Avete considerato di andare nella capitale austriaca per un weekend d’amore o di evasione?

Ecco 5 cose da sapere quando vi recate nella meravigliosa città di Vienna

1 – COME ARRIVARE

Vienna non è lontanissima dall’Italia del nord e quindi eventualmente raggiungibile anche in automobile; in alternativa sono numerose le compagnie aeree, anche low cost, che portano nella capitale austriaca.

Quando atterrate, cercate le indicazioni verdi per il CAT, il treno veloce che porta direttamente in centro: è comodissimo e low cost (20€ A/R), a differenza dei taxi che vi chiederanno 45/50€ dall’aeroporto per arrivare in città.

 

2 – DOVE DORMIRE

Cercate Possibilmente un alloggio in zona centrale, comoda poi da visitare a piedi, o in alternativa, vicino ad una fermata della confortevole e comodissima metropolitana. Non spaventatevi per i prezzi degli hotel, perché Vienna, purtroppo, è una città cara, e più vicino al centro sarete, più alto sarà il prezzo della camera. Guardate anche gli appartamenti disponibili, spesso nuovissimi e ad un costo inferiore rispetto agli alberghi.

Indossate poi le scarpe più comode che avete ed avventuratevi nelle vie che attraversano un centro storico che pare non finire mai. Negozi di lusso e palazzi antichi vi faranno compagnia per tutto il tragitto. Per ricevere uno sconto immediato di 25 euro sulla vostra prossima prenotazione con booking.com cliccate qui: https://www.booking.com/s/23_8/bf228bc0

Oppure potete optare per un appartamento con Airbnb cliccando qui riceverete 25 euro di sconto sulla vostra prima prenotazione.

3 – DOVE MANGIARE

Volete un consiglio per un posticino dove mangiare davvero bene e spendere poco? Tranquilli, non esiste. Il piatto che vi offriranno ovunque è il wiener schnitzel, una cotoletta impanata fritta nello strutto. Siete celiaci? Sono guai (lo so per esperienza personale). Affidatevi quindi alle di solito gentilissime cameriere, magari imparando come dirlo in tedesco.

Per i prezzi, fate conto che una bistecca costa 27/29€. Bere/mangiare fuori pasto: una bottiglia d’acqua da una bancarella in centro 3,90€, al supermercato 0,35€. Fate voi. Se pensate ad una apericena, troverete la magra sorpresa di un aperitivo accompagnato dal nulla.

4 – COSA VEDERE ASSOLUTAMENTE

Musei, palazzi e castelli storici: eccezionali. Bellissimi e ben tenuti, sempre. Peccato però qui che il costo di ingresso sia normalmente spropositato (13,90€ per l’Hofburg, 24€ per Schonbrunn). Ciò non elimina le file di stranieri all’ingresso: d’altronde siamo qui anche per vedere le cose più belle e famose.

La Cattedrale di Santo Stefano è notevole e scenografica: andate a visitarla all’interno (a pagamento) e, se avete coraggio, visitate anche le catacombe (biglietto a parte), dove sono conservati i resti di molti degli Asburgo.

Se volete un ricordo che più romantico non si può, allora fate un giro in carrozza attraverso le strade del centro oppure nei giardini di Schonbrunn (65€ per 25 minuti).

giardini di schonbrunn

5 – UN MUSEO PARTICOLARE

Se siete almeno un poco appassionati di storia, in particolare di quella militare, imperdibile è il Museo di Storia Militare, poco conosciuto ed a prezzi limitati (6€ + 2 per le foto), il più antico museo al mondo di questo genere. Contenente armi, dipinti ed uniformi che vanno dalla fine del XVI° secolo ai giorni nostri, è particolarmente affascinante per la Prima Guerra Mondiale, con esposizioni di cannoni, un aereo, un pezzo di trincea ricostruita, ma soprattutto l’autovettura originale dell’attentato di Sarajevo, che diede origine alla guerra.

Buona vacanza!

Dimenticavo: Vienna è una città vivissima di giorno e di sera, quando le strade del centro si animano nel dopocena, non perdetevela!

A proposito dell'autore

Paolo Ponga

Sono area manager di una multinazionale alimentare, ma in realtà viaggiatore "compulsivo" da tutta la vita, senza possibilità di guarigione, da quando ho capito che i viaggi sono la benzina per il motore della mia anima. Alterno viaggi di scoperta o fatti per nutrire la mente ad altri specificatamente pensati per le immersioni, fatte ovunque ci sia abbastanza acqua.

Post correlati

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: