creano un magnifico sfondo alla vita dei vari paesi.

Ogni piccolo borgo ha la sua peculiarità.

Es Calo de Sant Agustí

Un piccolo villaggio di pescatori arroccato ai piedi de La Mola, intorno ad un porticciolo che risale ai tempi romani, circondato da caratteristici capanni per le barche.

Es Pujols

l paese più animato di Formentera, situato su un’ampia baia a forma di cuore, protetta da una striscia di scogli che assicurano acque calme sulla lunga distesa della spiaggia.

La Savina

Qui c’è il porto di Formentera, è una zona di importanza storica per il Mediterraneo ed ancora mantiene il suo carattere singolare di porto di pescatori combinato con una moderna e attraente marina.

La savina

Illetes

La spiaggia di Illetes, di cui abbiamo già accennato sopra, è facilmente raggiungibile da La Savina, lungo la vecchia linea ferroviaria in disuso che trasportava il sale dalle saline al porto per l’esportazione. Ora è un sentiero da percorrere a piedi o in bici che si estende dalla costa alla spiaggia, fino alla punta della penisola verso l’isolotto di Espalmador.

Sant Francesc Xavier

A circa 3 chilometri dal porto sorge Sant Francesc Xavier, il capoluogo dell’isola. Nella sua piazza principale si trova la chiesa che nel XVIII secolo veniva usata come fortezza contro gli attacchi dei pirati dalla vicina Costa Barbara, e che divenne alla fine rifugio e riparo per gli abitanti. Questa piazza ospita molti dei festival e degli eventi dell’intera isola. Ormai dimenticati i tempi in cui l’isola temeva gli attacchi dei pirati, Il Cap de Barbaria offre uno dei panorami più belli e scenografici di tutto il Mediterraneo, con il suo faro che svetta da lontano, la grotta sotterranea con vista mare dalla scogliera a picco sul mare… veramente da restare senza parole.

Sant Ferran

Seguendo la strada che parte dal porto e passa per Sant Francesc, si arriva a Sant Ferran. Questo paese offre un’ampia scelta di bar e ristoranti, inoltre ospita numerosi eventi musicali durante la stagione estiva.

El Pilar de La Mola

Sul punto più alto dell’isola, a circa 15 chilometri da Sant Ferran, troviamo El Pilar de La Mola, dove la vita scorre lenta e tranquilla. Situato sull’altipiano che porta all’omonimo faro che si erge su una scogliera a picco sul mare, è un luogo romantico e assai piacevole, dove conoscere un lato nascosto di Formentera, ed è un fantastico osservatorio che offre viste spettacolari.

Una delle sue attrazioni principali è il mercatino hippie che si tiene due volte a settimana, tutti i mercoledì e le domeniche, tappa obbligatoria per gli amanti dell’artigianato o per chi è alla ricerca di qualche souvenir particolare.

Come muoversi sull’isola

Date le dimensioni dell’isola, un’altra idea per esplorarla è quella di noleggiare una bicicletta. Questo vi permetterà di entrare a contatto con la meravigliosa natura o di perdervi lungo i sentieri tra le Saline, attorno al lago S’Estany Pudent, o girovagare tra Sant Francesc e Mitjorn per le strade secondarie. Se poi non siete allenati potete sempre optare per una bici elettrica o un motorino.

Un altro modo di godere degli spettacolari tramonti e panorami dell’isola è a cavallo, diverse compagnie offrono tour ed escursioni per adulti e piccini.

Infine, un consiglio per gli amanti degli sport acquatici: provate a noleggiare dei kayak, cimentatevi con il windsurf o fate un giro in barca a vela.

La paella del chiringuito: un must a Formentera

Non dimentichiamoci che siamo in Spagna! Perché non provare una fantastica paella ai frutti di mare? Magari in uno dei ristoranti di Es Calò, un paesello di pescatori situato ai piedi della scogliera de La Mola.

E, assolutamente da provare, il pranzo in un chiringuito (piccolo chiosco sulla spiaggia) di Mitjorn. La spiaggia di Mitjorn è forse meno nota rispetto ad Illetas, ma in alcuni punti è altrettanto bella. Inoltre qui c’è molta più varietà ed offerta di ristoranti e bar in cui passare dal pranzo all’aperitivo serale con vista mare.

A proposito dell'autore

Marco

Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com (versione inglese). 110 nazioni visitate in 5 continenti. In questo momento sono in viaggio con Felicity e le nostre due bambine nel sud est asiatico per 6 mesi, per dimostrare che è possibile continuare a viaggiare anche con l'arrivo dei bambini.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: