Oggi voglio raccontarvi di una strada spettacolare che parte dalla Baia di Kotor, in Montenegro, e si snoda attorno al Monte Lovcen – la montagna più alta del Montenegro – fino a raggiungere l’antica capitale del paese: Cetinije.

La strada ha una lunghezza totale di 38 km e per percorrerla tutta ci vuole circa un ora e mezza, considerando anche alcune soste per le foto. Nonostante sia conosciuta come strada dei 100 tornanti solo i primi 25 sono effettivamente dei tornanti numerati.

Una delle tante gallerie lungo la Kotor Serpentine

La parte più impegnativa della strada è un tratto di 8,3 km chiamato Kotor Serpentine: esso è molto stretto e quando si incrociano vetture provenienti dal senso opposto al proprio è necessario procedere con cautela. Questa sezione inizia ad un’altezza di 458 metri sopra il livello del mare e termina a 881 metri: la percentuale di pendenza media è del 5,09%!

Io e la mia amica Nora abbiamo percorso questa strada partendo proprio da Kotor, meravigliosa cittadina medievale situata all’interno del fiordo omonimo, in estate spesso presa d’assalto dai crocieristi.

Imboccare questa strada non è semplice in quanto le indicazioni sono poche e i navigatori (incluso Google Maps) cercano di portarvi su percorsi meno “complicati”. Non demordete e cercate con insistenza l’inizio della strada P1.

La cittadina medievale di Kotor

 

La vista sul fiordo di Kotor dal tornante numero 10

Seguite la strada che si inerpica verso il Monte Lovcen ed una volta arrivati al tornante numero 10 rimarrete a bocca aperta davanti a questo spettacolo:

Poco più avanti, al tornante 13, potrete intravedere la vecchia dogana che divideva l’Impero austro-ungarico dal regno del Montenegro: oggi è un edificio abbandonato ricoperto di edera.

I tornanti 22 e 24 sono quelli da dove è possibile godere di un panorama ancora più esteso, fino a Porto Montenegro. Infine, al tornante 25, troverete un bar ed alcuni chioschi che vendono souvenirs.

Un bar al tornante numero 25

Proseguendo lungo la strada raggiungerete il villaggio di Njeguši, situato in una valle incantevole, e famoso per aver creato il proprio tipo di prosciutto essiccato all’aria chiamato Njeguški pršut.

Uscendo dalla valle di Njeguši e proseguendo curva e contro curva per altri 45 minuti raggiungerete infine Cetinje, capitale del Montenegro prima di Podgorica e tutt’oggi importante centro culturale del paese.

Da Cetinje il nostro viaggio è proseguito ancora per 40 minuti fino ad arrivare a Budva, cittadina costiera ben diversa da quelle incontrate lungo la strada dei cento tornanti.

Se non avete paura di guidare ed amate le strade panoramiche, la Kotor Serpentine fa sicuramente per voi!

A proposito dell'autore

Serena Corti

I primi viaggi in macchina lungo l'Italia li ho fatti con i miei genitori a 5 anni e da allora non mi sono più fermata. Mi piace visitare ogni paese con le per persone del posto e poi raccontare i miei viaggi a chi è in cerca di consigli. Per questo - e per paura di dimenticare - ho aperto un blog. Nel resto del tempo lavoro e studio.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: