Un evento unico quello organizzato presso il Mudec di Milano dall’Ente del Turismo di Madrid per far conoscere la sua ricca offerta culturale, in tale occasione è stata presentata la versione italiana della guida “Arte a Madrid” (scaricabile dal sito ufficiale del turismo: www.esmadrid.es) che presenta fra le grandi attrattive il Paseo de l’Arte.

Si tratta di tre delle più prestigiose pinacoteche al mondo riunite in uno spazio di poco più di un chilometro e mezzo, descritte in una pubblicazione che offre informazioni sui Real Sitios, sale mostre ed altri centri culturali madrileni.

Di molti di questi sono state illustrate le programmazioni come quelle dei prossimi due anni del Museo Thissen, la commemorazione del Bicentenario del Museo del Prado, le collezioni temporanee del Reina Sofia o la celebrazione del World Opera Forum, primo incontro di professionisti dell’opera dei cinque continenti, al Teatro Real.

Oltre ad aver accolto Goya e Velazques, Madrid vanta un patrimonio artistico di tutto riguardo in cui confluisce gran parte degli stili europei. L’obiettivo principale di quest’attività promozionale è quella di posizionare la città fra le prime mete del turismo culturale europeo in Italia, secondo paese emissore di turisti internazionali nella capitale spagnola.

Secondo i dati dell’INE (Instituto nacional de Estadìstica), sono stati 362.312 gli arrivi dei turisti italiani nel 2017, con un 5,18% in più rispetto all’anno precedente.

Alla presentazione milanese, iniziativa senza precedenti, hanno preso parte i Musei: del Prado, Thyssen-Bornemisza, Reina Sofìa, Sorolla, Nazionale di Antropologia, de América, I Musei Civici e quelli Statali di Madrid. Hanno aderito anche aziende private del settore turistico madrileno come la catena alberghiera NH, le agenzie Incoming “The Real Thing” e “Spain Top” e il gruppo di ristorazione Mercado de la Reina.

“La nostra strategia turistica ha l’obiettivo di stimolare un turismo di qualità, ma soprattutto sostenibile dal punto di vista sociale ed ambientale, puntando sul target del cosiddetto turista cosmopolita, principale riferimento per il mercato italiano” ha affermato Maite de la Torre, Console Aggiunto e Direttore dell’Ente Spagnolo del Turismo di Milano.

Nel corso della sopracitata serata gli invitati hanno potuto cimentarsi in un laboratorio grafico-pittorico, organizzato dal Museo Thyssen, assaporando l’essenza della capitale spagnola, con il cocktail alla violetta “Madrid”, del barman del leggendario Museo Chicote. Il celebre pittore E. Manet ha avuto modo di dire”Diego Velazquez è il più grande pittore che sia mai esistito. Val bene un viaggio a Madrid fosse anche solo per lui”.

A proposito dell'autore

Giuseppina Serafino

Oltre alla passione per la scrittura, un modo per "viaggiare" con le parole nelle molteplici sfaccettature della realtà, mi piace dedicarmi al trekking e al cicloturismo. Ho iniziato a viaggiare a quattro mesi, quando i miei genitori si sono trasferiti dal sud a Milano per motivi di lavoro, ripetendo lo stesso percorso, ogni anno, fino alla maggiore età. Ho visitato molti stati europei organizzando meticolosamente il viaggio e documentandolo grazie alla mia inseparabile macchina fotografica.

Post correlati

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: