Bali bisogna scoprirla, viverla perché è tutta una sorpresa. 

Il miglior modo per far sì che Bali ti entri nel cuore è girarla tutta in scooter o, come lo chiamano i locali, in sepeda motor.  

In scooter a Bali

Il sud-est asiatico è pieno zeppo di scooter e anche qui a Bali, resta pur sempre il mezzo più amato dai locals per spostarsi.  Questo perché il traffico è infernale si riesce a zigzagare velocemente.

Costi per noleggiare un motorino

L’affitto giornaliero per uno scooter è più o meno di 5 euro al giorno dappertutto, rupia più, rupia meno ma cambia poco.

Il carburante è davvero economico,  con 20000 rupie (1.30 euro) si fa davvero tanta strada. Invece per i più fortunati che hanno a disposizione qualche mese l’affitto verrebbe 35/40 euro al mese. 

Ubud in motorino

Io sono partito da Ubud, il cuore di Bali. Non a caso è la città più conosciuta di quest’isola per il fatto che è completamente immersa nel verde tropicale e si respira un’aria di libertà e spensieratezza.

Molti nomadi digitali e non scelgono Ubud per vivere un periodo dell’anno perché è piena di co-working e la vita costa molto meno rispetto agli standard europei. 

Molti turisti prendono scooter per arrivare nei dintorni di Ubud, ad esempio per le famose risaie di Tellalangan o le cascate di Gianyar ma per tratti più lunghi difficilmente li troverete in strada. 

Questo perché si affidano a tour guidati per scalare il Monte Batur, per ammirare l’Handara Gate, Lempuyang e per tutto il resto che è sull’isola ma non facilmente raggiungibile da Ubud.  

motorino a Bali

Bali in solitaria

Io ho scelto di evitare i tour studiati a pacchetto e avventurarmi da solo. Le distanze non sono eccessive, si raggiunge praticamente tutto con 2 ore di viaggio.

Un’esperienza del genere permette di attraversare villaggi molto tradizionali e non considerati dal turismo. Molta della gente che incontro lungo la strada mi dice spesso che non vedeva un viaggiatore da queste parti da almeno un tot di mesi. 

Ed è vero, io stesso non ho visto nessun turista o qualcuno in viaggio lungo la mia strada.

Est di Bali

Io sono partito da Ubud per cominciare con l’Est dell’isola, che è la meno turistica per poi passare a Nord e ancora a Ovest fino al National Park.

Durante il viaggio troverete Vulcani, risaie, foreste incontaminate, laghi, templi e coltivazioni di caffè.

Tutto questo è Bali, anche se l’impatto turistico è forte ci sono zone rimaste autentiche.

Per non parlare della gente, fuori dalle zone turistiche sono più disponibili ad aiutarti se buchi una gomma, curiosi del perché si è in viaggio in una parte dell’isola dove relativamente non c’è niente (ma c’è la vera vita locale), gentile nell’offrire un pasto.

gente di Bali

La gente di Bali

E non abbiate paura di avventurarvi da soli con uno scooter in zone non turistiche. Magari qualcuno sarà interessato a voi e si fermerà per parlarvi, ma senza malizia. Perdetevi lungo le strade meno trafficate, Bali è da scoprire così, da vivere a pieno e vi renderete conto di quanta bellezza c’è nel mondo. 

Vi permette di incontrare gente incredibile,  di sorridere di gusto, di addentrarvi nella natura dove l’uomo è ospite, senza percorsi, staffette, solo tu e la natura.  

Spesso ci sono delle scorciatoie per evitare il traffico asiatico e di godere di strade che lasciano senza fiato, una di queste, proprio a Ubud verso Tellalangan parte a destra del palazzo di Ubud e sbuca verso le terrazze di riso. Lascio una mini guida, ma io l’ho scoperta perdendomi, quindi consiglio di fare lo stesso.

La maggior parte delle homestay affittano le moto senza assicurazione quindi come dicono loro: “be careful, go slowly”. 

bali foresta

Visto per Bali

Ricordatevi che per l’Indonesia (anche la Malesia) senza un visto è possibile starci massimo 30 giorni e con un biglietto di ritorno, altrimenti avrete problemi alla dogana.

Se desiderate starci per più tempo dovete richiedere un visto online, facile e veloce, che vi permette di stare a Bali 2 mesi o più. Per il visto online per Bali ivisa.com è l’opzione migliore > www.ivisa.com

Post di Giuliano Leone

A proposito dell'autore

Giuliano Leone

Giuliano Leone, classe 95 che lavora dove capita. Scatto fotografie a persone che incontro durante il mio viaggio da nomade e in luoghi che mi bloccano il respiro. Viaggio con uno zaino in spalla che per me è la mia casa e con gli occhi pieni di gratitudine.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: