Basilicata, il parco nazionale dell’Appennino Lucano Val D’Agri Lagonegrese è una perla che raccoglie meraviglie naturalistiche e suggestivi luoghi storici che ancora conservano i fasti dell’epoca medievale.

Certosa di San Lorenzo Padula Basilicata
Tra i boschi di quest’area protetta è possibile raggiungere la Certosa di San Lorenzo di Padula, un meraviglioso monastero risalente al 1300, immerso nel verde. Dal cielo le aquile reali sorvolano questo edificio, oggi adibito a Museo Archeologico e patrimonio UNESCO. Il viaggiatore può visitare le 320 stanze dell’antico monastero e soddisfare il suo spirito d’avventura, lasciarsi guidare negli anfratti e negli specchi d’acqua sotterranei delle grotte di Pertosa e confrontare le eleganti architetture del monastero con quelle audaci e sorprendenti custodite nelle viscere della terra.

Grotte di Petrosa (foto D.Daniel)

Solo con questi tre luoghi si soddisfano almeno tre appuntamenti all’insegna dell’attività fisica e mentale che permettono di vivere una vacanza a tutto tondo accontentando grandi e piccini. Nel parco infatti, oltre alle escursioni sono disponibili corsi di birdwatching, escursioni, passeggiate a cavallo e in bicicletta, visite guidate nelle creazioni umane e in quelle naturali.

Una volta visitata la Certosa di Padula o le Grotte di Pertosa la distanza per Brienza e, in particolare, per il borgo medievale che sorge attorno al castello Caracciolo, è breve. L’imponente fortificazione longobarda che confina con Basilicata e Campania, rappresenta un vero tuffo nel passato e ancora ci si domanda dove si nasconde il tesoro di Bianca, ricca dama rapita dai pirati e svanita nelle intricate e misteriose strade di Algeri.

Borgo medievale in Brienza

Avventure, cavalieri, storia e mistero in Brienza non mancano. Passato, presente e futuro convergono creando un’atmosfera unica e straordinaria ed è possibile anche soggiornarvi a prezzi onesti e vantaggiosi. Il borgo è un museo a cielo aperto e in esso vi è una sola struttura adibita a ricevere i viandanti. È un B&B noto come La voce del fiume e basta solo guardare le immagini del sito per innamorarsi delle camere a prima vista.

La voce del fiume suite la perla

Affascinano i nomi scelti per ogni singola stanza. La rubino, il diamante o l’ametista sono veramente ambienti preziosi. Le pareti grezze e le pietre a vista si armonizzano con grazia ai semplici mobili in legno e alle eleganti decorazioni in ferro battuto dei letti a baldacchino, provvisti di quel velo sottile e delicato che separa dalla contemporaneità per condurre il visitatore in un passato intriso di magia e antiche leggende.

la vece del fiume suite rubino

Non solo, il locale, completamente integrato al borgo medievale dal quale trae ispirazione, dispone di una vasta gamma di servizi che coccolano l’ospite fin dalle prime luci dell’alba. Le colazioni sono preparate in modo artigianale e porgono, a seconda dei gusti espressi, un buongiorno dolce, salato o salutare per sportivi e celiaci.

Colazione alla Voce del Fiume
Il B&B dispone inoltre di bici elettriche e funge da punto informativo per molti altri luoghi che meritano di essere ammirati. Per maggiori informazioni – B&B La voce del fiume

Il video:

A proposito dell'autore

Barbara Ciccola

Insegnante di professione, turista per passione, fotografa per diletto. Amo sognare e progettare i miei viaggi come un modo per conoscere e scoprire me stessa. Parecchi i viaggi fatti, molti di più quelli ancora da fare e da raccontare.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata