La Slovenia rappresenta, per il turismo italiano, una porta verso i paesi nord orientali alla ricerca di esperienze slow, serene, paesaggisticamente accattivanti e non solo.

Ho accettato con entusiasmo l’invito ad un educational che avesse come oggetto la scoperta delle peculiarità di una delle sue regioni, la Doleniska, nel Sud-Est; un territorio pittoresco ricco di bellezze naturali e cultura. Già il programma evidenziava la ricchezza di questa terra, per l’eterogenità delle esperienze in programma e l’entusiasmo della sua gente nel proporlo, al fine di renderlo evidente con orgoglio ai turisti italiani.

La Doleniska si presenta a noi dopo un breve viaggio da Trieste, verde ed ordinata, accogliente e silenziosa e ci ha offerto in poche ore la possibilità di realizzare una serie di esperienze come difficilmente si capita in così poco tempo, oltretutto, percorrendo un numero veramente limitato di km.

Ciò che non siamo riusciti a realizzare l’abbiamo comunque colto, come ad esempio percorsi in mountain-bike su sentieri ordinati e segnalati o diverse esperienze sportive che senza difficoltà possono essere rintracciate nei canali di promozione turistica o rivolgendosi agli albergatori.

In poche ore abbiamo intrapreso una piccola e serena sfida, con i tempi, il numero delle attività e l’interesse personale di ciascuno di noi.

Trentasei ore circa per:

  • Realizzare una discesa di rafting
  • Visitare la cittadina di Novo Mesto, scoprire i suoi scorci suggestivi e colorati
  • Passeggiare per le animate vie e sorseggiare un caffè a Lubiana
  • Visitare il museo Archeologico della Doleniska ed attraversare, grazie ai reperti, secoli di storia dell’uomo, fino alla seconda guerra mondiale
  • Conoscere le offerte del rinomato centro termale Krka
  • Giocare a golf
  • Passeggiare fra i boschi attraversando comodi sentieri
  • Mangiare specialità locali affacciati su una terrazza in cui il verde si perde a vista d’occhio

Impossibile ? Assolutamente no!

In poche ore abbiamo realizzato esperienze ed assaggi come in pochi altri luoghi mi è capitato di fare, potendoci muovere con agilità ed in brevi spazi, alternando occasioni e rendendo il nostro tempo vario, piacevole e redditizio.

La Doleniska è già ma può ancora implementare il suo ruolo ricettivo per il turismo italiano in cerca di una settimana o anche solo un lungo week end di riposo o esperienze sportive, culturali e eno grastronomiche, immersi in un ambiente piacevole e rigenerante.

Fra le cose fatte consiglio 6 attività che ognuno può inserire in una vacanza a Doleniska

1 – Visita ed eventuale pranzo al castello di Otocec 

Posto in un isolotto, limitrofo al campo da golf, è un castello perfettamente restaurato immerso in una natura verde e lussureggiante; il posto ideale per coppie che vogliono realizzare un matrimonio di stile o una location per una cena d’autore.

Il castello propone diverse possibilità: soggiorno, cena e soggiorno, pacchetti con attività di golf.

L’hotel a 5 stelle fa parte del circuito Relais e Chateaux e può essere anche solo una sosta per una passeggiata alla ricerca di scorci e pace.

L’incontro con la sua cucina è una esperienza di ottimo livello, se poi realizzata di sera, come noi, ha il valore aggiunto di una location veramente unica; una cena di alto livello sperimentale che abbraccia accostamenti e buon gusto attraversando tutti i sensi.

2 – Una partita di golf nell’esclusivo campo di Otocec 

Nelle vicinanze del castello, un campo da golf perfettamente attrezzato, in cui trascorre tempo rilassandosi, giocando in autonomia o prendendo lezioni, immersi nelle colline valicabili a bordo delle macchinine attraversando i 10 km di campo. La cucina, è un catering del castello vicino ed omonimo, dunque anch’essa di buon livello.

3- Una esperienza adrenalinica di rafting

La regione ed i suoi fiumi si prestano per natura a esperienze di incontro: dal camping alla canoa, dalla bici alle passeggiate. Una esperienza di rafting può essere svolta in modo anche soft in questi luoghi, sotto la professinale esperienza di guide che forniscono professinalità, sicurezza e materiale necessario per realizzarla.

Oltre all’adrenalina per ogni discesa, è l’occasione di essere immerso in una natura preziosa e lussureggiante, scorgendo pesci e flora autoctona, ammirando un panorama che esprime pace e tranquillità. Info https://www.rafting-gimpex.si/

4 – La visita della città di Novo Mesto

Gradevole cittadina di stile mittle europeo, adagiata accanto al fiume Krka, luogo di ritrovo e scorci panoramici sul paese: è il luogo ideale per una passeggiata nel suo cuore storico, affiancato dalla ordinata ed operosa periferia industriale.

Una piazza porticata attualmente in via di restauro, bar, due chiese di cui St. Nicholas dall’originale pianta in cui ammirare una tela del Tintoretto, negozi ed un museo archeologico testimonianza delle tracce dell’uomo autoctono, ammirando i resti presenti in queste zone , come reperti funerari e gioielli, unici di grande importanza etnografica. Interessante, al piano terra, una sezione riguardante la seconda guerra mondiale, con documenti originali, armi e una parte riguardante la propaganda bellica contro il nemico nazista.

 

5 – Visitare cantine di vino Cvicek, soggiornare in una Zidanica” la casa tradizionale, mangiare il cibo locale.

La Zidanica è la dimora contadina tradizionale. Attualmente se ne contano ben poche. Un tempo i contadini erano più sostenuti ad abbatterle che a conservarle. Alcune sono dei musei visitabili, perfettamente conservate e con arredi originali, altre, moderne, affittate ai turisti al cui interno si può trovare anche una sauna, per un completo relax immersi nella campagna e la natura.

Queste dimore si sposano perfettamente con il paesaggio e la cultura del vino locale: lo Cvicek.

E’ un vino, molto economico e di tradizione popolare, ha rischiato di scomparire perché ritenuto poco nobile e raffinato. La gente del luogo che vive dei prodotti della terra ha fondato un consorzio e lo sta rilasciando, anche attraverso una operazione di marketing turistico legato alle tipicità del territorio.

In ogni luogo dove si ha occasione di assaggiare la cucina locale con prodotti spesso Bio, questo vino sincero e leggero non mancherà mai di accompagnare pietanze gustose e di bella presenza.

Due indirizzi a tal proposito: nei pressi delle passeggiate ben segnalate, offerte dalla catena montuosa Gorjanci, un ristorante stile rifugio con ottima cucina casalinga a base di prodotti locali: carne, funghi, zuppe da assaporare sulla terrazza panoramica. http://www.xn--gospodina-rfb.si/en/koca/

La stessa famiglia gestisce un ristorante in Novo Mesto: http://www.ostarija-rudolfswerth.si/

6 – Progettare una settimana presso le terme Krka

Abbiamo visitato questo complesso termale con alberghi 3 e 4 stelle e piscine annesse. Pur non provando i suoi trattamenti dedicati al benessere, siamo venuti a conoscenza di questa opportunità nel territorio, attenta ad un turismo interessato ad una educativa detox ma anche di riabilitazione funzionale.

La struttura, immersa nel verde dell’ambiente e con un apparato medico a disposizione per realizzare percorsi mirati e personalizzati, ha un listino prezzi concorrenziale per il mercato italiano che negli ultimi anni ha sempre più apprezzato questo tipo di relax, anche oltre confine.

Sei occasioni, sei buoni motivi eterogenei e complementari, per una vacanza in questa regione dove si coglie senza difficoltà la voglia della sua gente di investire anche nel turismo in modo da rendere il territorio sempre più accogliente senza tradire le tradizioni, valorizzandole.

Monumenti, natura, terme, cibo, vino, sport per tutte le tasche e rivolti ad una platea eterogenea: dal gruppo di giovani, alle giovani coppie, dalle famiglie con bambini al turismo del benessere o aziendale per meeting e conferenze: tante le occasioni per vivere la Slovenia in modo attivo partendo da ciò che ci piace fare, ed economicamente sostenibile

Alcune note pratiche

La Slovenia fa parte della Comunità europea ed adotta l’Euro. Non ci sono controlli al confine aderendo al patto di Schengen. Il documento di identità necessario è la carta di identità.

Link utili:

https://www.slovenia.info/it

https://www.visitdolenjska.eu/it/

A proposito dell'autore

Barbara Ciccola

Insegnante di professione, turista per passione, fotografa per diletto. Amo sognare e progettare i miei viaggi come un modo per conoscere e scoprire me stessa. Parecchi i viaggi fatti, molti di più quelli ancora da fare e da raccontare.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: