Bergen in Norvegia, la cittadina tra le sette montagne, è una meta imperdibile per chi, alle grandi catene dozzinali, preferisce posticini originali e di nicchia.

Abbigliamento e accessori

Pepper, con un negozio in Christiesgate e uno in Strandgatan, propone abbigliamento e accessori accuratamente selezionati per uomo e per donna, ma anche linee di cosmetici e profumi delle migliori marche.

Chi preferisce lo stile streetswear non può non fare un salto da Tennis, che vanta la più vasta selezione di sneakers di tutta la Norvegia, tra cui più di 120 tipi diversi di Nike.

Anche iI concept store Pharma e il negozio multi-brand Lot333 rientrano nella top list dei negozi di sneakers della città.

T-Michael, che confeziona abbigliamento su misura per uomo, merita una visita. Dietro al successo di questo brand specializzato in impermeabili sta Michael Tetteh Nartey, vincitore di numerosi premi internazionali.

Kaibosh è oggi tra i più grandi produttori di occhiali da sole della Scandinavia, ma tutto è partito da Bergen, dove il brand ha ancora un punto vendita a pochi passi dal famoso molo di Bryggen.

Per fare ottimi affari ci si può rivolgere ad uno nei numerosi negozietti second hand e vintage che Bergen può vantare. Ane Blich House, Paulina Vintage Boutique e Secondlove sono solo alcuni di questi. Type Bergen invece affianca a capi di seconda mano anche una selezione di capi nuovi.

Dove mangiare

 

Se siete amanti del buon cibo siete nel posto giusto.

Colonialen, menzionato di recente anche dalla guida dei migliori ristoranti dei Paesi Nordici, la White Guide 2018, è un nome di spicco nel panorama gastronomico di Bergen. Ha diverse sedi nella città e al ristorante si affiancano gastronomia e bakery.

Il ristorante gourmet Bare, situato all’interno dell’Hotel Bergen Børs, è un locale moderno dallo stile nordico che utilizza ingredienti biologici provenienti da piccoli produttori norvegesi.

Lysverket è un altro indirizzo da annotarsi. È ubicato in un padiglione del Kode, il Museo d’arte della città, e il suo chef Christopher Haatuft, che Jamie Oliver ha soprannominato “chef punk rock”, propone una cucina fortemente legata al territorio locale dei fiordi.

Restaurant 1877, situato all’interno di un antico mercato e dal caratteristico stile vintage, è considerato il migliore ristorante di Bergen da TripAdvisor.

Una vera e propria istituzione per quanto riguarda la cucina di pesce è il ristorante Cornelius. Si trova appena fuori Bergen, sulla piccola isola di Holmen, raggiungibile in barca in meno di mezz’ora. Da qui si gode di una spettacolare vista sul fiordo.

Chi volesse assaggiare uno dei migliori gelati artigianali della città può rivolgersi a Hallaisen, bar-gelateria che propone gusti di gelato ispirati al territorio norvegese, ma anche ai sapori del resto del mondo. Dumplings e basilico sono tra i più particolari.

Forse non tutti sanno che i norvegesi sono tra i più grandi consumatori al mondo di caffè, e a Bergen non può che esserci l’imbarazzo della scelta quanto a caffetterie: Kaffebrenneri, Kaffemisjonen e Smakverket, situato all’interno del Museo d’Arte KODE, sono tra le più apprezzate.

Dove dormire

Non mancano proposte anche per pernottare.

L’Hotel Bergen Børs, situato nel cuore della città, ha aperto i battenti nel 2017 all’interno di un edificio di metà Ottocento. È tra i più importanti esempi di architettura neorinascimentale di Bergen.

Il Grand Hotel Terminus è classico ed elegante ed è famoso per la sua cucina e per il suo unico whiskey bar. Nel suo giardino si trova Villa Terminus, un hotel di design da poco restaurato.

The Hanseatic Hotel si trova nello storico quartiere Bryggen, in un caratteristico edificio di legno colorato, il Finnegaarden, che è stato considerato patrimonio dell’UNESCO.

A proposito dell'autore

Marco e Felicity

Marco e Felicity, fondatori di questo blog e di Thinkinnomads.com - In viaggio per il mondo dal 2004 con oltre 110 nazioni visitate nei 5 continenti. Prima viaggiatori e poi travel blogger, sognatori e sempre in cerca di nuove avventure. Al momento in viaggio in Asia con Maya e Isabella, le nostre due bambine.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.