Pianificare una vacanza di famiglia, specialmente con pargoli al seguito, è sempre un’impresa piuttosto ardua: quando si hanno solo 2 settimane di vacanza all’anno, non si vogliono spendere cifre ridicole per un volo aereo o farsi migliaia di chilometri in auto per raggiungere località rinomate, si finisce per andare sempre nei soliti posti.

E invece basta poco per trovare un angolo di paradiso in una delle regioni più belle d’Italia: le Marche.

Anche quest’anno abbiamo deciso di trascorrere qualche girono di relax sulla Riviera del Conero. E per il secondo anno consecutivo siamo stati ospiti del Centro Vacanze De Angelis bella struttura che si trova circa a metà strada tra Porto Recanati e Numana, a pochi passi dalla spiaggia.

Offre possibilità di sistemazione in tradizionali camere con la formula hotel, o in mini-appartamenti con la formula residence.

Ma anche ville bi o tri-locali deluxe (che è stata la nostra scelta), vere e proprie villette in muratura con cucina, balcone, bagno e camera da letto. Tutte con aria condizionata e televisione, situate in una zona verde e tranquilla del villaggio. Oppure villini trilocali in legno, più economici e caratteristici. Insomma, ce ne per tutti i gusti e le tasche.

Staff sempre disponibile e cordiale, molte attività durante la giornata come le lezioni collettive di pilates, danze caraibiche, aerobica, acquagym e zumba, tornei di bocce e beach volley, passeggiate lungo il percorso vita nell’Oasi degli Ulivi e momenti di relax a bordo piscina.

Molte le attività organizzate per i bambini dall’Holly Club (0-12 anni) e Young Club (13-18 anni). Corsi di calcetto, di teatro, di disegno, tornei di play station, baby dance e persino un piccolo parco acquatico riservato esclusivamente agli ospiti più giovani. Un toccasana per i genitori che possono così godersi dei momenti di relax e pace. 

Una struttura turistica d’alto livello con un fiore all’occhiello: i numerosi eventi di degustazione che mettono in evidenza desiderio e capacità di valorizzazione e salvaguardia delle tradizioni locali. 

Bella la spiaggia attrezzata del Centro Vacanze, con lettini sempre in ordine, bar, ristorante e piscina per bambini. Spiaggia pulita e mare dall’acqua cristallina in una delle coste più belle dell’Adriatico.

E per cena vale la pena provare il ristorante sulla spiaggia del Centro Vacanze: posizione strategica con vista sul mare e il monte Conero. Buona cucina a base di pesce, ma anche insalate e pizza.

E non finisce qui. Consiglierei anche occasionali visite alle località vicine, certamente significative se si vuole avere uno “sguardo” completo su questo piccolo angolo di paradiso marchigiano.

Sirolo

Abbarbicato alle pendici del Monte Conero e con le prime tracce d’insediamento risalenti a quasi 100000 anni fa, Sirolo è un piccolo borgo medievale meglio noto come Perla dell’Adriatico, per via del patrimonio storico-artistico e del contesto paesaggistico nel quale si colloca.

Divenuto una vera e propria fortezza attorno all’anno mille, ancora oggi le sue architetture e i suoi vicoli – percorribili esclusivamente a piedi – riportano suggestivamente all’epoca medievale e culminano nella celebre piazza nel centro del paese, il cui sguardo abbraccia tutta la Riviera del Conero e raggiunge a volte persino la Croazia.

Una tappa da non perdere è il Teatro Le Cave, scavato direttamente all’interno delle antiche Cave di pietra rosa del Conero. Ma anche la splendida spiaggia Urbani, una delle più belle del Mediterraneo (guarda il video).

Loreto

Collocata in cima a una collina circondata da uliveti, la città si sviluppa attorno alla Basilica della Santa Casa, il cui campanile – opera settecentesca di Luigi Vanvitelli – è visibile anche a grande distanza.

Uno dei più importanti santuari mariani del mondo cattolico, nonchè opera di grandi architetti italiani, fra cui Baccio Pontelli, Bramante e Andrea Sansovino, la basilica chiude prospetticamente il lato est dello splendido scenario di Piazza della Madonna, stretta a nord e a ovest dalle facciate del Palazzo Apostolico di Bramante.

Al centro della piazza, la celebre Fontana Maggiore, importante testimonianza architettonica del barocco, opera di Carlo Maderno e Giovanni Fontana.

Recanati

Recanati occupa una collina fra le valli dei fiumi Potenza e Musone. È disseminata dei luoghi che ispirarono il genio letterario di uno dei più grandi poeti italiani di sempre, Giacomo Leopardi, i cui versi inevitabilmente accompagnano le passeggiate lungo i vicoli di questo antico borgo.

Oltre alla casa del Poeta, alla Piazza del Sabato del Villaggio e al Colle dell’Infinito, ci si lascia affascinare dai numerosi esempi di architettura ecclesiastica – Concattedrale di S. Flaviano, Chiesa di Sant’Agostino, Chiesa di S. Vito – e da alcuni importanti siti archeologici, fra cui le Necropoli di Fontenoce e Cava Koch.

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: