L’antico sito di My Son, nel Vietnam centrale, a circa un’ora di auto da Hoi An, è un gruppo di templi indù costruiti tra il IV e il XIV secolo dedicati al dio Shiva. È anche sito Unesco dal 1999.

È il complesso archeologico più importante del Vietnam. Chi ha già visto i siti cambogiani di Angkor Wat o di Bagan in Myanmar rischierà di rimanere deluso da My Son.

My son Vietnam

Il sito non è ben conservato ed è stato gravemente danneggiato in una sola settimana durante i bombardamenti americani durante la guerra del Vietnam. Ciò che resta ricorda le antiche civiltà di Anaradhupura e Polonawara in Sri Lanka.

Ma nonostante i danneggiamenti subiti vale la pena visitare My Son anche solo per la sua posizione, nascono nella giungla e in mezzo a due catene piccole catene montuose.

Passeggiando per i vialetti del sito, ci si può rilassare cercando di immaginare la vita ai tempi della dinastia dei Champa che regnò appunto in questa zona tra il IV e XIV secolo (quindi non poco).

My son Vietnam

Ma cosa era My Son per i Champa? Si trattava di un luogo religioso dove venivano organizzate cerimonie per le dinastie reali dei Champa per l’appunto. All’apice della sua potenza, questo sito comprendeva 70 templi e si ritiene che sia il sito archeologico abitato più longevo dell’Indocina. 

Con la caduta del dominio Champa, My Son cadde nell’oblio e fu riscoperto solo nel 1898 da un francese. I primi studi sulle iscrizioni e sulle rovine furono pubblicati all’inizio del XX secolo.

Per saperne di più sul sito archeologico di My Son cliccate qui.

My son Vietnam

Tour Guidato a My Son

Il modo migliore per visitare My Son è con tour privato da Hoi An. Ci si può arrivare anche con un taxi privato o affittando uno scooter ma sono comunque 45 km di strada e il rischio è quello di arrivare al sito già stanchi.

Con un tour guidato si potrà davvero capire e conoscere al meglio la storia del sito, anche quelle più recente con i bombardamenti durante la guerra del Vietnam.

Un tour dura circa 5 ore, incluso il viaggio.

Se state invece pensando di visitare il Vietnam organizzando tutto il viaggio dall’Italia, il modo migliore per farlo è attraverso Evaneos dove trovate tante idee di viaggio proposte da agenti locali italofoni, esperti della destinazione e selezionati da Evaneos. Per un viaggio in Vietnam andate su https://www.evaneos.it/vietnam/

My son Vietnam

Quando visitare

Per evitare il flusso di turisti cinesi evitate di andare a My Son di mattina; meglio il pomeriggio dopo le 15 o la mattina prima della 10. Seguendo il nostro consiglio vi godrete con calma l’atmosfera di pace e silenzio del sito e riuscirete davvero a immaginare il perché i Champa hanno scelto questa zona come luogo di culto.

My son Vietnam

Costo del biglietto

L’entrata costa 150.000 VND circa 8 euro a testa.

Dove mangiare a My Son

All’interno del sito ci sono un paio di bar e un ristorante che serve piatti turistici ma anche piatti tipici della zona. Prezzo nella media con una portata che parte da 50.000 VND.

Fuori dal sito, nella zona del parcheggio ci sono altri ristoranti con prezzi leggermente più economici.

A proposito dell'autore

Marco

Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com (versione inglese). 110 nazioni visitate in 5 continenti. In questo momento sono in viaggio con Felicity e le nostre due bambine nel sud est asiatico per 6 mesi, per dimostrare che è possibile continuare a viaggiare anche con l'arrivo dei bambini.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: