UNA FIRENZE ALTERNATIVA

Cuore rinfrescato dalle antiche acque dell’Arno e testa dipinta di rosso, Firenze è ancora la più avvenente dama del Granducato di Toscana. Universalmente annoverata fra le più belle città del mondo, siede su una piana circondata da morbide colline. È la culla del Rinascimento, oltre che inestinguibile fuoco di storia, arte e cultura, costantemente in cima ai taccuini di turisti e viaggiatori di ogni provenienza.

Collocato in Piazza Santa Elisabetta, a ridosso di Via del Corso e a pochi isolati da Ponte Vecchio, l’Hotel Brunelleschi è l’hotel nel centro di Firenze per eccellenza, che introduce alla perfezione le autentiche atmosfere fiorentine senza tempo. Le sue stanze occupano la torre più antica della città e l’annessa chiesa medievale. La sua posizione centrale agevola le esigenze di qualunque tipo di ospite e offre un accesso privilegiato ad alcuni dei punti d’interesse più famosi della città.

Esiste tuttavia una Firenze alternativa più distante dai riflettori, un substrato avvincente, forse più silenzioso, che conduce in luoghi lontani dal gran chiasso dei turisti ma ugualmente pregni di fascino, arte e natura incontaminata.

Firenze alternativa

1 – ORTI DEL PARNASO O GIARDINO DEL DRAGONE

Il Giardino del Dragone è un piccolo giardino fiabesco accessibile da un cancello su Via Trento o scavalcando la ferrovia e proseguendo lungo dei gradini mosaicati.

Il nome è attribuibile alla grande scultura a forma di serpente – dragone per alcuni – che sovrasta una lunga scalinata, dalla quale si giunge al Tepidarium del Giardino dell’Orticultura. Nonostante si trovi a un’altezza inferiore a quella di Piazzale Michelangelo, offre comunque un’imperdibile vista sulla città e la possibilità di godersi il Tepidarium completamente illuminato.

Firenze alternativa

2 – LIMONAIA STROZZI

Incorniciata da una fitta e variegata vegetazione e ricavata negli edifici adiacenti all’antico Giardino d’Inverno, la Limonaia Strozzi si colloca fra il parco vecchio e il parco nuovo dell’omonima villa. Gli spazi sono gestiti dall’associazione culturale “Progetto21” e ospitano eventi di ogni genere (mostre, rassegne cinematografiche, concerti) da Maggio a Ottobre.

3 – GIARDINO DELLE ROSE

Sottostante a Piazzale Michelangelo, il Giardino delle Rose si affaccia sul centro storico di Firenze a mo’ di balcone, arricchisce la passeggiata di Via dei Colli e incanta i visitatori con la sua varietà di rose coltivate. Impreziosito da un’oasi giapponese Shorai-Teien e da alcune opere dello scultore Jean-Michel Folon, è certamente annoverabile fra i luoghi più romantici e suggestivi della città.

Firenze alternativa

4 – PARCO E MUSEO STIBBERT

Il Museo Stibbert è uno dei più fulgidi esempi dell’eclettismo ottocentesco, nato dall’amorevole mecenatismo dell’italo-inglese Frederick Stibbert, che alla sua morte donò villa, parco e opere d’arte alla città. La sontuosa villa ospita alcune fra le più importanti collezioni d’Italia, fra le quali spicca quella di armature di ogni epoca e provenienza. Il Parco si estende lungo un’intricata serie di sentieri, sculture e fontane e sfoggia un tempietto di reminiscenze egizie e le romantiche rovine di un cortile gotico veneziano in marmo bianco.

5 – IL BOBOLINO

Noto come versione ridotta del più ampio Giardino di Boboli, il Bobolino è l’ideale punto d’arrivo di Via Machiavelli, appena fuori da Porta Romana. Lontano dall’affollamento del centro fiorentino, questo piccolo parco si presenta come un giardino in pendenza fitto di vegetazione, fontane e stretti piazzali di ghiaia. Una peculiarità è costituita dalle soluzioni d’arredo, fra cui panchine integrate nelle aiuole e grotte artificiali. Immersa nel cuore del giardino, giace Villa Cora, oggi riconvertita in hotel di lusso.

Firenze alternativa

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: