Ogni anno a settembre si tiene il Salone del Camper del Parma, l’appuntamento più atteso da tutti gli amanti del plein air.

E come potrebbe non essere così, visto che quella di Parma è la più grande fiera del settore in Italia?

Chi già pratica il turismo itinerante vi si reca per scoprire le novità, rivedere cari amici e magari acquistare qualche accessorio indispensabile. Chi è neofita invece vi cerca consigli e tocca con mano tutte le possibili soluzioni abitative per scoprire quale gli è più congeniale.

Ma cosa si può trovare, nel dettaglio, al Salone del Camper di Parma?

I mezzi, il richiamo più grande

In primo luogo troviamo una vasta esposizione di mezzi delle varie ditte produttrici. Ci sono decine di marchi, e tutti propongono più di una soluzione abitativa per poter mostrare le possibili varianti.

Letti a castello, letto nautico centrale, trasversale su garage, gemelli o basculanti. Bagni piccoli, grandi o a scomparsa. Motorhome, semintregrali o mansardati.

Ce n’è davvero per tutti i gusti, e in genere i mezzi sono visitabili in autonomia per potersi prendere il tempo di capire al meglio pro e contro delle varie soluzioni.

Ogni casa produttrice di norma presenta le ultime novità messe sul mercato, a dire il vero non sempre così eclatanti, e le varianti più gettonate qui in Italia.

Chi decide infatti di visitare ad esempio la Fiera del Camper di Dusseldorf, la più importante in Europa, trova mezzi in esposizione spesso differenti da quelli di Parma, perché in Germania è diversa la cultura del plein air.

Non solo camper

Anche se il Salone di Parma è la Fiera del Camper, non si trovano solo mezzi di questo genere ma tutti quelli che possono permettere un turismo itinerante. Parliamo quindi di caravan (le roulotte) di tutte le forme e le dimensioni, van e camperizzati.

Presenti anche le tende, sebbene ovviamente non siano un mezzo di trasporto.

Per chi si avvicina per la prima volta a questo mondo l’offerta espositiva è enorme, e  a volte si esce dalla Fiera con le idee più confuse di quando ci si è entrati per la quantità di cose che si sono viste.

Tutto ciò che facilita il turismo plein air

E chi un suo mezzo già lo possiede, cos’altro può trovare al Salone del Camper di Parma?

Tanto altro, a partire dagli accessori.

Dalle verande alle coperture, dai tavoli ai sacchi a pelo, dai servizi di piatti in melamina agli igienizzanti per il wc. C’è davvero tutto ciò che può servire a chi pratica il turismo all’aria aperta, e alcune cose sono davvero bizzarre.

Ovviamente se parliamo di accessori non dobbiamo pensare solo a complementi d’arredo, ma a tutto ciò che può semplificare anche la vita di chi il camper lo guida. Quindi vasta esposizione ad esempio di telecamere, batterie, pannelli solari…

Pensa a qualcosa, e quel qualcosa molto probabilmente lo troverai.

Al di là degli accessori, che pure occupano un posto di rilievo, spazio anche agli stand dedicati al turismo, ai campeggi e alle riviste di settore.

Il buon cibo è importante!

Un campeggiatore di solito cerca anche le tipicità enogastronomiche dei posti che visita, ed ecco quindi che sono presenti diversi banchetti di prodotti regionali da gustare in loco o da acquistare e portare a casa.

Il profumo del culatello si mescola a quello dei cannoli siciliani e della frutta ricoperta di cioccolato fuso, i formaggi si sposano con pani di varie forme e il vino si gemella con la birra artigianale.

E’ difficile uscire dal Salone del Camper di Parma senza aver assaggiato almeno qualcosa, perché la tentazione è davvero troppo forte.

Non è tutto oro quello che luccica

Sicuramente la qualità della maggior parte dei prodotti in esposizione è comprovata, ma come in tutti i “mercati” si trova anche un po’ di paccottiglia. Parliamo di quelle cineserie da banchetto di strada o di tutta quella miriade di prodotti visti in TV, come scope rotanti e affettatori di verdure. Tutte cose che in un camper difficilmente trovano posto, poiché un camperista sa bene che più si viaggia leggeri e meglio è, e gli oggetti migliori sono quelli in grado di essere multifunzione.

Spazio anche a due famosi marchi di aspirapolveri e di robot da cucina… che di nuovo, francamente, non capiamo perché siano presenti in Fiera.

Il vantaggio del Salone

Indubbiamente i vantaggi del Salone del Camper di Parma sono due.

Il primo è appunto il vastissimo assortimento di mezzi, accessori e soluzioni, utilissimo a fornire nuovi spunti ai visitatori.

Il secondo è la possibilità di acquistare con un forte sconto dedicato proprio alla Fiera, variabile da realtà a realtà. E lo sconto si applica non solo agli accessori, ma anche ai mezzi…Quindi, chi ha già un’idea chiara di ciò che vuole acquistare, potrà trovare a Parma una grande convenienza.

La nostra esperienza al Salone del Camper di Parma

Consigliamo caldamente il Salone del Camper di Parma a chiunque apprezzi il mondo del plein air, ma non solo. Anche chi infatti non ha nessuna intenzione di abbandonare il classico turismo con pernottamento in hotel potrebbe trascorrere qui una giornata simpatica e divertente, sicuramente circondato da curiosità e tipicità. E chissà che non nasca addirittura la voglia di mollare tutto e andare a vivere in camper, come hanno fatto molti dei nostri amici presenti in Fiera…

I parcheggi sono tantissimi: non avrai problemi a trovare posto.

Lasciamo qui sotto i riferimenti utili per visitare la Fiera, e lasciaci un commento se hai bisogno di ulteriori informazioni.

Info utili

Salone del Camper di Parma

Fiere di Parma – Viale delle Esposizioni 393A

Dal 14 al 22 settembre 2019

Orari: 9.30 – 18.00

Prezzo biglietto:

  • 1 giorno feriale 8€
  • 1 giorno weekend 10€
  • 2 giorni weekend 18€

Parcheggio:

  •  7€ per automobili
  • 9€ per camper (no allacciamento alla corrente)
  • 16€ per camper (con allacciamento alla corrente)

Sito web: www.salonedelcamper.it

A proposito dell'autore

Due camperisti, marito e moglie, avventurosi e in esplorazione dei dintorni di casa... e non solo. Amanti dell'abitar viaggiando e del muoversi slow per scoprire la vera essenza dei luoghi visitati. Mete privilegiate Italia ed Europa, con un occhio di riguardo anche verso i parchi di divertimento. Che altro dire di noi? Le definizioni ci calzano strette! Potremmo dire che siamo un po’ pazzi, molto pasticcioni, tanto innamorati e con una valigia piena di sogni e progetti. Ci siamo lanciati nel mondo del travel blogging un po’ per caso, ma di sicuro ci stiamo mettendo cuore e impegno per crescere e offrirvi sempre più qualità. La nostra speranza è di riuscire pian piano a farvi conoscere posti nuovi, ma anche di farvi vedere con occhi diversi e pieni di meraviglia luoghi che date per scontati. Magari proprio dietro casa vostra!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: