Finale Ligure in 2 giorni tra spiagge e borghi

Da buona piemontese, quando decido di trascorrere una giornata al mare penso subito alla Liguria, una terra ricca di fascino adagiata tra mare e montagna.

Quando vado in Liguria e non ho molti giorni a disposizione (o addirittura ho un solo giorno) decido quasi sempre di raggiungere Finale Ligure, nella Riviera Ligure di Ponente, in Provincia di Savona.

In questo post vi darò quindi alcuni consigli per trascorrere al meglio due giorni a Finale Ligure, vi indicherò alcune spiagge in cui rilassarvi al sole e vi porterò a conoscere due bellissimi borghi.

E, per terminare la vacanza in bellezza, vi consiglierò un ristorante in cui fare una fantastica cena tipicamente ligure.

Finale Ligure

Varigotti

La mia giornata tipo a Finale Ligure inizia sempre all’insegna del relax. Per prima cosa, infatti, cerco una spiaggia e mi distendo al sole.

Vi consiglio quindi di raggiungere Varigotti, un rione del comune di Finale Ligure, una delle località balneari più famose della Riviera di Ponente.

Varigotti è un piccolo borgo di pescatori, di origine saracena, celebre per le sue case color pastello terrazzate ad un solo piano, tipiche di questa zona e affacciate direttamente sul mare. Perdetevi e curiosate tra i suoi stretti vicoli. Farete un passo indietro nel tempo.

Varigotti

A Varigotti la spiaggia che frequento solitamente è quella ad accesso libero vicina al borgo, ampia e spaziosissima, composta da sabbia e piccolissimi ciottoli. Qui il mare è pulito e limpidissimo. Vi è anche la possibilità di rilassarsi e farsi coccolare presso alcuni stabilimenti balneari.

Bellissima e altrettanto tranquilla è anche la spiaggia della Baia dei Saraceni, composta da sabbia e ghiaia, completamente libera e un po’ più selvaggia.

Se la vita da spiaggia vi annoia o se avete voglia di fare quattro passi, potete decidere di fare una breve escursione (circa 15 minuti) verso la Chiesa di San Lorenzo, immersa nella macchia mediterranea, posizionata su un promontorio con una vista spettacolare sulla costa di Varigotti. Vi consiglio un paio di scarpe comode e non dimenticatevi di portare con voi una bottiglietta d’acqua. Il sole in estate lassù è cocente!

Finalborgo

Vi consiglio ora di raggiungere Finalborgo, piccolo centro urbano nel comune di Finale Ligure.

Uno dei Borghi più belli d’Italia, Finalborgo, sede dell’antico Marchesato di Finale, è chiuso all’interno di mura medievali e percorso da numerose viuzze con negozi e botteghe artigiane. Un piccolo borgo che conserva ancora il fascino di un tempo.

Poco distante, raggiungibile anche a piedi, vi è il Castel San Giovanni, una fortezza posta a 50 metri sul livello del mare e dai cui si gode una vista spettacolare su Finalborgo. Vi è anche la possibilità di visitarne gli interni.

Ora che la giornata è giunta al termine e, si sa, l’aria di mare mette sempre un grande appetito, per me è quasi d’obbligo una mangiata di pesce in un ristorante tipico. Vi consiglio l’Hosteria Bastian Contrario, un ristorante molto semplice che propone piatti tipici di pesce e di carne, da cui uscirete sazi e molti soddisfatti.

La mia ultima vacanza di due giorni qui a Finale Ligure è stata all’insegna dell’avventura perché ho deciso di portare con me la tenda da campeggio e passare la notte in un camping. Se anche voi siete amanti della vita da campeggio, vi consiglio il “Finale Freeride Outdoor Village”, a pochi minuti dal mare. Il campeggio offre molti servizi, tra cui una piscina, un bar e un servizio navetta che porta al mare. Fare un bagno in piscina di prima mattina è quello che ci vuole per iniziare nel modo migliore la giornata!

Finale Freeride Outdoor Village

Durante il secondo giorno di vacanza potete raggiungere Finale Ligure: qui il mare è Bandiera Blu e ha spiagge sia libere che servite da lidi, ideali per le famiglie. Qui troverete tutti i comfort e sono vicinissime al centro storico e al lungomare servito da numerosi bar e ristoranti.

Borgio Verezzi

Come ultima tappa dei nostri due giorni a Finale Ligure possiamo visitare Borgio Verezzi, un paesino a 2 km da Finale Ligure. Il paese è formato da due centri: Borgio e Verezzi.

Borgio, vicino al mare, è sede del Comune ed è la tipica località balneare e turistica. Verezzi è invece un paesino solitario, formato da quattro borgate sparse sul pendio del Monte Orera. Un paesino di altri tempi, con le case in pietra circondate dal verde e dal silenzio. Da quassù si gode di una meravigliosa vista sulla costa.

Borgio Verezzi

Il cuore del paese è Piazza Sant’Agostino, in Borgata Piazza, dove spicca l’omonima Chiesa del XVII secolo. Questa piazza, dal 1967, ospita il Festival Teatrale estivo, una rassegna teatrale di livello nazionale, in cui ogni anno vengono presentate in Prima Nazionale rappresentazioni di autori italiani e stranieri. Non a caso, Piazza Sant’Agostino è stata nominata la “piazza più teatrale d’Italia”.

A Borgio Verezzi si trovano anche delle bellissime grotte, aperte al pubblico con visite guidate lungo un percorso di circa 800 metri. Si estendono sotto al centro abitato e sono una vera e propria sorpresa per chi le visita. Sono considerate le grotte turistiche più colorate d’Italia, presentano infatti colori incredibili, dovuti alla presenza di svariati materiali particolari che nel tempo hanno formato la grotta.

Troverete laghetti e una vasta varietà di stalattiti, tra cui le famose stalattiti eccentriche, che si sviluppano in tutte le direzioni sfidando la forza di gravità.

Torre di Bastia

I miei due giorni a Finale Ligure terminano qui. Se voi, a differenza mia, avete ancora un po’ di tempo a disposizione, vi consiglio di raggiungere la Torre di Bastia attraverso un giro ad anello molto suggestivo e panoramico con partenza e arrivo presso le grotte di Borgio Verezzi. Il dislivello per raggiungere la Torre è di circa 420 metri e si attraversano sentieri tra boschi di leccio e le borgate saracene di Verezzi, per un totale di circa 7 km. È opportuno indossare abbigliamento adatto e scarpe da trekking.

Potete leggere altri post di viaggio sul mio blog > www.raccontapassi.it