State pensando di passare un weekend in Italia ma non sapete dove andare? Andate a visitare Venezia in un weekend: fare un fine settimana qui, con la città mezza vuota, può essere un’ottima alternativa per godervi la città come non succede da alcune ere geologiche. Venezia è praticamente mezza vuota. Sbrigatevi a vederla prima che si riempia di turisti.

Vi lascio qui di seguito 10 idee, anche se potrebbero essere molte di più, per vedere Venezia in un weekend.

Per visitare bene Venezia in un fine settimana, il mio consiglio è di arrivare presto al Venerdì mattina e ripartire la Domenica sera. Ho indicato solo alcune cose da fare e mi sembrano le più significative da fare a Venezia. Logicamente, se ne potrebbero fare molte di più.

Cosa fare a Venezia: un giro in Gondola

Per i più romantici non è Venezia senza un giro in gondola. Ma anche se non siete romanticoni potete farlo lo stesso. Ecco come.

Innanzitutto il giro in gondola è stato regolamentato tramite un tariffario ufficiale: 80€ per 30 minuti circa, 120€ per 40-45 minuti circa. La gondola si prende sia a Rialto, che a San Marco ma anche in uno dei tanti canali interni dove trovate i gondolieri. Di punti da dove si prendono le gondole ce ne sono molti

Per la visita: non vi suggerisco di andare con la gondola lungo il Canal Grande ma vi suggerisco di farvi portare lungo i canali interni, anche oer avere una visione di Venezia da un punto di vista alternativo.

Weekend a Venezia

Se invece volete fare un giro in gondola ma non volete spendere una cifra come indicato sopra, vi suggerisco di prendere il traghetto a San Tomà che vi conduce a Sant’Angelo. Al costo di 2€ a persona, vi portano a da una parte all’altra del Canal Grande in gondola. La gondola in questo caso trasporta fino a 12-14 persone.

Andare per bacari

Vi capiterà di trovare gruppi di ragazzi in giro per Venezia specie nei weekend. Sappiate che sono qui per il famoso “Bacaro Tour” o “giro di Bacari“. Consiste nell’andare per bacari, i famosi bar senza posti a sedere veneziani.

Si beve lo spritz, oppure un bianco o la classica ombra – un rosso – accompagnati dai cicchetti, di solito dei pezzi di pane con sopra qualsiasi cosa.

Quindi nel vostro weekend a Venezia, mentre girovagate per le sue calli, se trovate un bacaro, fate tappa, mangiate e bevete.

Visitare Burano, l’isola colorata

Durante il vostro weekend a Venezia, dedicate una mattina a scoprire l’isola di Burano. Burano è famosa per i suoi colori. Si dice che le sue case siano colorate per due ragioni: per poter riconoscere a quale casata appartenga quella casa, ma anche per aiutare i pescatori a trovare la propria abitazione durante le notti di nebbia.

Burano è anche famosa per il suo campanile pendente, secondo come pendenza solo alla Torre di Pisa.

Weekend a Venezia

Prendete una mattinata e venite a visitare Burano, perdendovi tra le sue vie colorate e visitandone i lati nascosti ma anche la via principale, Via Galuppi, piena di negozi di merletti e classici biscotti, i Buranei.

Una mattinata al mercato di Rialto

Al mercato di Rialto c’è il mercato del pesce e della frutta. Si trovano ancora venditori che parlano il dialetto Veneziano stretto. E’ bello andarci la mattina presto quando ancora c’è poca gente e ci trovate i pochi veneziani che popolano la città.

Mercato di Rialto

Vi consiglio un giro per cercare un lato difficile da vedere ma ancora autentico della città – chissà per quanto.

Visitare Palazzo Ducale e le sue prigioni

Il suo stile Bizantino lo rende inconfondibile e testimonia il legale della città lagunare con gli stati Medio Orientali. Era la sede del Doge di Venezia e della Repubblica Serenissima di Venezia

La visita a Palazzo Ducale si suddivide in due parti: la prima è una parte più storico-artistica, dedicata a Venezia, al Doge e alla storia della Repubblica della Serenissima, molto bella da vedere.

Cosa vedere a Venezia in un weekend

La seconda parte è una parte un po’ più dura, e si svolge lungo le prigioni dei Piombi. Fu qui che Silvio Pellico scrisse “Le mie prigioni”. Vi renderete conto di come i prigionieri vivessero in spazi angusti e ristretti. Da vedere.

Se volete acquistare i biglietti per Palazzo Ducale, ecco il link all’acquisto.

Camminare per Piazza San Marco

Che ci crediate o no Piazza San Marco è l’unica piazza di Venezia. Si, perchè tutto il resto sono campi.

Patrimonio dell’UNESCO, Piazza San Marco è famosa per i Mori, per il suo campanile, per l’omonima e bellissima Basilica, per le due colonne – il Leone Alato e il Tòdaro – e anche per i piccioni. Si perchè ce ne sono tantissimi anche se meno che in passato.

Resta comunque una pizza molto suggestiva e da vedere obbligatoriamente nel vostro weekend a Venezia.

Cosa vedere a Venezia in un weekend

Vi suggerisco poi anche di andare a visitare la bellissima Basilica di San Marco. Se volete potete prenotare una guida, ma vi consiglio di farlo in loco. Altrimenti a questo link potete prenotare l’ingresso alla basilica di San Marco.

Vedere tutto il Canal Grande col vaporetto

Se volete vedere tutto il Canal Grande, vi sconsiglio di provarci a piedi, ci sono zone in cui non si passa, ne di farlo in gondola. Vi suggerisco piuttosto di partire dalla stazione dei Treni di Venezia Santa Lucia e prendere il Vaporetto linea 2 direzione San Marco – quello che fa meno fermate -.

Cosa vedere a venezia in un Weekend

Con soli 7.50€ a persona, in un’ora circa potete percorrere tutto il Canal Grande, ammirando i palazzi e gli Hotel che vi si affacciano.

Un modo economico di ammirare Venezia.

Cosa fare a Venezia in un weekend: visitare il ghetto ebraico

Situato nel sestiere di Cannaregio, il ghetto era la zona in cui dovevano abitare gli ebrei durante la Repubblica Serenissima.

Camminando tra le sue vie incontrerete ristoranti Kosher, scuole ebraiche e anche il museo ebraico di Venezia, che potete visitare.

Cosa vedere a Venezia in un weekend

A Campo de Gheto Novo, potete trovare anche il banco dei Pegni Rosso – probabilmente deriva dalle ricevute colorate di rosso che gli usurai consegnavano a chi chiedeva un prestito -. Il banco dei pegni Rosso è stato restaurato, una volta si trovavano anche il Banco Nero e Verde.

Gli ebrei erano usari, non per scelta ma per legge. E la connotazione della parola usura non era negativa bensì positiva.

Una visita alla libreria più famosa di Venezia

Non dite che non la conoscete perchè non ci credo. La libreria Acqua Alta è forse una delle librerie più famose d’Italia. Il suo proprietario, Luigi Frizzo, ha messo i libri non sugli scaffali ma sulle gondole e sulle canoe. Un modo originale di vendere libri.

Che poi la maggior parte delle persone non viene qui per acquistare un libro, ma viene semplicemente per salire sulla scala di libri e farsi la foto. Ormai è diventato uno dei luoghi più – tristemente, aggiungo io – instagrammabili di Venezia. Insomma si entra più per fare la foto che per ampliare i propri orizzonti culturali. E la cosa un po’ mi dispiace.

Weekend a venezia

La libreria Acqua Alta si trova in Calle Lunga Santa Maria Formosa (Sestiere Castello 5176/B).

Passare la serata a Rialto

La zona di Rialto è forse la zona più in voga di Venezia durante la sera. Bacari e bar sono aperti fino a mezzanotte circa, poi si chiude. Ma la gioventù, per gran parte o si trova qui o a Campo Santa Margherita.

Ma per me è questa la zona più bella e significativa. Bevete qualcosa in zona pescheria poi ammirate il Canal Grande di sera.

Weekend a Venezia

Uno scenario unico, come Venezia.

Come raggiungere Venezia

Potete raggiungere Venezia come volete:

  • In auto: parcheggiate al Tronchetto o in uno dei parcheggi limitrofi a Piazzale Roma. Il costo gira attorno ai 30€ giornalieri.
  • In treno: Alla stazione ferroviaria di Venezia Santa Lucia arrivano due treni ad alta velocità ogni ora.
  • In aereo: L’aeroporto Marco Polo di Venezia e il Canova di Treviso sono raggiungibili in autobus.

Come muoversi a Venezia

In Vaporetto oppure a piedi.

Se volete muovervi da una parte all’altra della città potete girare in Vaporetto, ma un biglietto costa 7.50€. Se pianificate di usare il vaporetto da 3 o più volte al giorno, vi consiglio l’abbonamento giornaliero da 24h o 48h.

Altrimenti il modo migliore per godersi la città è girarla a piedi, risparmiando i soldi del vaporetto e godendovi di più la città.

Dove dormire a Venezia

Se cercate soluzioni in città, e vi informo che non sono tra le più economiche, potete scegliere tra molti appartamenti, b&b o hotel.

In molti però per risparmiare qualcosa – specie per quel che riguarda i trasporti da e per l’aeroporto e risparmiare sul parcheggio – optano per una soluzione nell’entroterra. In questo caso vi suggerisco l’Hotel Antony Palace a Marcon: hotel moderno e molto bello, a pochi passi dalla stazione dei treni per andare a Venezia. Dispone anche di navetta da e per l’aeroporto e da e per Venezia. Ve lo consiglio particolarmente.

A proposito dell'autore

Luca Pery

Sono Veneto e sono cresciuto in quel di Caorle, un perla che si affaccia sull'Adriatico. Amo viaggiare con i miei inseparabili compagni di viaggio: la mia compagna e i nostri due figli. Mi organizzo e vivo i miei viaggi per poi raccontarli. Tornare a casa mi rende triste, ma per buttare via la tristezza mi preparo subito per organizzare il prossimo viaggio verso una nuova destinazione.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.