Se non siete mai stati nella Valle della Loira, è arrivato il momento giusto di farlo: questa zona della Francia, meglio conosciuta come la “Terra dei Castelli o “Il giardino di Francia”, è considerata da molti come una delle più belle regioni del paese.

La stagione indubbiamente migliore per visitare quest’angolo di paradiso francese è la primavera: un periodo in cui si possono ammirare le bellezze naturali ed architettoniche che l’intera area sa offrire senza il fastidioso sovraffollamento di turisti tipico dei mesi estivi.

Ci si può perdere per giorni tra verdi colline, vigneti, paesaggi mozzafiato, castelli millenari e ville risalenti ad epoche antiche. Non per niente l’intera valle è ufficialmente entrata a far parte del patrimonio mondiale dell’Unesco come paesaggio culturale vivente.

Ma andiamo per ordine, e vediamo quali sono i motivi che spingono i viaggiatori a programmare un viaggio nella Loira

I Castelli: un patrimonio tutto da scoprire, di fama internazionale.

I castelli di Chambord o di Chenonceau, il castello reale d’Amboise, i giardini del castello di Villandry, il castello del Clos Lucé o l’Abbazia reale di Fontevraud sono solo alcuni dei 19 castelli presenti nella zona, uno più bello e caratteristico dell’altro.

I Vini:  dal Sancerre ai vini di Nantes, passando per i vini della Turenna e dell’Angiò; la valle della Loira è ricca di vigneti che offrono un’ampia gamma di vini eccezionali che sapranno stupire per la loro diversità ed autenticità.

Gastronomia: sul banco dei pesci, la Loira offre sandre, lucci, anguille e altre specie a pinne. Carni e salumi, formaggi, prodotti ortofrutticoli completano una tavolozza culinaria che, in passato, ha reso felici i personaggi di Rabelais.

Ville storiche: le ville storiche come Blois, Chinon, Orléans, Saumur, Tours, Nantes o Angers sono uno spettacolo da non perdere per tutti gli amanti dell’arte architettonica.

Natura: Le bellezze naturali della Loira possono essere ammirate e visitate in vari modi: a cavallo, in mongolfiera, in battello o in bicicletta, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Il “Centre Permanent d’Initiatives pour l’Environnement” (Centro Permanente d’Iniziative per l’Ambiente) di Seuilly propone un programma di passeggiate a piedi o a bordo di battelli tradizionali. I sentieri d’interpretazione, punteggiati da pannelli ludici e pedagogici, permettono di scoprire i numerosi ambienti naturali dell’intera Valle.

E’ consigliato un soggiorno di almeno una settimana nella Valle della Loira, per ammirare con calma tutto quello che di bello ed impressionanate la valle ha da offrire.

E per coloro che ancora non sono pienamente convinti di un viaggio nella Loira, consigliamo la visione di questo breve video:

A proposito dell'autore

Marco

Viaggiatore per il mondo con oltre 100 nazioni visitate nei 5 continenti. La passione per i viaggi è accompagnata da quella per la fotografia. Fondatore e autore di NonSoloTuristi.it e ThinkingNomads.com

Post correlati

1 risposta

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata